Sabato 13 Agosto 2022 | 14:53

In Puglia e Basilicata

Sport

Pallavolo, gli azzurri vogliono Tokyo: nel weekend a Bari a caccia del pass

Pallavolo, gli azzurri vogliono Tokyo: nel weekend a Bari a caccia del pass

Venerdì la partita contro il Camerun, Juantorena: chance unica giochiamo in casa

07 Agosto 2019

Redazione online

BARI -  Il volo per Tokyo passa per Bari. Dopo il successo delle azzurre, tocca alla nazionale maschile di pallavolo scendere in campo per cercare di conquistare la qualificazione alle Olimpiadi del prossimo anno: nel week end nel capoluogo pugliese va in scena il torneo preolimpico che mette in palio il pass a cinque cerchi. L’Italia di Blengini esordirà con il Camerun venerdì, poi sarà la volta di Australia e Serbia. «Vogliamo andarci a prendere questa qualificazione con tutte le nostre forze - dice Osmany Juantorena -. Questo è il mio ultimo treno per partecipare di nuovo alle Olimpiadi, non posso farmelo scappare, anche perché prima o poi dovrò smettere di giocare. Sappiamo che ci aspetta un torneo molto duro con due partite toste con Australia e Serbia. Io sono molto fiducioso, il gruppo è consapevole dei propri mezzi. Su di noi sentiamo tanta responsabilità, dobbiamo cogliere al volo questa occasione e non pensare alla qualificazione di gennaio, perché sicuramente sarebbe una via più complicata per arrivare a Tokyo. Abbiamo la grande fortuna di giocare in Italia, davanti al nostro pubblico, sono convinto che sarà bellissimo, anche se magari si sentirà un pò di più la pressione. L’unica cosa che conta è giocare bene a pallavolo, o male che vada, meglio degli altri. Il torneo si gioca su tre giorni, pensare solo a domenica sarebbe un errore clamoroso, se fai prima un passo falso rischi di compromettere tutto».

«Sta crescendo l’attesa per questo appuntamento - gli fa eco Simone Anzani -. Possiamo affrontare qualsiasi avversario e adesso è fondamentale concentrarsi su una partita alla volta, pensare che nel torneo l’unica partita che conti sia quella con la Serbia sarebbe sbagliato. Il Camerun è la squadra che conosciamo di meno, ma non va sottovalutata, non possiamo permetterci di commettere passi falsi». «Il clima è molto positivo c'è tanto entusiasmo, vogliamo dimostrare quanto desideriamo ottenere questa qualificazione, sempre, però, con tanta umiltà - aggiunge Oleg Antonov -. Questa formula non ti permette di commettere errori, ci vorrà quindi molta concentrazione. Ottenere il pass per Tokyo 2020 non sarà un’impresa facile, però abbiamo il vantaggio di giocare in casa e quindi ci sono tutte le possibilità di chiudere subito il discorso, evitando il torneo di gennaio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 

BLOG

- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725