Giovedì 23 Settembre 2021 | 20:40

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

olimpiadi

Tokyo, il foggiano Samele in finale sciabola conquista l'argento: «Da buon terrone mi bolle il sangue»

Nella sfida per la medaglia d'oro con il bi-campione olimpico Szilagyi

Tokyo:  il foggiamo Samele in finale sciabola, altra medaglia per l'Italia

Tokyo  -  Luigi Samele è medaglia d’argento nella prova di sciabola maschile di Tokyo 2020. Il foggiano è stato sconfitto nella finale olimpica dall’ungherese l’ungherese Aron Szilagyi per 15-7. La Puglia porta così l’Italia sul podio delle Olimpiadi a Tokyo. La prima medaglia è quella conquistata dall’atleta di Mesagne (Brindisi) Vito Dell’Aquila, che si è qualificato alla finale per l’oro del taekwondo, 58 kg, battendo in semifinale l'argentino Lucas Guzman. Contro il turco Mohamed Jendoubi, Dell’Aquila ha combattuto alle 21.45 ora locale, le 14.45 italiane.

Aron Szilagyi, vincitore del terzo oro olimpico consecutivo nella sciabola maschile «entrerà nella storia della scherma, ma a me da buon terrone sta ancora bollendo il sangue». Sono le parole dette ai microfoni della Rai da Luigi Samele, lo schermidore azzurro nato a Foggia nel 1987, sconfitto dall’ungherese nella finale olimpica di Tokyo 2020.

IL COMMENTO DEI FAMIGLIARI DI SAMELE - «Siamo felicissimi del risultato strameritato da parte di Gigi. Si è scontrato con un avversario più forte di lui, bisogna ammettere la verità. Ma lui ha fatto una grande prestazione». Così all’ANSA Franco Samele, il padre di Luigi, lo schermidore foggiano medaglia di argento alle Olimpiadi di Tokyo 2020. «L'argento olimpico va festeggiato in grande - aggiunge Samele -. Soprattutto va festeggiata la prestazione di Gigi che ha dimostrato di avere tutte le carte in regola per essersi mritato la partecipazione alle Olimpiadi».
La famiglia di Samele è rientrata dalle vacanze per assistere "tutti insieme alla finale». «Siamo rientrati dalla località turistica a Peschici proprio per assistere alla competizione olimpica», precisa il papà dell’atleta. «Siamo una grande famiglia. Siamo in tantissimi, non manca certo il tifo». Il papà ha salutato il figlio a Bologna pochi giorni prima della sua partenza per le Olimpiadi. «Gli ho dato una pacca sulla spalla - ricorda - gli ho detto di credere in se stesso e avere fiducia nella sua determinazione». 

«Foggia tutta è orgogliosa della sua storica scuola di scherma, e applaude l’argento conquistato da Samele a Tokyo». Lo comunica la fondazione 'Capitanata per lo sport' che attraverso il suo presidente Aristide Guerrasio fa sapere che «premierà Gigi Samele, medaglia di argento alle Olimpiadi 2020, per la grande impresa al suo rientro in Italia».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie