Mercoledì 30 Settembre 2020 | 08:13

NEWS DALLA SEZIONE

Il virus
Covid in Basilicata, 16 nuovi contagi in casa di riposo a Marsicotevere

Covid in Basilicata, 16 nuovi contagi in casa di riposo a Marsicotevere

 
L'appello
Coronovirus, altri 4 casi a Locorotondo, il sindaco ai cittadini: «Rispettate voi e gli altri»

Coronavirus, altri 4 casi a Locorotondo, il sindaco ai cittadini: «Rispettate voi e gli altri»

 
Calcio
Il Bari dice addio a Berra e Scavone: arrivano al Pordenone

Il Bari dice addio a Berra e Scavone: arrivano al Pordenone

 
Serie B
Lecce calcio, arriva l'attaccante Stepinski in prestito dal Verona

Lecce calcio, arriva l'attaccante Stepinski in prestito dal Verona

 
Il virus
Coronavirus Bari, positivo addetto alle pulizie dell'Amtab: chiuso ufficio

Coronavirus Bari, positivo addetto alle pulizie dell'Amtab: chiuso ufficio

 
Il batterio killer
La Xylella avanza verso Nord: 50 nuovi ulivi infetti nell'area di Monopoli

La Xylella avanza verso Nord: 50 nuovi ulivi infetti nell'area di Monopoli

 
La cerimonia
Bari, 400 pergamene per i laureati durante il lockdown: cerimonia in piazza del Ferrarese

Bari, 400 pergamene per i laureati durante il lockdown: cerimonia in piazza del Ferrarese VD

 
Il bollettino nazionale
Covid 19 in Italia, 1648 contagi e 24 morti nell'ultimo giorno

Covid 19 in Italia, 1648 contagi e 24 morti nell'ultimo giorno

 
Salute
Andria, prelievo multiorgano al Bonomo: 86enne dona fegato e reni. Saranno trapiantati a Bari

Andria, prelievo multiorgano al Bonomo: 86enne dona fegato e reni. Saranno trapiantati a Bari

 
Il virus
Coronavirus in Puglia, attivi 35 focolai in tutta la Regione

Coronavirus in Puglia, attivi 35 focolai in tutta la Regione

 
Nel Potentino
Basilicata, cerca di vendere sui social un pappagallo australiano: denunciato

Basilicata, cerca di vendere sui social un pappagallo australiano: denunciato

 

Il Biancorosso

Calcio
Il Bari dice addio a Berra e Scavone: arrivano al Pordenone

Il Bari dice addio a Berra e Scavone: arrivano al Pordenone

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatLa visita
Comunali, Di Maio ad Andria: «Sindaco M5s farà rinascere la città»

Comunali, Di Maio ad Andria: «Sindaco M5s farà rinascere la città»

 
BariL'appello
Coronovirus, altri 4 casi a Locorotondo, il sindaco ai cittadini: «Rispettate voi e gli altri»

Coronavirus, altri 4 casi a Locorotondo, il sindaco ai cittadini: «Rispettate voi e gli altri»

 
FoggiaIl caso
Partecipano a festa di Prima Comunione: 20 contagi nel Foggiano

Partecipano a festa di Prima Comunione: 20 contagi nel Foggiano

 
LecceIl video
Lecce, ecco l’assassino mentre rientrava casa dopo aver ammazzato i fidanzati

Lecce, ecco l’assassino mentre rientrava a casa dopo aver ammazzato i fidanzati. Tutti gli errori del killer

 
TarantoLa celebrazione
Mittal, a Taranto la cerimonia in memoria delle vittime del lavoro

Mittal, a Taranto la cerimonia in memoria delle vittime del lavoro

 
MateraNel Materano
Francis Ford Coppola è cittadino onorario di Bernalda

Francis Ford Coppola è cittadino onorario di Bernalda

 
BrindisiNel Brindisino
Campo di Mare, sbarcati 47 migranti egiziani nella notte: stanno tutti bene

Campo di Mare, sbarcati 47 migranti egiziani nella notte: stanno tutti bene

 

Emergenza Sanitaria

Covid 19 Puglia, tampone per chi torna da Spagna, Malta e Grecia: se è negativo niente isolamento. La circolare

Per chi non avrà contratto il covid, la quarantena si riduce dunque a due-tre giorni, il tempo massimo in cui le Asl – tramite i dipartimenti di prevenzione – garantiranno il prelievo del tampone e la comunicazione dell’esito

Bari, potenziato laboratorio Covid al Di Venere: 500 tamponi al giorno

BARI - Chi rientra in Puglia da Spagna, Grecia e Malta dovrà rimanere in isolamento per il tempo tecnico di effettuare il tampone e ottenere l’esito negativo. E’ questo che prevede la circolare di chiarimenti diramata dalla Regione. Per chi non avrà contratto il covid, la quarantena dovrebbe ridursi a 3 giorni, il tempo massimo in cui le Asl – tramite i dipartimenti di prevenzione – garantiranno il prelievo del tampone e la comunicazione dell’esito.

La Regione è dunque intervenuta, dopo l’ordinanza con cui martedì il governatore Michele Emiliano ha imposto la quarantena obbligatoria per chi rientra dai tre Stati europei che stanno producendo il maggior numero di casi, per tenere conto delle numerose proteste arrivate da ogni parte. Il tampone e la mancanza di sintomi – questo è il principio – sono sufficienti per interrompere la quarantena. I pugliesi che rientrano dalle vacanze dovranno dunque registrarsi sul sito della Regione e verranno chiamati dalle Asl per il prelievo. Fanno eccezione i contatti stretti di persone che dovessero risultare positive: dovranno rimanere a casa in quarantena anche se il loro tampone sarà negativo.

CLICCA QUI PER SCARICARE LA DISPOSIZIONE REGIONALE 

«Vi ricordo - ha scritto Emiliano sulla sua pagina Facebook - che rimane l'obbligo per tutti coloro che arrivano da altre regioni italiane e da tutti i Paesi esteri di autosegnalarsi sul sito https://www.sanita.puglia.it/autosegnalazione-coronavirus. Questo obbligo è disposto per tutti, residenti in Puglia e non residenti e quindi anche per i turisti. Per coloro che si autosegnalano si attiva la sorveglianza attiva da parte dei Dipartimenti di prevenzione delle Asl. Grazie a un protocollo sottoscritto con le Forze dell'Ordine, i controlli sul rispetto dell'obbligo di autosegnazione saranno rafforzati. Le Forze dell'Ordine daranno anche supporto all'azione delle nostre Asl nel tracciamento dei contatti stretti dei casi positivi Covid19».

«RISPETTATE NORME ANTI COVID» IL RICHIAMO DELLA REGIONE AI SANITARI - Dopo i casi di contagio registrati in alcuni ospedali pugliesi, il direttore del dipartimento Salute, Vito Montanaro, e il professore Pierluigi Lopalco, capo della task force per l’emergenza Coronavirus, hanno inviato ad Asl, ospedali e primari una circolare «urgente» per richiamare tutti gli operatori sanitari al rispetto delle misure anti Covi-19. "Tutte le misure di prevenzione - si legge al primo punto delle 17 disposizioni - devono essere puntualmente rispettate». I responsabili regionali chiedono «particolare cura alla comunicazione nei confronti dei cittadini delle misure di prevenzione» e poi evidenziano i protocolli da seguire alla lettera. Ad esempio, «garantire effettiva disponibilità di detergenti per le mani, distanziamento di sicurezza in tutte le circostanze, ventilazione frequente dei locali, pulizia». E ancora: tutti i pazienti, visitatori e fornitori che accedono nelle strutture sanitarie devono indossare la mascherina; gli accessi programmati per visite ed esami devono avvenire solo su prenotazione, evitando la presenza di più pazienti in contemporanea; gli accessi ai visitatori devono essere limitati alle situazioni strettamente necessarie; devono essere garantite in tutte le strutture le attività di pre triage, le «aree grigie» dove valutare i casi sospetti, e anche «in condizioni di emergenza/urgenza deve essere eseguito il tampone». «Ogni paziente, anche in assenza di sintomi deve essere considerato potenzialmente contagioso», ribadiscono Lopalco e Montanaro nella circolare. A tutti gli operatori sanitari, inoltre, deve essere garantita la disponibilità di dispositivi di protezione individuale e «non è giustificabile in nessun caso il mancato utilizzo dei Dpi». Infine, gli operatori sanitari che dovessero "risultare esposti a causa del mancato utilizzo dei Dpi devono essere immediatamente allontanati dal servizio e sottoposti a sorveglianza sanitaria e accertamento diagnostico con tampone».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie