Venerdì 14 Maggio 2021 | 06:49

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Sdegno a Foggia, rubano tandem dell’Unione Ciechi e Ipovedenti: «Così ci tolgono la libertà»

Sdegno a Foggia, rubano tandem dell’Unione Ciechi e Ipovedenti: «Così ci tolgono la libertà»

 
Occupazione
Melfi, Stellantis: al via tavolo tecnico con Regione Basilicata

Melfi, Stellantis: al via tavolo tecnico con Regione Basilicata

 
Emergenza migranti
Santa Maria di Leuca, intercettata un’imbarcazione con a bordo un gruppo 13 migranti

Santa Maria di Leuca, intercettata un’imbarcazione con a bordo un gruppo di 13 migranti

 
Lotta al virus
Vaccinazioni in Puglia: utilizzato il 91% delle dosi ricevute

Vaccinazioni in Puglia: utilizzato il 91% delle dosi ricevute

 
Il bollettino nazionale
Covid in Italia, 8.085 nuovi casi e 201 morti nelle ultime 24 ore

Covid in Italia, 8.085 nuovi casi e 201 morti nelle ultime 24 ore

 
Sicurezza stradale
Foggia, tre incidenti stradali nel pomeriggio

Foggia, tre incidenti stradali nel pomeriggio

 
Il caso
Bari, detenzione di arsenale da guerra: nuovo arresto per ex gip De Benedictis

Bari, detenzione di arsenale da guerra: nuovo arresto per ex gip De Benedictis. Sparò col mitra dal balcone di casa

 
La competizione
Bari, il velista Giuseppe D’Amato terzo all'Interzonale Sud di e-sailing «Mille per una vela»

Bari, il velista Giuseppe D’Amato terzo all'Interzonale Sud di e-sailing «Mille per una vela»

 
Lutto
Bari, addio a Lillino D'Erasmo storico dirigente Msi-An

Bari, addio a Lillino D'Erasmo storico dirigente Msi-An

 
Ambiente
Depuratore di Porto Cesareo, per ora nessuno scarico in battigia

Depuratore di Porto Cesareo, per ora nessuno scarico in battigia

 
Il caso
Fuga di notizie su tangenti, due avvocati di Bari rischiano processo

Fuga di notizie su tangenti, due avvocati di Bari rischiano processo

 

Il Biancorosso

Verso il derby
Bari, si punta a ritrovare tra i disponibili il difensore esterno Celiento

Bari, si punta a ritrovare tra i disponibili il difensore esterno Celiento

 

NEWS DALLE PROVINCE

Covid news h 24Lotta al virus
Vaccini in Puglia, trasferite a Bari dalla Sicilia 50mila dosi AstraZeneca

Vaccini in Puglia, trasferite a Bari dalla Sicilia 50mila dosi AstraZeneca

 
FoggiaIl caso
Sdegno a Foggia, rubano tandem dell’Unione Ciechi e Ipovedenti: «Così ci tolgono la libertà»

Sdegno a Foggia, rubano tandem dell’Unione Ciechi e Ipovedenti: «Così ci tolgono la libertà»

 
PotenzaOccupazione
Melfi, Stellantis: al via tavolo tecnico con Regione Basilicata

Melfi, Stellantis: al via tavolo tecnico con Regione Basilicata

 
HomeEmergenza migranti
Santa Maria di Leuca, intercettata un’imbarcazione con a bordo un gruppo 13 migranti

Santa Maria di Leuca, intercettata un’imbarcazione con a bordo un gruppo di 13 migranti

 
BatLa curiosità
Canosa, volontari dell'Enpa salvano la maialina Mariarosa

Canosa, volontari dell'Enpa salvano la maialina Mariarosa

 
MateraLa novità
Protocollo di collaborazione per la «Carta del potenziale archeologico di Matera»

Protocollo di collaborazione per la «Carta del potenziale archeologico di Matera»

 
TarantoSicurezza sul lavoro
Taranto, fuga di gas questa mattina nell’area Altiforni dell'ex Ilva

Taranto, fuga di gas questa mattina nell’area Altiforni dell'ex Ilva

 
BrindisiCarabinieri
Francavilla, le molestie corrono sul filo del telefono

Francavilla, le molestie corrono sul filo del telefono

 

i più letti

esperti al lavoro

Basilicata, impianti petroliferi fermi, ma è verifica sui terremoti

Continua in due siti il monitoraggio della sismicità del territorio

Basilicata, impianti petroliferi fermi, ma è verifica sui terremoti

Si fermano gli impianti di estrazione petrolifera in Basilicata per controlli ai Centri olio (la Total ha ripreso ieri l’attività mentre l’Eni proseguirà lo stop per un altro mese). Nel frattempo continua senza sosta il monitoraggio della microsismicità nel territorio della Val d’Agri e della concessione Gorgoglione. Se ne occupa il Centro per il Monitoraggio delle attività di Sottosuolo, una struttura dell’Ingv dedicata alla raccolta e a tutte le conseguenti analisi scientifiche dei dati geofisici relativi ai territori italiani interessati da attività antropiche di utilizzo di georisorse. In Basilicata, ovviamente, viene costantemente monitorata la microsismicità dell’area interessata dall’estrazione di idrocarburi, la successiva attività di reiniezione nel terreno delle acque di scarto e lo stoccaggio in loco di gas naturale.
Il lavoro del Centro comincia subito dopo la sequenza sismica dell’Emilia del 2012. Si diffuse infatti in quel momento la preoccupazione che questi terremoti fossero in qualche modo connessi all’attività di sfruttamento del sottosuolo da tempo in corso in molte zone della Pianura Padana.


Purtroppo, nonostante la pericolosità sismica dell’area emiliana fosse correttamente rappresentata dalle mappe, la memoria «sociale» dei terremoti sia era persa nel corso delle generazioni perché da tempo non se ne verificavano. All’accadimento degli eventi del 2012, anche grazie alla cassa di risonanza dei social networks, si diffuse il sospetto che i terremoti emiliani potessero avere una loro ragion d’essere nelle estrazioni di gas e petrolio.

In effetti, oramai è noto che l’attività di estrazione o di iniezione di gas o liquidi nel sottosuolo può provocare dei terremoti che, generalmente, presentano una magnitudo modesta e quindi trascurabile in termini di pericolosità per la popolazione.
Tuttavia, nel caso della sequenza emiliana del 2012, nessuno studio ha dimostrato un chiaro legame tra le attività dell’uomo e quella sequenza sismica. Mentre, invece, essa è pienamente compatibile con i modelli geologici e tettonici noti e scientificamente acclarati. Questa sensibilità sociale a tali fenomeni naturali ed a quelle attività antropiche che, in linea di principio, potrebbero influenzarli, ha fatto sì che il Ministero dello Sviluppo Economico, responsabile per la sicurezza mineraria, pubblicasse linee guida, elaborate da un pool di esperti, in merito al monitoraggio geofisico degli effetti di queste attività, perché il controllo (che veniva comunque effettuato dagli stessi operatori) fosse indipendentemente realizzato da una struttura autorevole e terza. Nell’ambito di queste linee guida, l’Ingv è stato chiamato a questo importante ruolo di «controllore» indipendente ed istituzionale delle eventuali alterazioni della crosta terreste conseguenti all’attività umana.
La rete di monitoraggio opera attraverso una rete virtuale di 40 stazioni sismiche che risulta dall’integrazione di unità appartenenti a diverse reti indipendenti, mentre il monitoraggio geodetico è eseguito usando strumenti Gps ed Insar (Interferometric Synthetic Aperture Radar), che si basa sul confronto di immagini radar acquisite in tempi diversi per la misura degli spostamenti anche millimetrici della superficie terrestre.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie