Mercoledì 21 Ottobre 2020 | 18:23

NEWS DALLA SEZIONE

Il virus
Covid 19 a Taranto, focolaio in Rssa nel quartiere Paolo VI: 8 pazienti positivi

Covid 19 a Taranto, focolaio in Rssa nel quartiere Paolo VI: 8 pazienti positivi

 
L'incontro
Emergenza Covid, ministra Lamorgese ai sindaci Città metropolitane: «Avrete forze di polizia necessarie»Decaro: «Più agenti per controlli»

Covid, ministra Lamorgese a sindaci Città metropolitane: «Avrete forze di polizia necessarie». Decaro: «Più agenti per controlli»

 
Il bollettino nazionale
Coronavirus Italia, 15199 nuovi casi e 127 morti nelle ultime 24 ore. Record di tamponi

Coronavirus Italia, 15199 nuovi casi e 127 morti nelle ultime 24 ore. Record di tamponi

 
La novità
Ecco il tessuto «ammazza» Covid 19: realizzato in Puglia è utile a scuola e in ospedale

Ecco il tessuto «ammazza» Covid 19: realizzato in Puglia è utile a scuola e in ospedale

 
I dati regionali
Covid in Puglia, curva contagi stabile: 295 nuovi casi su oltre 5.800 tamponi e altri due decessi nel barese

Covid in Puglia, curva contagi stabile: 324 casi su 5300 tamponi e altri 2 morti nel Barese. Potenziato il Riuniti a Foggia. Otto positivi in Rssa a Taranto

 
Tragedia sfiorata
Foggia, cassone di camion sbatte contro grosso ramo di albero: illeso il conducente

Foggia, cassone di camion sbatte contro grosso ramo di albero: illeso il conducente

 
Paura contagio
Bari, presunto caso Covid tra i poliziotti della squadra mobile: sanificati gli uffici

Bari, presunto caso Covid tra i poliziotti della squadra mobile: sanificati gli uffici

 
dati regionali
Covid in Basilicata, 95 positivi su 1200 tamponiBardi: «Sarà operativo ospedale da campo dono del Quatr»

Covid in Basilicata, 95 positivi su 1200 tamponi
Bardi: «Sarà operativo ospedale da campo dono del Quatar»

 
Serie B
Lecce calcio, mister Corini: «Contro la Cremonese squadra d'attacco ma più attenta»

Lecce calcio, mister Corini: «Contro la Cremonese squadra d'attacco ma più attenta»

 
ammortizzatori sociali
Mittal Taranto, chiesta proroga cassa integrazione per 13 settimane

Mittal Taranto, chiesta proroga cassa integrazione per 13 settimane

 
Le indagini
Marconia, violenza di gruppo su turiste minorenni: altri 4 arresti

Marconia, violenza di gruppo su turiste minorenni: altri 4 arresti

 

Il Biancorosso

Biancorossi
Bari, Auteri: «Derby col Monopoli sarà partita tosta»

Bari, Auteri: «Derby col Monopoli sarà partita tosta»

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl virus
Covid 19 a Taranto, focolaio in Rssa nel quartiere Paolo VI: 8 pazienti positivi

Covid 19 a Taranto, focolaio in Rssa nel quartiere Paolo VI: 8 pazienti positivi

 
Bariemergenza coronavirus
Toritto, troppi contagi Covid: sindaco chiude scuole, parchi e sale gioco sino a fine ottobre

Toritto, troppi contagi Covid: sindaco chiude scuole, parchi e sale gioco sino a fine ottobre

 
Lecce#IoStoconMarilù
Puglia, al via la campagna social a sostegno della giornalista minacciata Mastrogiovanni

Puglia, al via la campagna social a sostegno della giornalista minacciata Mastrogiovanni

 
BatL'impatto
S. Ferdinando di Puglia, scontro tra auto e mezzo Anas: : 2 feriti, SS16 chiusa al traffico

S. Ferdinando di Puglia, scontro tra auto e mezzo Anas: : 2 feriti, SS16 chiusa al traffico

 
FoggiaTragedia sfiorata
Foggia, cassone di camion sbatte contro grosso ramo di albero: illeso il conducente

Foggia, cassone di camion sbatte contro grosso ramo di albero: illeso il conducente

 
Potenzaintervento dei CC
Rapolla, atti osceni in luogo pubblico e adescamento: 35enne arrestato

Rapolla, atti osceni in luogo pubblico e adescamento: 35enne arrestato

 
Brindisil'arresto
Cisternino, blitz dei carabinieri in hotel: preso latitante affilato Scu

Cisternino, blitz dei carabinieri in hotel: preso latitante affiliato Scu

 
MateraLe indagini
Marconia, violenza di gruppo su turiste minorenni: altri 4 arresti

Marconia, violenza di gruppo su turiste minorenni: altri 4 arresti

 

VERSO LE ELEZIONI

Regionali 2020, il derby Fitto-Emiliano con troppi sondaggi discordanti

Due certezze: la sfida Lega-Fdi, il rischio soglia al 4% a sinistra

Regionali, il derby Fitto-Emiliano  con troppi sondaggi discordanti

La campagna elettorale per le regionali pugliesi decollerà dopo la consegna delle liste con i candidati (entro il 22 agosto). In queste torride giornate agostane si discute soprattutto di candidati contesi (tra centrodestra e centrosinistra) e di sondaggi.
Da febbraio ad oggi le rilevazioni degli istituti demoscopici sulla contesa per la presidenza della Puglia sono stati decine, quelli resi noti un po’ meno. A febbraio erano stati commissionati da Fdi e mostravano un vantaggio del candidato di centrodestra Raffaele Fitto su l’uscente Michele Emiliano di ben 14 punti. Successivamente - a ridosso della decisione della coalizione conservatrice di scegliere come aspirante governatore l’eurodeputato di Maglie, a inizio giugno - per Noto e Masia il centrodestra conservava un vantaggio di circa sette punti sulla coalizione progressista (per Masia la Laricchia, 5S, era al13%, il renziano Scalfarotto al 5%). Da febbraio a giugno la politica aveva cambiato registro a causa della pandemia: la crisi sanitaria ha dato una inattesa visibilità ai governatori, che hanno utilizzato anche le finestre televisive dell’infotainment (i talk di Barbara D’Urso e Massimo Giletti, oltre ai salotti televisivi di Nicola Porro, Bianca Berlinguer e Barbara Palombelli). Il contrasto al Coronavirus ha consentito al governatore campano Vincenzo De Luca di ribaltare le previsioni e tornare in testa, mentre il presidente pugliese Emiliano ha rafforzato la sua posizione (recuperando quasi sette punti in tre mesi).

Nelle ultime settantadue ore ci sono stati altri sondaggi a far discutere i candidati in campo e gli addetti ai lavori. Il primo è stato diffuso da Tecnè (commissionato dall’agenzia di stampa di estrazione progressista Dire), poi è arrivata la rilevazione Gps, e infine su «Il Giornale» i riscontri dell’Istituto Noto. I numeri? Per Tecnè Fitto è in testa con un vantaggio di cinque punti, dato tra il 40 ed il 44% ed Emiliano tra il 35 e 39%, con la Laricchia (5S) tra il 13 e il 17%, Scalfarotto tra il 2,5 e il 6,5%. Il sondaggio Gps dà invece un risultato opposto: Emiliano primo al 42,3%, Fitto al 37,9%, la Laricchia al 16,1%, Scalfarotto al 2,1%. Le statistiche dell’Istituto Noto: Fitto in vantaggio netto con il 40-44%, Emiliano al 34-38, la Laricchia al 14-18%, Scalfarotto al 3-5%.

Qualche elemento di riflessione in più arriva invece - a destra e a sinistra - dalle rilevazioni di Noto sui partiti. Nel centrodestra la Puglia diventa cruciale per una nuova gerarchia di forze tra Lega e Fratelli d’Italia: Il Carroccio è al 13%, incalzato dai meloniani (storicamente radicati nella regione) al 12%. Un sorpasso potrebbe rafforzare ulteriormente la posizione della Meloni nell’alleanza, grazie ad un trend di crescita di consensi a cui le vittorie sul campo (possibili alle regionali in Puglia e Marche) darebbero ulteriore slancio. La Lega Puglia, però, non sta a guardare e da un lato programma una forte presenza del leader nazionale Salvini e dall’altro ha predisposto una campagna nei territori per categorie (domani si parte con Nuccio Altieri e altri dirigenti in visita nelle maggiori aziende agricole della Capitanata, puntando sull’Agricoltura come settore dove fare il pieno di voti).

Nel centrosinistra, per Noto, il Pd è l’asso pigliatutto, al 24%, mentre solo una lista civica di Emiliano supera lo sbarramento del 4% per accedere alla divisione dei seggi (Puglia verde e solidale all1,5%, Articolo1-Mdp 1,5%). Su questo particolare dei partiti, però, risalta come non siano stati rilevati alcuni punti fermi della coalizione emilianista come il partito di Pizzarotti-Abbaticchio, Italia in Comune, e Puglia popolare di Massimo Cassano e Gianni Stea. Questo dato potrebbe avere effetti nelle prossime ore, generando, come già anticipato dalla «Gazzetta», un accorpamento degli oltre dieci simboli di partiti movimenti presentati da Michele Emiliano: con lo spettro dello sbarramento al 4%, potrebbero nascere biciclette e anche qualche triciclo.  

FITTO: «FDI RISPETTERA' DOPPIA PREFERENZA» - «Noi faremo quello che prevede la legge, rispetteremo la legge in base a quello che il governo ha deciso facendo fare alla nostra regione una figura imbarazzante». Lo ha detto Raffaele Fitto (FdI), candidato del centrodestra alla presidenza della Regione Puglia, rispondendo ai cronisti che gli cheidevano se la lista di Fratelli d’Italia rispetterà il principio della parità di genere, garantendo almeno il 40% dei posti alle donne. Fitto ne ha parlato a margine di una conferenza stampa a Bari, in cui sono state presentate le prime candidature di FdI alle elezioni regionali.
«L'ipocrisia - ha continuato Fitto - di chi ha governato questi anni senza affrontare il tema cresce, ma crescerà ancora di più: invito, infatti, tutti quanti a vedere il 22 settembre quante delle candidate che vengono inserite nelle liste verranno elette». «La sinistra in questa regione - ha concluso - non ha avuto la volontà di approvare la legge sulla parità di genere in cinque anni, ha fatto venire meno il numero legale in Consiglio regionale e non lo hanno voluto riconvocare. E oggi sono ancora a parlare di questo tema quando dovrebbero solo stare zitti».

DFI CANDIDA EX COMMISSARIO XYLELLA - Tommaso Scatigna, Giuseppe Silletti, Irma Melini e Ignazio Zullo: sono i primi quattro candidati consiglieri regionali di Fratelli d’Italia alle prossime Regionali in Puglia. Sono stati presentati questa mattina in conferenza stampa, a Bari, dal candidato presidente della coalizione di centrodestra Raffaele Fitto, dal coordinatore regionale pugliese di Fratelli d’Italia Marcello Gemmato, insieme con i coordinatori provinciali di Bari, Filippo Melchiorre e Antonio Distaso.

Tommaso Scatigna, ex sindaco di Locorotondo, «ha rivoluzionato la città rendendola una delle migliori d’Italia», ha detto Gemmato. Il generale Giuseppe Silletti, ex commissario straordinario per l’emergenza Xylella, è «noto a tutti per aver tentato con il suo Piano di fermare la diffusione» della fitopatia, ha aggiunto. Poi, ha concluso, ci sono «Irma Melini, pasionaria della destra, che ha condiviso il nostro percorso politico; e Ignazio Zullo, capogruppo in Regione, punta di diamante delle denunce di cattiva gestione del tema sanità in Puglia».

«Candidati con tracciabilità, forti e di qualità - hanno aggiunto Melchiorre e Distato - nessun riempi-lista, con una presenza femminile non accidentale ma da noi voluta con convinzione, essendo rappresentativi di un partito guidato da una donna». 

  

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie