Lunedì 06 Luglio 2020 | 04:19

NEWS DALLA SEZIONE

In Località Fiumara
Barletta, tragedia in mare 43enne muore dopo aver salvato la figlia

Barletta, tragedia in mare 43enne muore dopo aver salvato la figlia

 
Progettualità socio educative
Pet therapy, l’aiuto a chi è in difficoltà

Pet therapy, in Puglia un aiuto concreto a chi è in difficoltà

 
L’impegno civico
Giuseppe, primo da sinistra

Giuseppe, volontario precoce, sogna una Terlizzi superpulita

 
Il bollettino nazionale
Coronavirus Italia, 192 nuovi contagi e 7 morti nelle ultime 24 ore

Coronavirus Italia, 192 nuovi contagi e 7 morti nelle ultime 24 ore

 
Playoff promozione
Potenza, stasera in campo per l'esordio palyoff

Potenza, stasera in campo per l'esordio play off contro il Catanzaro

 
Verso il voto
Regionali Puglia, asse Pd-M5S? Emiliano: «Non tradiamo l'appello di Conte»

Regionali Puglia, asse Pd-M5S? Emiliano: «Non tradiamo l'appello di Conte»

 
L'incidente
San Cataldo, un’auto finisce a «sorpresa» in mare, sgomento tra i bagnanti

San Cataldo, un’auto finisce a «sorpresa» in mare: sgomento tra i bagnanti

 
La tragedia
Femminicidio a Cerignola, una donna uccisa a colpi di pistola

Femminicidio a Cerignola, donna uccisa a colpi di pistola: fermato il marito

 
la denuncia
Agricoltura, «Puglia maglia nera in Italia per fondi Ue»

Agricoltura, «Puglia maglia nera in Italia per fondi Ue»

 
bollettino regionale
Coronavirus in Puglia, prima domenica di luglio con 0 contagi (1637 test) e 0 decessi

Coronavirus Puglia, prima domenica di luglio con 0 contagi (1637 test) e 0 morti

 
fase 3
Bari, bonus vacanze buttato a mare: ci danneggia

Turismo, bonus vacanze buttato a mare: ci danneggia

 

Il Biancorosso

SERIE C
Bari calcio, Schiavone: «In campo sempre per vincere»

Bari calcio, Schiavone: «In campo sempre per vincere»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatIn Località Fiumara
Barletta, tragedia in mare 43enne muore dopo aver salvato la figlia

Barletta, tragedia in mare 43enne muore dopo aver salvato la figlia

 
BariPet terapy
Bari, a grande riscossa degli asini

Bari, la grande riscossa degli asini di Lama Balice

 
TarantoIl siderurgico
ArcelorMittal, sindaco di Taranto: «Valutiamo esposto su emissioni»

ArcelorMittal, sindaco di Taranto: «Valutiamo esposto su emissioni»

 
LecceSocial news
Gianni Morandi da Matera a Lecce: continua la vacanza del cantante al Sud

Gianni Morandi da Matera a Lecce: continua la vacanza del cantante al Sud

 
HomeLa tragedia
Femminicidio a Cerignola, una donna uccisa a colpi di pistola

Femminicidio a Cerignola, donna uccisa a colpi di pistola: fermato il marito

 
PotenzaSanità
Potenza, il gioco dell'oca delle prescrizioni: le strutture possono rifiutarle

Potenza, il «gioco dell'oca» delle prescrizioni: le strutture possono rifiutarle

 
MateraIl fenomeno
Marina di Pisticci, chiazze sullo Jonio, già scomparse. Al via gli accertamenti

Marina di Pisticci, chiazze sullo Jonio, già scomparse: al via gli accertamenti

 
BrindisiNel brindisino
Bruciati automezzi di una casa vinicola a Cellino San Marco

Cellino San Marco, bruciati automezzi di una casa vinicola

 

i più letti

La ricostruzione

Scandalo chiesa San Nicholas e New York: arrestato ex direttore Arcidiocesi

Jerome Dimitriou si sarebbe appropriato di mezzo milione di dollari: parte del denaro era quello donato dalla città di Bari 17 anni fa

Scandalo chiesa San Nihcolas e New York: arrestato ex direttore Arcidiocesi

Anche la Procura federale di Manhattan «festeggia» la vigilia di San Nicola, ma ovviamente a modo suo. Ha fatto arrestare l’ex «direttore esecutivo» dell’Arcidiocesi greco-ortodossa di New York Jerome Dimitriou con l’accusa di essersi appropriato illecitamente di oltre 500mila dollari dell’istituzione ecclesiastica, che gestisce il fondo destinato alla costruzione della nuova chiesa di San Nicholas, opera per la quale il Comune di Bari donò 258mila euro (pari a circa 300mila dollari), consegnati ormai 17 anni fa dall’allora sindaco Simeone Di Cagno Abbrescia. Fondi prelevati dai bilanci comunali. Ne danno notizia vari «media» statunitensi, fra i quali il “Washington Post”, il “New York Times” e l’Associated Press.

L’arresto e l’incriminazione per frode di Dimitriou, liberato dietro pagamento di una cauzione di 150mila dollari, non è un fulmine a ciel sereno, in quanto risale ad un anno fa la notizia dell’apertura di un’inchiesta penale sul «caso» del tempietto in costruzione nel cuore della Grande Mela , ma è certo l’esito più eclatante del grosso scandalo finanziario all’interno dell’Arcidiocesi statunitense, evidentemente ancora non risolto, culminato alla fine del 2017, proprio in vista della festività di San Nicola, con il blocco dei lavori di completamento della chiesa dedicata al Vescovo di Myra, rimasti fermi a tutt’oggi, luogo di culto che la comunità locale ha inteso edificare poco lontano dal sito dove sorgeva l’antica San Nicholas, distrutta con le Torri Gemelle negli attentati terroristici dell’11 settembre 2001.

La grande emozione suscitata dalla strage di quel giorno e la «fratellanza» nei confronti dei newyorchesi nel comune culto di San Nicola spinse l’Amministrazione comunale di Bari alla donazione di una cifra che corrisponde, evidentemente, a più della metà della somma di cui l’ex direttore esecutivo dell’Arcidiocesi si sarebbe appropriato.

L’Arcidiocesi dalla primavera scorsa con il suo nuovo Metropolita Elpidophoros (52 anni, turco), si è lanciata in una nuova campagna pubblica per sollecitare nuove donazioni utili a completare la nuova chiesa intitolata a San Nicola nel cuore di Manhattan, il cui costo finale è stato ricalcolato «al ribasso» (sarà effetto del «black friday?») da una somma iniziale di 80 milioni a 50 milioni di dollari, una montagna di denaro dovuta alle finiture particolarmente impegnatice richieste dal progetto dell’archistar Santiago Calatrava.

Ora, se da un lato l’ex direttore Dimitriou rischia fino a 40 anni di carcere perché avrebbe speso quei soldi in viaggi suoi e della famiglia nonché in abbonamenti, acquisti, palestra e tanto altro (comunque si è già dichiarato innocente), l’Arcidiocesi ha commentato l’arresto-choc con un comunicato ufficiale nel quale dichiara che sin dal 2017 era a conoscenza delle «irregolarità finanziarie», sulle quali fece avviare accertamenti da due società di revisione, e che comunque dagli accertamenti condotti risulta che «la presunta appropriazione indebita di cui è accusato il signor Dimitriou non sembra essere correlata a San Nicholas».
fizzarotti@gazzettamezzogiorno.it

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie