Venerdì 26 Febbraio 2021 | 04:59

NEWS DALLA SEZIONE

In via Crispi
Taranto, agguato in serata: grave un 20enne ferito all'addome

Taranto, agguato in serata: grave un 20enne ferito all'addome

 
Il sindaco
San Marco in Lamis, Covid tra i giovani: 11 positivi tra 1 e 25 anni

San Marco in Lamis, Covid tra i giovani: 11 positivi tra 1 e 25 anni

 
L'incontro al Mise
Vaccini, ipotesi sede produzione in Puglia: ma per i bioreattori servono almeno 4 mesi

Vaccini, ipotesi sede produzione in Puglia: ma per i bioreattori servono almeno 4 mesi

 
Il progetto
Bari, Finacantieri investe 26mln: punta su meccatronica e innovazione

Bari, Finacantieri investe 26mln: punta su meccatronica e innovazione

 
il bollettino
Coronavirus, in Italia crescono i positivi, quasi 20mila, ma record di test, 443mila. Anche 308 vittime

Coronavirus, in Italia crescono i positivi, quasi 20mila, ma record di test, 443mila. Anche 308 vittime

 
La motivazione
Legionella al Policlinico, i giudici sul no all'interdizione: «le linee guida non sono leggi»

Legionella al Policlinico, i giudici sul no all'interdizione: «le linee guida non sono leggi»

 
Serie C
Troppi casi di Covid nella Cavese: rinviata gara col Potenza

Troppi casi di Covid nella Cavese: rinviata gara col Potenza

 
Covid
Puglia, regione rimborsa affitto casa a studenti fuorisede dopo pandemia

Puglia, regione rimborsa affitto casa a studenti fuorisede dopo pandemia

 
il bollettino
Coronavirus, in Puglia 1154 casi su 10mila tamponi, su il tasso di positività all'11,2%. Altre 27 vittime

Covid, in Puglia 1154 casi su 10mila tamponi. Altre 27 vittime. «Ma verso conferma zona gialla»

 
L'intervista
«Sulle nomine altra figuraccia dei partiti: da ora si accontenteranno dell'ordinario»

«Sulle nomine altra figuraccia dei partiti: da ora si accontenteranno dell'ordinario»

 

Il Biancorosso

Biancorossi
Al San Nicola Bari in grigio, ma adesso è vietato fermarsi

Al San Nicola Bari in grigio, ma adesso è vietato fermarsi

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIn via Crispi
Taranto, agguato in serata: grave un 20enne ferito all'addome

Taranto, agguato in serata: grave un 20enne ferito all'addome

 
LecceNella notte
Surano, la banda del buco svaligia due negozi in centro commerciale

Surano, la banda del buco svaligia due negozi in centro commerciale

 
FoggiaIl sindaco
San Marco in Lamis, Covid tra i giovani: 11 positivi tra 1 e 25 anni

San Marco in Lamis, Covid tra i giovani: 11 positivi tra 1 e 25 anni

 
PotenzaL'incidente
San Severino, pescatore precipita in Bosco Magnano: soccorso dai pompieri

San Severino, pescatore precipita in Bosco Magnano: soccorso dai pompieri

 
BariIl progetto
Bari, Finacantieri investe 26mln: punta su meccatronica e innovazione

Bari, Finacantieri investe 26mln: punta su meccatronica e innovazione

 
BatNella Bat
Trani, spaccio di droga in famiglia, coinvolto anche 14enne: un arresto e 3 denunce

Trani, spaccio di droga in famiglia, coinvolto anche 14enne: un arresto e 3 denunce

 

i più letti

Campagna elettorale

Bari, Decaro allo sprint finale. E a Salvini: «Noi terroni ma non "trimoni"»

Il primo cittadino uscente nel comizio di chiusura in piazza Umberto

Bari, Decaro allo sprint finale. E a Salvini: «Noi terroni ma non "trimoni"»

«Io sono carico a mille, non mollo di un centimetro, anche se sono stanco morto, perché ho scelto di fare il sindaco fino all’ultimo giorno, ma non avevo calcolato di fare anche il candidato sindaco». In maniche di camicia e pantaloni scuri, Antonio Decaro arringa la folla - un migliaio di persone - che venerdì sera è accorsa in piazza Umberto per il comizio finale in vista della sfida delle elezioni comunali in programma domani dalle 7 alle 23.

Il primo cittadino uscente arriva nell’ex giardino buono della città preceduto dalla banda musicale - «è solo per scaramanzia, cinque anni fa è andata bene», spiega -, accompagnato dal presidente della Regione, Michele Emiliano. Un po’ di immancabile racconto dell’esperienza di governare e delle insite difficoltà, prendendo ad esempio la riqualificazione (con annesse infinite polemiche) di via Sparano, per «spiegarvi cosa ha significato per me essere il sindaco di questa grande e meravigliosa città». «Governare significa dividere, qualcuno viene scontentato ma alla fine si deve decidere. Ed io l’ho fatto, magari anche sbagliando, ma ho avuto il coraggio di farlo, perché governare significa provare a cambiare la storia» tuona, non senza dimenticare nemici e detrattori del Sud, «quelli che dicevano sei di “Beri”. Che al Sud non siamo capaci di fare squadra. Che al Sud non si può governare senza fare compromessi con la mafia».

IL VIDEO: NON SIAMO TRIMONI

«E noi abbiamo risposto ospitando il G7 delle Finanze, l’incontro di Papa Francesco con i patriarchi delle Chiese del Mediterraneo, tanti eventi di livello internazionale - incalza -. Abbiamo sfidato la mafia a viso aperto, perché non siamo una città di vigliacchi». Ma non è tutto. «Sono gli stessi che ci chiamavano terroni, ma adesso non più, perché ci vengono a chiedere i voti», prosegue per poi rompere ogni argine.

«Saremo pure terroni ma non siamo stupidi. Ministro, siamo terroni, ma non siamo “trimoni”» urla, ricorrendo alla nota definizione barese per chiamare in causa il leader della Lega, Salvini. «La nostra è stata una storia straordinaria, la storia di una città che si è tenuta insieme, di tanti cittadini che hanno contribuito in questi anni a migliorarla. Oggi viviamo in una città migliore, più efficiente, turistica, più moderna, più europea», dice ancora. «Comunque, mancano 100 metri al traguardo, per cui mettetevi come vi dovete mettere, perché se facciamo l’ultimo sforzo, possiamo vincere al primo turno. Dobbiamo crederci», conclude.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie