Venerdì 21 Giugno 2019 | 01:07

NEWS DALLA SEZIONE

Il mercato
Bari, quasi fatta per il portiere Frattali: viene dal Parma

Bari, quasi fatta per il portiere Frattali: arriva dal Parma

 
L'incidente
Castellaneta Marina, scooter sbatte contro marciapiede: morto 30enne

Castellaneta Marina, scooter sbatte contro marciapiede: morto 30enne

 
Toghe sporche
Rossi: «Le correnti non c’entrano. La colpa è dei personalismi»

Caos Csm, Rossi: «Le correnti non c’entrano. La colpa è dei personalismi»

 
L'accordo
Taranto, parte l'intesa tra Regione Puglia e Oms per valutare salute in città

Taranto, parte l'intesa tra Regione Puglia e Oms per valutare salute in città

 
A partire dalle 23
Bari, ponte di viale Traiano in attesa del collaudo: prova da carico nella notte

Bari, ponte di viale Traiano in attesa del collaudo: prova da carico nella notte

 
A Crispiano e Montemesola
Xylella, Perrini e Silletti: «Eradicati subito 7 ulivi infetti nel Tarantino»

Xylella, Perrini e Silletti: «Eradicati subito 7 ulivi infetti nel Tarantino»

 
Operazione prestito col cuore
Taranto, estorcevano denaro a 2 imprenditori arrestati in 4

Taranto, estorcevano denaro a 2 imprenditori: 4 arresti

 
Il caso
Calcio. per il Tar: «Inammissibili i ricorsi del Bari per non ammissione in B»

Calcio, per il Tar: «Inammissibili i ricorsi del Bari per non ammissione in B»

 
Calcio
Frode sportiva: la finanza nella sede del Bitonto e del Picerno

Combine Bitonto-Picerno: Gdf in sedi società, 8 indagati

 
La protesta dei tifosi
Foggia calcio, striscione a Palazzo di Città: «99 anni di storia meritano rispetto»

Foggia calcio, striscione al Comune: «99 anni di storia meritano rispetto»

 
A Carapelle
Foggia, aveva un arsenale di armi nel bagagliaio dell'auto: arrestato 50enne

Foggia, aveva un arsenale di armi nel bagagliaio dell'auto: arrestato 50enne

 

Il Biancorosso

Il mercato
Bari, quasi fatta per il portiere Frattali: viene dal Parma

Bari, quasi fatta per il portiere Frattali: arriva dal Parma

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatSolidarietà
Turbanti colorati per le donne oncologiche, la donazione a Bari

Turbanti colorati per le donne oncologiche, la donazione a Bari

 
PotenzaAmbiente
Eolico, il Governo impugna l'ultima legge della Basilicata

Eolico, il Governo impugna l'ultima legge della Basilicata

 
HomeL'incidente
Castellaneta Marina, scooter sbatte contro marciapiede: morto 30enne

Castellaneta Marina, scooter sbatte contro marciapiede: morto 30enne

 
TarantoToghe sporche
Rossi: «Le correnti non c’entrano. La colpa è dei personalismi»

Caos Csm, Rossi: «Le correnti non c’entrano. La colpa è dei personalismi»

 
BariA partire dalle 23
Bari, ponte di viale Traiano in attesa del collaudo: prova da carico nella notte

Bari, ponte di viale Traiano in attesa del collaudo: prova da carico nella notte

 
FoggiaElezioni
Università Foggia, si ritira candidato corsa a due per il rettore

Università Foggia, si ritira candidato corsa a due per il rettore

 
BrindisiLotta alla droga
Carovigno, in giro con la droga nei pantaloni: arrestato 27enne

Carovigno, in giro con la droga nei pantaloni: arrestato 27enne

 
MateraSanità
Matera contro Policoro per il servizio di psichiatria

Matera contro Policoro per il servizio di psichiatria

 

i più letti

L'intervista

Salvini alla Gazzetta: «Un leghista candidato alla presidenza della Regione»

Le parole del vicepremier a margine del tour pugliese che lo ha visto protagonista ieri a Lecce, Ostuni, Gioia del Colle e Bari. E oggi a Putignano.

Salvini a la Gazzetta: «Voglio un leghista candidato alla Regione»

Foto Luca Turi

BARI - La giornata si apre a Lecce con la firma del Protocollo sulla sicurezza e si chiude con il comizio di Bari, epilogato dell’esibizione del crocifisso. Nel mezzo, le tappe di Ostuni e Gioia del Colle, tra selfie con i fan e contestazioni. E poi un auspicio per il 2020: un candidato leghista alla conquista della Regione Puglia. È questa la fotografia della lunga giornata del vicepremier Matteo Salvini, ieri e oggi (con tappa a Putignano) in Puglia per la campagna elettorale.

Ministro Salvini, che risposta elettorale vi aspettate dal Sud e dalla Puglia in particolare?
«Ci aspettiamo tanta forza per cambiare un’Europa che ha fatto molti danni all’Italia e soprattutto al Sud. Penso ad alcuni temi cruciali, come l’agricoltura e la pesca. Io ragiono di questo, incontrando lavoratori e produttori, mentre altri parlano solo di fascismo, razzismo e populismo».

In Puglia la Lega è in crescita ma non siete riusciti a prendere nessun candidato sindaco a Bari, Lecce e Foggia. Si poteva fare meglio?
«È un movimento che cresce, ma gli altri sono qui da trent’anni. È chiaro che, all’inizio, puoi pagare nei confronti di chi è più abile. Ma io a Foggia, Lecce, Bari, Brindisi trovo un entusiasmo crescente. Non so quanti altri politici cerchino ancora il contatto con la gente».

Dove porta questo percorso di crescita? A un candidato presidente leghista alle Regionali del 2020?
«Me lo chiedono in tanti e mi piacerebbe molto. Penso alla sanità e alle infrastrutture pugliesi, non degne di una regione ricca e laboriosa. Poi, per carità, ho firmato il protocollo per la sicurezza a Lecce con Michele Emiliano, io collaboro con tutti. Ma se la domanda è: le piacerebbe? La risposta è sì».

A proposito di Emiliano, un suo assessore, Leo Di Gioia, ha dichiarato pubblicamente di voler sostenere il vostro Massimo Casanova alle Europee. Un cortocircuito?
«Sì, ho letto e sono rimasto favorevolmente stupito. Se dalla sponda opposta della politica scelgono un nostro uomo vuol dire che abbiamo candidato gente in gamba e che la proposta è convincente. Apprezzo l’apertura mentale anche se non so cosa potrà succedere ora a questo assessore».

Stringiamo la telecamera su Bari. Il sindaco uscente Antonio Decaro, presidente Anci, ha difeso gli Sprar e la politica dell’«accoglienza diffusa» dell’ex ministro Minniti.
«Decaro può dire quello che vuole, ma i numeri danno ragione alla mia linea. Gli sbarchi si sono ridotti del 90%, i reati sono calati del 10%, gli immigrati in accoglienza a spese degli italiani sono diminuiti di 65mila unità. E soprattutto, morti e dispersi sono più che dimezzati. Per me parlano i numeri».

L’immigrazione evoca il dl Sicurezza bis. Che succederà?
«Abbiamo lavorato fino a tarda notte per limarlo. È stato visto e rivisto, ora dovrebbe essere al Quirinale. Si contrastano camorra, spaccio di droga, scafisti e teppisti».

Ma passa?
«Per quanto mi riguarda è pronto, mi auguro che nessuno ne rallenti il percorso per motivi politici e spero giunga domani (oggi ndr) l’approvazione in Cdm».

Infine, la schermaglia elettorale tra voi e il M5S è degenerata in uno scontro all’ultimo sangue. La situazione è sfuggita di mano?
«Spero che lunedì tutto torni tranquillo. Mi è arrivata una busta con un proiettile calibro 9. Ho già problemi con i delinquenti che combatto, non me ne servono altri con gli alleati».

Dunque, il governo va avanti?
«Il voto di domenica, che vedrà la Lega crescere tantissimo, chiuderà questa fase. E si tornerà a lavorare».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie