Venerdì 24 Settembre 2021 | 18:15

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Il virus

Covid in Puglia, sale indice Rt a 1,24: forse zona rossa fino a Pasqua. Sardegna e Molise in arancione

Ma la Regione pensa anche ad una zona rossa «rafforzata»

Covid 19, sindaci del Barese anticipano zona rossa: mini lockdown nel weekend ad Adelfia

BARI -  Sale ancora l’Rt in Puglia, l’indice di velocità di trasmissione del Covid che adesso è pari a 1,24: è quanto riportato nella bozza del monitoraggio della cabina di regia Iss-ministero della Salute relativa alla settimana dall’8 al 14 marzo. La Puglia, assieme ad altre nove regioni, ha «un livello di rischio alto», quindi quasi certamente resterà in zona rossa sino a Pasqua. Ma il governatore Michele Emiliano ha annunciato che la Regione sta «ragionando sull'ipotesi di stringere ulteriormente le misure rispetto a quelle previste dal Governo nella zona rossa».

Stabile invece è l'indice Rt nazionale fisso ad 1,16. Resta però alta l'incidenza a 7 giorni che fa segnare 264 casi ogni 100.000 abitanti. In ben 13 regioni è stata superata la soglia critica sia per i ricoveri nei reparti di terapia intensiva che in quelli di area medica. Le uniche novità riguardano il passaggio del Molise dalla zona rossa a quella arancione e la Sardegna che dalla zona bianca passa alla zona gialla che però, considerando quanto previsto dal decreto legge Draghi, va automaticamente in arancione. Questi gli esiti del monitoraggio della cabina di regia per questa settimana.

«Dobbiamo spingere tutte le aziende a lasciare a casa il numero più alto possibile di persone per evitare che si contagino sul luogo di lavoro», ha annunciato. Dopo il record di nuovi positivi registrato ieri con oltre 2mila contagi, oggi i casi registrati sono 1.785 su 11.636 test: 652 in provincia di Bari, 154 in provincia di Brindisi, 147 nella provincia Bat, 270 in provincia di Foggia, 239 in provincia di Lecce, 315 in provincia di Taranto, 1 caso di residente fuori regione, 7 casi di provincia di residenza non nota. Sono 27 i decessi: 10 in provincia di Bari, 1 in provincia di Brindisi, 6 in provincia Bat, 2 in provincia di Foggia, 3 in provincia di Lecce, 5 in provincia di Taranto. In tutto in Puglia hanno perso la vita 4.421 persone dall’inizio dell’emergenza. Sono 127.409 i pazienti guariti mentre ieri erano 126.314 (+1095). Aumentano gli attualmente positivi: oggi sono 41.170 mentre ieri erano 40.507 (+663). I pazienti ricoverati sono 1.844 contro i 1.801 di ieri (+43).

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia dall’inizio dell’emergenza è di 173mila. Oggi pomeriggio sono riprese le vaccinazioni con AstraZeneca, i primi ad essere immunizzati sono state le forze dell’ordine, da domani si ricomincerà anche con il personale scolastico. «Lo stop momentaneo all’uso del vaccino AstraZeneca non altera l'andamento della campagna vaccinale. Questa pausa è stata necessaria per chiarire una cosa: tutti i vaccini contro il Covid19 sono ugualmente sicuri ed efficaci. La fiducia nella vaccinazione, unica arma che abbiamo a disposizione per tornare a vivere, non è dunque scalfita», ha dichiarato l’assessore alla Sanità della Regione Puglia, Pierluigi Lopalco. Lo stop per quattro giorni alle somministrazioni di AstraZeneca ha leggermente rallentato la campagna vaccinale in Puglia, che, comunque, resta tra le prime per numero di inoculazioni. Questa mattina alle 6, secondo il report del ministero della Salute, erano 481.362 i vaccini utilizzati, lo scorso lunedì, quando è arrivato il blocco, erano 439.950: sono state, quindi, inoculate poco più di 41mila dosi in quattro giorni, una media di 10mila dosi contro le 13-14mila dei giorni precedenti. Infine, per precauzione, dalla prossima settimana verranno effettuati tamponi a tappeto su tutti i dipendenti della Regione Puglia. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie