Giovedì 24 Settembre 2020 | 00:46

NEWS DALLA SEZIONE

la vertenza
Miattal Taranto, stop sciopero di domani: «C'è impegno ministro Patuanelli»

Mittal Taranto, stop sciopero di domani: «C'è impegno ministro Patuanelli»
«Nessun licenziato in Ilva As»

 
sanità
Coronavirus, Speranza a Bari: «Dati Italia tra i migliori in Europa»Intanto oggi +1.640 casi e 20 morti

Ministro Speranza a Bari: «Covid, dati Italia tra i migliori in Europa»
Intanto oggi +1.640 casi e 20 morti

 
Dati nazionali
Coronavirus, sale ancora curva contagi (1.640) e altri 20 decessi: record di tamponi in 24 h (oltre 103mila)

Coronavirus, sale ancora curva contagi (1.640) e altri 20 decessi: record di tamponi in 24 h (oltre 103mila)

 
L'incontro
Mittal Taranto, Patuanelli: «Serve sostenibilità su tutti i fronti»

Mittal Taranto, Patuanelli: «Serve sostenibilità su tutti i fronti»

 
L'annuncio
Puglia, nuova Giunta regionale, parità di genere rispettata: ci saranno 5 donne e 5 uomini

Puglia, nuova Giunta regionale, parità di genere rispettata: ci saranno 5 donne e 5 uomini

 
la svolta
Lecce, duplice omicidio, sospettato in Procura: è un 37enne di Aradeo

Lecce, duplice omicidio, interrogato sospettato: la Procura smentisce
Autopsia: «Ferocia omicida su donna»

 
Serie C
Bari calcio, ceduto il centrocampista Schiavone alla Salernitana

Bari calcio, ceduto il centrocampista Schiavone alla Salernitana

 
Il caso
Regionali, Lacarra (Pd): da ex compagni parole di odio, aspettiamo scuse

Regionali, Lacarra (Pd): da ex compagni parole di odio, aspettiamo scuse

 
la protesta
Bari calcio, striscione davanti al San Nicola: «Seguaci della Nord» contro le restrizioni negli stadi

Bari, striscione davanti al S.Nicola: «Seguaci della Nord» contro restrizioni negli stadi

 
Il bollettino
Covid Puglia, altri 89 positivi e due decessi. Il focolaio Sop a Polignano a quota 200 contagiati

Covid Puglia, altri 89 positivi e due decessi: 214 in ospedale
Foggia, chiuso Ufficio anagrafe

 

Il Biancorosso

NEWS DALLE PROVINCE

Batpost voto
Trani, con il Bottaro bis ecco il nuovo consiglio comunale

Trani, con il Bottaro bis ecco il nuovo consiglio comunale

 
Tarantola vertenza
Miattal Taranto, stop sciopero di domani: «C'è impegno ministro Patuanelli»

Mittal Taranto, stop sciopero di domani: «C'è impegno ministro Patuanelli»
«Nessun licenziato in Ilva As»

 
Foggiaemergenza contagi
Foggia, dipendente positivo Covid: chiuso Ufficio anagrafe

Foggia, dipendente positivo Covid: chiuso Ufficio anagrafe

 
Brindisiil provvedimento
Ostuni, truffava commercianti e imprenditori: 49enne arrestato dalla Ps

Ostuni, truffava commercianti e imprenditori: 49enne arrestato dalla Ps

 
Potenzala sentenza
Potenza, giornalista diffamata su Fb: funzionario Regione condannato a 1 anno e 6 mesi

Potenza, giornalista diffamata su Fb: funzionario Regione condannato a 1 anno e 6 mesi

 
Leccela svolta
Lecce, duplice omicidio, sospettato in Procura: è un 37enne di Aradeo

Lecce, duplice omicidio, interrogato sospettato: la Procura smentisce
Autopsia: «Ferocia omicida su donna»

 
BariAvvio anno scolastico
Scuola in Provincia di Bari: 110 nuove aule «anti Covid» e 75 cantieri in 25 Comuni

Scuola in Provincia di Bari: 110 nuove aule «anti Covid» e 75 cantieri in 25 Comuni

 
Materal'anniversario
Matera, quel 21 settembre che cambiò la nostra storia

Matera, quel 21 settembre che cambiò la nostra storia

 

i più letti

post-Covid

Ansia e panico, salute mentale a prova di Coronavirus: in aumento i disagi psicologici

Le conseguenze emotive saranno più chiare tra qualche mese

Ansia e panico, salute mentale a prova di virus

BARI - Nel periodo del lockdown (dalla seconda settimana di marzo fino ai primi giorni di maggio) i pazienti che confluiscono ai centri di salute mentale della Asl Bari hanno saputo affrontare l’eccezionalità del periodo quasi senza scompensi. Mentre il Paese era rinchiuso, loro hanno accettato l’imprevisto sentendosi in qualche maniera addirittura protetti dalla vicinanza dei loro familiari. La fase 1, insomma, ha lasciato meno strascichi di quanto, al contrario, sia avvenuto successivamente.
«Dopo il 4 maggio e sempre di più man mano che l’estate si avvicinava - afferma Domenico Semisa, direttore del Dipartimento di Salute Mentale della Asl Bari - abbiamo constatato e continuiamo a constatare comportamenti opposti: persone che commettono imprudenze, senza la minima preoccupazione di evitare assembramenti, oppure gente ancora paralizzata dalla paura di uscire, socializzare, viaggiare o anche solo sostare in luoghi frequentati.

Questa continua incertezza, determinata forse dalla scarsa conoscenza dell’andamento pandemico e da informazioni talora contraddittorie, ha disorientato gli stessi pazienti che avrebbero voluto tornare a essere assistiti di persona, ma che non sapevano in che misura farlo senza correre rischi. Cosicché c’è chi ci chiede di tornare in presenza e chi di intervenire da remoto. Per recuperare la corretta distanza nella relazione (non solo quella fisica, ma anche quella psicologica ed emozionale) ci sarà bisogno di tempo. Le conseguenze emotive oltre che psicopatologiche legate alla Covid-19 saranno più chiare, e suffragate da dati, tra qualche mese».

PERCORSO Una nuova ondata potrebbe complicare ancor più il percorso, proprio mentre gli specialisti stanno lavorando per permettere di elaborare e metabolizzare il trauma. «Aver vissuto questa esperienza - spiega Semisa - rende tutti noi più forti. I pazienti che si rivolgono ai Servizi saranno più preparati anche sul piano psicologico. Per il resto, continueremo a garantire gli interventi previsti nei piani terapeutici, oltre a essere sempre pronti all’emergenza. Del resto, pure nel periodo di lockdown non ci siamo mai sottratti. Siamo intervenuti per i ricoveri: le équipe hanno dato supporto al 118. Così come sono state continue le consulenze a distanza, anche con la collaborazione delle famiglie, in modo che sapessero attingere a risorse proprie e valorizzare le capacità di resilienza. I congiunti sono abituati a gestire i propri cari, esiste la competenza anche dell’esperienza, non solo dello studio.

Purtroppo, la pandemia ha ritardato, ma non certo accantonato, il percorso per implementare i PDTA (Percorsi diagnostici terapeutici assistenziali) anche per le patologie psichiatriche maggiori. Questi sono strumenti di pianificazione efficaci ed efficienti in grado di raccordare tutte le fasi di diagnosi-cura-assistenza-riabilitazione, anche con lo scopo di uniformare i processi clinici rivolti a una determinata categoria di pazienti».

RECUPERO - Il principio del 21esimo secolo, raccomandato in tutte le linee guida cliniche e professionali, nonché focus esplicito nelle politiche internazionali sulla salute mentale, è la recovery, un percorso che mira ad attivare risorse individuali che permettano al paziente di vivere in modo pieno la sua vita nonostante la patologia.

Per giungere allo scopo, però, è necessario ci siano organici sufficienti. «La recovery - approfondisce Semisa - racchiude in sé anche il concetto di “prevenzione della cronicità” con l’obiettivo di recuperare il paziente consentendogli, nonostante la patologia, di reinserirsi nella società sfruttando le capacità di cui è dotato. Riguardo alle risorse umane, al di là di quanto previsto nella dotazione organica, talora scontiamo la carenza di professionisti disponibili nel contesto. Ad esempio, ci sono pochi psichiatri a causa del numero limitato di borse di specializzazione. La Asl mette in atto procedure concorsuali e tutti gli istituti contrattuali disponibili per poterli reclutare, ma il numero già ridotto di medici che si riesce a reperire rischia di essere purtroppo compensato da altrettanti pensionamenti o trasferimenti. Si è deciso dunque di fare anche un’altra operazione: stiamo puntando a valorizzare le altre figure professionali che compongono l’équipe multiprofessionale del servizio psichiatrico: verranno assunti psicologi, infermieri, tecnici della riabilitazione, educatori professionali, assistenti sociali e, per i servizi di neuropsichiatria infantile, logopedisti e tecnici della psiconeuromotricità».

ORGANICO - Nella ASL è stata recentemente programmata l’assunzione di 50 psicologi tra Dipartimento di salute mentale e strutture aziendali ospedaliere e territoriali. Arriveranno a breve i 10 tecnici della riabilitazione psichiatrica assunti con concorso: sono stati inviati a visita medica e sono in attesa di essere contrattualizzati. Tra gennaio e giugno scorso hanno preso servizio 9 psichiatri ed è già in corso una nuova procedura concorsuale, in attesa della cui definizione l’Asl ha previsto il conferimento di incarichi a tempo determinato in base al fabbisogno. Nel dipartimento rientrano 7 centri di salute mentale territoriali, il servizio di Npia (Neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza) organizzato in 4 macro aree, 3 Servizi psichiatrici di diagnosi e cura ospedalieri (Spdc), la Psicologia clinica, il Centro per i disturbi del comportamento alimentare, il Gippsi (Gestione interdisciplinare prevenzione psicosi, progetto di collaborazione tra il Dsm ed Epasss, l’Ente provinciale Acli servizi sociali e sanitari) e il Centro diurno «Cunegonda» per il recupero di pazienti psichiatrici.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie