Martedì 28 Settembre 2021 | 19:52

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

vita di palazzo

Forza Italia: «Emiliano, ci vuole dialogo»

Visita nella redazione della Gazzetta dei consiglieri regionali azzurri

Forza Italia: «Emiliano, ci vuole dialogo»

La visita in redazione dei consiglieri azzurri (Foto Luca Turi)

Bari - Il dialogo. Lo chiedono da sempre, non sempre con gli esiti sperati. Ma i consiglieri regionali di Forza Italia non si arrendono: la Puglia va amministrata - e bene - per i prossimi quattro anni. Sarà dunque il caso che maggioranza e opposizione discutano dei temi fondamentali per lo sviluppo del territorio. Qualche esempio? Uscire dalla crisi acuita dalla pandemia, progettare il futuro, investire soldi che sono ancora nelle casse della Regione. Soldi in cassa? «Sì, perché qualcuno non li spende», dicono taglienti Giandiego Gatta, dell'Ufficio di presidenza del consiglio regionale, il capogruppo Stefano Lacatena e Paride Mazzotta, vicepresidente della commissione Attività Produttive.

I consiglieri azzurri, in visita nella redazione barese della Gazzetta del Mezzogiorno, hanno discusso con il direttore Michele Partipilo e con l'editore Vito Ladisa. Le sfide possibili, a cominciare dalle imminenti amministrative. «Le candidature vanno preparate per tempo» dice Lacatena, un mattatore di voti che pure con Gatta evidenzia la schizofrenia del voto politico a fronte del consenso espresso in consultazioni come quelle comunali o regionali. «Puoi essere un nome che coagula migliaia e migliaia di voti, però poi nell'urna gli elettori hanno scelto i 5 Stelle. Voto di opinione, certo, può reggere solo alle politiche. Nei territori la gente sceglie le persone».

Gatta, da parte sua, insiste sul tema dello scollamento tra giunta e consiglio regionale, sollevato già nei primi cinque anni di amministrazione Emiliano. Critiche al governatore? Sì, ce ne sono da parte della pattuglia di Forza Italia in consiglio regionale. «In fondo con Vendola riuscivi a intenderti su certi temi. Emiliano è imprevedibile». Dissenso politico o umano? Al presidente della Regione si riconosce in ogni caso un'attitudine alla dialettica. Ma la sorpresa, con uno come il governatore pugliese, è sempre in agguato. 

Il rispetto dei ruoli, la programmazione, la fine dell'emergenza, le grandi opere. Ci si interroga sulle occasioni ma Gatta, Lacatena e Mazzotta non indietreggiano sull'autoanalisi. «Siamo un partito che ha smarrito la sua identità? Intanto sappiamo guardarci allo specchio, e comprendere il futuro e lavorare per il futuro. Senza dimenticare - chiarisce Mazzotta - alcune straordinarie intuizioni che Berlusconi ha saputo esprimere negli anni in cui tutte le forze politiche erano allo sbando». 

E l'alleanza Pd-5 Stelle invocata da Emiliano alle imminenti amministrative? Gatta e Lacatena sorridono: «I 5 Stelle sono prossimi all'implosione finale». E gli aiuti alle imprese, ultimo provvedimento della giunta Emiliano così ben rilanciato dall'assessore Delli Noci? «Ci sono cose positive nella modifica al Regolamento regionale n. 17 - spiega Mazzotta in qualità di vicepresidente della Commissione Attività Produttive - ma non bastano interventi episodici: l'universo produttivo pugliese va aiutato ripensando interamente il sistema».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie