Domenica 22 Settembre 2019 | 05:50

NEWS DALLA SEZIONE

poco dopo le 16
Forte terremoto in Albania, trema anche la Puglia

Due scosse di terremoto con epicentro in Albania, trema anche la Puglia

 
Dai carabinieri
Taranto, non accetta la fine della relazione e perseguita ex moglie e figli: arrestato

Taranto, non accetta la fine della relazione e perseguita ex moglie e figli: arrestato

 
Serie A
Liverani: «Contro il Napoli gara di sacrificio fisico e mentale»

Liverani: «Contro il Napoli gara di sacrificio fisico e mentale»

 
A bari
Assenteismo al Di Venere: senologo condannato a 2 anni, il pomeriggio passeggiava in scooter

Assenteismo al Di Venere: 2 anni al senologo, il pomeriggio passeggiava in scooter

 
L'episodio
Taranto, minaccia con pistola attivisti al flash-mob per l'ambiente: denunciato

Taranto, minaccia con pistola attivisti al flash-mob per l'ambiente: denunciato

 
truffa nel potentino
Oppido Lucano, raccoglie offerte inesistenti per bimbi malati: denunciato

Oppido Lucano, raccoglie offerte inesistenti per bimbi malati: denunciato

 
Nel salento
Montesano S.no, ha un colpo di sonno alla guida e si schianta contro un'altra auto: 2 feriti

Montesano S.no, ha un colpo di sonno alla guida e si schianta contro un'altra auto: 2 feriti

 
Al PalaFlorio
Basket, stasera a Bari Supercoppa Italiana, Brindisi contro Venezia

Basket, a Bari Supercoppa Italiana, Brindisi contro Venezia

 
Giustizia svenduta
Magistrati arrestati: «A Trani altri casi di indagini truccate», interrogato D'Introno

Magistrati arrestati: «A Trani altri casi di indagini truccate», interrogato D'Introno

 
Serie A
Lecce Napoli, attesa per il match: ecco le probabili formazioni

Lecce Napoli, attesa per il match: ecco le probabili formazioni

 

Il Biancorosso

Calcio
Folorunsho rialza il Bari: «Noi i più forti della C»

Folorunsho rialza il Bari: «Noi i più forti della C»

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceDue operazioni
Lecce, nel garage droga e 4mila euro in contanti: 2 arresti

Fiumi di droga in Salento, recuperati 12mila euro in contanti: 3 arresti

 
TarantoDai carabinieri
Taranto, non accetta la fine della relazione e perseguita ex moglie e figli: arrestato

Taranto, non accetta la fine della relazione e perseguita ex moglie e figli: arrestato

 
BatL'annuncio
Istituto per il Medioevo: Barletta sarà sede per il Sud

Istituto per il Medioevo: Barletta sarà sede per il Sud

 
BariA bari
Assenteismo al Di Venere: senologo condannato a 2 anni, il pomeriggio passeggiava in scooter

Assenteismo al Di Venere: 2 anni al senologo, il pomeriggio passeggiava in scooter

 
Potenzatruffa nel potentino
Oppido Lucano, raccoglie offerte inesistenti per bimbi malati: denunciato

Oppido Lucano, raccoglie offerte inesistenti per bimbi malati: denunciato

 
MateraL'indagine
Basilicata, donne-madri costrette a licenziarsi

Basilicata, donne-madri costrette a licenziarsi

 
BrindisiDenunciato un uomo
Brindisi, usa abusivamente lampeggiante blu: «Lo facevo per l'autovelox»

Brindisi, usa abusivamente lampeggiante blu: «Lo facevo per l'autovelox»

 

i più letti

L'inchiesta continua

Soldi in cambio di voti a Bari, Decaro: «Ho portato cittadino a denunciare»

Secondo indiscrezioni giornalistiche - l’ultima pubblicata oggi dal Corriere del Mezzogiorno - ci sarebbero quattro persone indagate dalla procura di Bari per episodi di voto di scambio

Intimidazioni ai sindaci Decaro andrà da Minniti

Il presidente dell'Anci Antonio Decaro

BARI - «Da candidato e da sindaco ho invitato tutti i cittadini a denunciare senza paura casi di compravendita di voti. Mi sono offerto personalmente di accompagnarli dalle forze dell’ordine nel caso avessero anche solo dei sospetti. E dopo averlo detto, l’ho anche fatto. Ho accompagnato un cittadino a denunciare in mia presenza i fatti di cui era venuto a conoscenza in circostanze diverse». Lo ha detto il sindaco di Bari, Antonio Decaro, riferendosi all’inchiesta su episodi di voto di scambio alle comunali.

«L'ho fatto - ha aggiunto - perché credo nel valore sacro del diritto di voto come pilastro della vita democratica di una comunità». «Su questi temi - conclude - non esistono appartenenze politiche, né calcoli di convenienza elettorale, né tattiche che tengano. La libertà e la democrazia non sono valori negoziabili. Mai».

Secondo indiscrezioni giornalistiche - l’ultima pubblicata oggi dal Corriere del Mezzogiorno - ci sarebbero quattro persone indagate dalla procura di Bari per episodi di voto di scambio. Si tratterebbe di quattro candidati, due scesi in campo con liste legate al candidato del centrodestra, Pasquale Di Rella e due collegate al sindaco uscente e riconfermato, Decaro.

INDAGINE DIVISA PER CANDIDATI - Una indagine per ogni tipologia di denuncia per voto di scambio alle ultime elezioni amministrative di Bari, suddivise sulla base dei nomi dei candidati che avrebbero offerto denaro, buoni benzina o promesse di altre utilità. Sono numerosi i cittadini che nelle ultime settimane hanno denunciato episodi di corruzione elettorale, che hanno portato in Procura all’apertura di più fascicoli d’inchiesta, nei riguardi di diversi candidati. In tutti si ipotizza al momento il reato di corruzione elettorale e i primi nomi sono già stati iscritti nel registro degli indagati.
Un vero e proprio pool di magistrati baresi, specializzati in reati di pubblica amministrazione, è al lavoro per ricostruire e accertare le presunte condotte illecite denunciate dagli elettori alle diverse forze di polizia della città che hanno depositato negli uffici di via Dioguardi altrettante informative. Tutte le indagini, sebbene formalmente separate, sono sotto il coordinamento del procuratore Giuseppe Volpe.

SALVINI CHIEDE INFORMAZIONI, MA LA PROCURA LE NEGA - La Procura di Bari non ha fornito alcuna informazione al ministro dell’Interno, Matteo Salvini, sulle indagini in corso su presunte corruzioni elettorali alle ultime amministrative «perché coperte da segreto». È la risposta che il procuratore di Bari, Giuseppe Volpe, ha trasmesso al Viminale ieri pomeriggio in replica alla richiesta urgente di informazioni sull'inchiesta.
Il ministro dell’Interno, infatti, dovrà rispondere oggi pomeriggio ad una interrogazione parlamentare presentata da Giuseppe Brescia, deputato barese del Movimento 5 Stelle e presidente della Commissione Affari costituzionali di Montecitorio. Per questa ragione intorno alle 16 di ieri è pervenuta sulla scrivania del procuratore Volpe la richiesta di informazioni da trasmettere entro poche ore, alla quale però il capo degli uffici inquirenti baresi ha risposto spiegando di non poter fornire quando richiesto, perché le indagini in corso sono tuttora coperte dal segreto istruttorio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie