Mercoledì 28 Ottobre 2020 | 04:03

NEWS DALLA SEZIONE

La diretta
Conte lancia il decreto Ristori: 5 mld a sostegno delle imprese più colpite dal Dpcm

Ecco il decreto Ristori: 5 mld a sostegno delle imprese più colpite dal Dpcm VD

 
La lite
Coltellate tra migranti nel ghetto di Borgo Mezzanone: un morto

Coltellate tra migranti nel ghetto di Borgo Mezzanone: un morto

 
La decisione
Emergenza Coronavirus, confermata in Puglia la sospensione dei ricoveri ordinari

Emergenza Covid, in Puglia stop a tempo indeterminato per i ricoveri ordinari

 
Il batterio killer
Xylella in Puglia, nuovi focolai nella Piana degli Ulivi Monumentali: 14 alberi infetti

Xylella in Puglia, nuovi focolai nella Piana degli Ulivi Monumentali: 14 alberi infetti

 
Il virus
Covid 19 in Puglia, il 118 di Bari sommerso di chiamate: 1400 al giorno

Covid 19 in Puglia, il 118 di Bari sommerso di chiamate: 1400 al giorno

 
Sanità
Emergenza Covid 19: a Terlizzi da domani pronti altri 40 posti letto

Emergenza Covid 19: a Terlizzi da domani pronti altri 40 posti letto

 
Il bollettino nazionale
Coronavirus in Italia, 21.994 nuovi casi e 221 morti nelle ultime 24 ore

Coronavirus in Italia, 21.994 nuovi casi e 221 morti nelle ultime 24 ore

 
Il caso
Cyberbullismo, 15enne su Instagram: «Basta mi uccido», salvato da amica tarantina

Cyberbullismo, 15enne su Instagram: «Basta mi uccido», salvato da amica tarantina

 
Il primato
Emergenza Covid, aeroporto Bari è il migliore tra i medio-grandi per assistenza

Emergenza Covid, aeroporto Bari è il migliore tra i medio-grandi per assistenza

 
il bollettino
Coronavirus Puglia: 611 nuovi casi e 13 morti, di cui 10 nel Foggiano. Altri 49 ricoveri

Coronavirus Puglia: 611 nuovi casi e 13 morti, di cui 10 nel Foggiano. Altri 49 ricoveri. Riapre Ortopedia a Castellaneta

 
Il caso
Bari, uccise la ex e nascose il corpo in una fabbrica abbandonata: il processo

Bari, uccise la ex e nascose il corpo in una fabbrica abbandonata: il processo

 

Il Biancorosso

Serie c
Bari calcio, Di Cesare: «Conta vincere, non giocare bene»

Bari calcio, Di Cesare: «Conta vincere, non giocare bene»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso
Nicola di Bari ricoverato in rianimazione dopo operazione al cuore

Nicola di Bari ricoverato in rianimazione dopo operazione al cuore

 
FoggiaLa lite
Coltellate tra migranti nel ghetto di Borgo Mezzanone: un morto

Coltellate tra migranti nel ghetto di Borgo Mezzanone: un morto

 
TarantoLa denuncia
M5s Taranto: «Mittal è cattivo pagatore e crea terrore tra gli operai»

M5s Taranto: «Mittal è cattivo pagatore e crea terrore tra gli operai»

 
PotenzaIl caso
Covid 19 in Basilicata: è allarme, reparti sotto pressione

Covid 19 in Basilicata: è allarme, reparti sotto pressione

 
MateraIl virus
Matera, la richiesta del sindaco: «Nuovi interventi per l'ospedale della città»

Matera, la richiesta del sindaco: «Nuovi interventi per l'ospedale della città»

 
LecceLe dichiarazioni
Disordini a Lecce per protesta al Dpcm, il sindaco: «Rabbia non prevalga, facciamo squadra»

Disordini a Lecce per protesta al Dpcm, il sindaco: «Rabbia non prevalga, facciamo squadra»

 
Brindisinel Brindisino
Mesagne, centinaia di chiamate e messaggi alla ex: arrestato mentre era appostato sotto casa

Mesagne, centinaia di chiamate e messaggi alla ex: arrestato mentre era appostato sotto casa

 
Batl'intervista
Pedopornografia on line, don Fortunato: «Non si abbassi la soglia di attenzione»

Pedopornografia on line, don Fortunato: «Non si abbassi la soglia di attenzione»

 

i più letti

Le elezioni

Regionali, a Emiliano appena 27 seggi. Tradito dalle liste civetta

Puglia, gli effetti della legge elettorale: 250mila voti regalati all’opposizione

Pd, Emiliano sbatte la porta: i suoi fuori dalla segreteria

Michele Emiliano

Bari - La valanga di liste civetta gioca un brutto scherzo alla coalizione di Emiliano, che ottiene appena 27 seggi e non i 29 che le spetterebbero avendo superato il 40%. Anche questa volta, dunque, dalla complessità delle norme elettorali emerge una sorpresa che nessuno (nemmeno gli addetti ai lavori) si aspettava: al centrosinistra sembrerebbero infatti spettare solo due seggi di «premio» e non i quattro previsti come tetto massimo.

La motivazione tecnica (alla determinazione del premio di maggioranza concorrono solo le liste che hanno preso seggi) è illustrata nel box a destra. La conseguenza politica, però, è che pur avendo portato a Emiliano la bellezza di 759.732 voti, le 15 liste civetta lo hanno danneggiato sul piano dei seggi dal momento che alla ripartizione dei posti in Consiglio hanno partecipato solo i voti portati a casa da Pd, Con e Puglia popolare (che sono pari 499.368): gli altri 250mila voti sono stati nei fatti «regalati» all’opposizione, che ha ottenuto due seggi in più (23 in totale) di quanto ci si aspettava.

Il Pd porta dunque 16 seggi (quattro a Bari, tre a Foggia e a Lecce, due nella Bat, a Brindisi e a Taranto), sei vanno alla lista civica «Con», cinque ai Popolari di Massimo Cassano: in totale fanno 27 contro i 29 del 2015 (il ventottesimo consigliere di maggioranza è il governatore Emiliano). Al centrodestra vanno invece sei seggi a Fratelli d’Italia, quattro alla Lega, quattro a Forza Italia e tre a Puglia Domani (un altro spetta a Raffaele Fitto come miglior candidato presidente non eletto): il totale fa 18, cinque in più rispetto alla scorsa volta. I Cinque stelle ottengono infine cinque seggi contro gli otto che avevano nella scorsa legislatura.

Rispetto al 2015 ci sono novità anche a livello di distribuzione territoriale. Il Barese conserva 11 consiglieri, Lecce resta a 10 mentre Brindisi cresce da 4 a 5, Foggia passa da 8 a 10, la Bat scende da 7 a 5 e Taranto da 9 a 8. Taranto perde un consigliere perché il nono seggio che spettava alla provincia è quello assegnato a Raffaele Fitto: se il candidato governatore sconfitto dovesse dimettersi, subentrerebbe al suo posto Antonio Scalera, primo della lista Puglia Domani a Taranto. Le altre differenze territoriali dipendono invece dal meccanismo di calcolo, che rende sostanzialmente casuale la provincia in cui scatta il seggio.

Le piccole liste, all’atto pratico, hanno finito dunque per togliere seggi alla coalizione vincitrice: avrebbero potuto recuperare eletti soltanto mettendosi insieme.

Tra alcuni giorni la Corte d’appello di Bari procederà alla proclamazione del presidente. Poi toccherà ai consiglieri, per i quali ci vuole più tempo: le prefetture devono inviare a Bari i verbali di ciascuna provincia, che devono essere verificati per poi procedere all’elaborazione definitiva che porta all’individuazione degli eletti. Un’operazione complessa che potrebbe portare sorprese e aprire la strada a ricorsi.

Nel 2015, lo ricordiamo, fu la Corte d’appello di Bari a modificare i calcoli (che cinque anni fa furono fatti dalla stessa Regione e non dal ministero): al momento della proclamazione spuntò fuori l’ottavo seggio al Movimento Cinque Stelle (ai danni di Forza Italia), e uno di quelli della lista vendoliana Noi a Sinistra traslocò da Foggia a Taranto. Questo proprio perché la Regione nell’effettuare il calcolo non aveva eliminato i voti delle liste che non partecipano alla suddivisione dei seggi (la stessa questione di cui parliamo oggi).

Ma non finì lì, perché il Tar spostò poi un seggio grillino da Bari a Taranto (quello della Laricchia, entrata come presidente sconfitto ma già eletta in quanto prima di lista a Bari) e ripristinò a Taranto il seggio dei vendoliani. Furono presentati altri 8 ricorsi, tutti respinti: alcuni però sostenevano tesi da ricovero in clinica psichiatrica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie