Mercoledì 23 Settembre 2020 | 18:24

NEWS DALLA SEZIONE

L'annuncio
Puglia, nuova Giunta regionale, parità di genere rispettata: ci saranno 5 donne e 5 uomini

Puglia, nuova Giunta regionale, parità di genere rispettata: ci saranno 5 donne e 5 uomini

 
la svolta
Lecce, duplice omicidio, sospettato in Procura: è un 37enne di Aradeo

Lecce, duplice omicidio, interrogato sospettato: la Procura smentisce

 
Serie C
Bari calcio, ceduto il centrocampista Schiavone alla Salernitana

Bari calcio, ceduto il centrocampista Schiavone alla Salernitana

 
Il caso
Regionali, Lacarra (Pd): da ex compagni parole di odio, aspettiamo scuse

Regionali, Lacarra (Pd): da ex compagni parole di odio, aspettiamo scuse

 
la protesta
Bari calcio, striscione davanti al San Nicola: «Seguaci della Nord» contro le restrizioni negli stadi

Bari, striscione davanti al S.Nicola: «Seguaci della Nord» contro restrizioni negli stadi

 
Il bollettino
Covid Puglia, altri 89 positivi e due decessi. Il focolaio Sop a Polignano a quota 200 contagiati

Covid Puglia, altri 89 positivi e due decessi: 214 in ospedale. Il focolaio Sop a Polignano a quota 200 contagiati

 
L'iniziativa
Regionali, la lista di Pisicchio fa ricorso contro esclusione da riparto seggi

Regionali, la lista di Pisicchio fa ricorso contro esclusione da riparto seggi

 
Il caso Asp
Nomina a Foggia, procura chiede archiviazione accusa per Emiliano. Chiesto giudizio per i Cera

Nomina a Foggia, procura chiede archiviazione accusa per Emiliano. Chiesto giudizio per i Cera e dg Asl

 
Scuola
Bari, troppi alunni nelle aule: caos per le classi miste

Bari, troppi alunni nelle aule: caos per le classi miste

 
Il bollettino Covid
Basilicata, altri 17 contagi su 569 tamponi: il caso di Aql e delle scuole di Anzi

Basilicata, altri 17 contagi su 569 tamponi: il caso di Aql e delle scuole di Anzi

 
L'inchiesta
Castellaneta, fiamme a concessionario per ripicca: «Lavori a un altro fabbro». Tre arresti

Castellaneta, fiamme a concessionario per ripicca: «Lavori a un altro fabbro». Tre arresti

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, ceduto il centrocampista Schiavone alla Salernitana

Bari calcio, ceduto il centrocampista Schiavone alla Salernitana

 

NEWS DALLE PROVINCE

Tarantoindagini della Ps
Taranto, furti con spaccata: arrestato 28enne «tradito» dai tatuaggi

Taranto, furti con spaccata: arrestato 28enne «tradito» dai tatuaggi

 
Leccela svolta
Lecce, duplice omicidio, sospettato in Procura: è un 37enne di Aradeo

Lecce, duplice omicidio, interrogato sospettato: la Procura smentisce

 
BariAvvio anno scolastico
Scuola in Provincia di Bari: 110 nuove aule «anti Covid» e 75 cantieri in 25 Comuni

Scuola in Provincia di Bari: 110 nuove aule «anti Covid» e 75 cantieri in 25 Comuni

 
PotenzaAgricoltura
Basilicata, fondi Ue: da Regione 1,7 mln per agriturismi colpiti da crisi Covid

Basilicata, fondi Ue: da Regione 1,7 mln per agriturismi colpiti da crisi Covid

 
Foggiatragedia sfiorata
Foggia, auto esce di strada per evitare bici e si ribalta: ferite due ragazze

Foggia, auto esce di strada per evitare bici e si ribalta: ferite due ragazze

 
BatIl contagio
Barletta docenti positivi al Covid: restano chiuse due elementari e una media

Barletta docenti positivi al Covid: restano chiuse due elementari e una media

 
BrindisiArrestati e scarcerati
Brindisi, fiamme in casa: vanno in strada, se le danno di santa ragione e poi aggrediscono i Cc

Brindisi, fiamme in casa: vanno in strada, se le danno di santa ragione e poi aggrediscono i Cc

 
Materal'anniversario
Matera, quel 21 settembre che cambiò la nostra storia

Matera, quel 21 settembre che cambiò la nostra storia

 

i più letti

Le indagini

Bari, mercantile arenato: un motopontone aspirerà il carburante

Fino a giovedì è prvesto mare mosso quindi le operazioni di scarico del combustibile non saranno possibili. Per ora nessun inquinamento

Bari, il mercantile arenato ha tre falle: allagata sala macchine. Rischio carburante

Sarà depositata oggi, o al massimo domani, al pm inquirente del Tribunale di Bari Larissa Catella l'informativa sul naufragio del mercantile turco arenatosi il 23 febbraio scorso a meno di 200 metri dalla spiaggia e spinto dalla mareggiata su uno dei frangiflutti che proteggono il lungomare di Bari. L’indagine - riferiscono fonti della Procura - è sempre a carico di ignoti e si ipotizza il reato di naufragio colposo in attesa che dall’informativa emerga una ricostruzione più chiara sulla dinamica di quanto è accaduto. Da chiarire è anche il ruolo e gli ordini dati all’equipaggio dal comandante della Efe Murat, Kucukyildiz Oral.
Il giorno del naufragio, il mare era in burrasca e la nave era in navigazione al largo di Bari. Il comandante avrebbe potuto entrare in porto, come suggerito dalla Capitaneria, ma avrebbe invece preferito proseguire la navigazione verso la Turchia, navigando probabilmente a poca distanza dalla costa, fino al momento in cui ha perso il controllo del mercantile.
Nello scafo della Efe Murat ci sono ora tre falle - che non interessano il serbatoio del carburante - e la sala macchine è allagata. Non vi sono sversamenti in mare di sostanze inquinanti e gli esperti ritengono che al momento non vi siano rischi in tal senso. L’intervento più urgente resta quello di svuotare il serbatoio del carburante e, visto l’allagamento, liberare dall’acqua che si è mescolata a olii combustibili, la sala macchine.

Si ricorrerà a un motopontone a scafo piatto per svuotare il mercantile turco Efe Murat (arenatosi a 200 metri dal lungomare di Bari) dal carburante contenuto nei serbatoi e dall’acqua di mare che ha allagato la sala macchine e che si è mischiata all’olio motore dopo l’apertura di tre falle nello scafo. Le operazioni cominceranno domattina alle ore 6, mentre da giovedì si avvierà lo svuotamento dal lato sinistro della nave. Operazioni per le quali, è stato stimato, occorreranno circa quattro giorni.
Stamattina c'è stata una riunione nella Capitaneria di Porto di Bari durante la quale i tecnici olandesi incaricati dall’armatore hanno presentato il piano di svuotamento del mercantile dal carburante, poi approvato, rispondendo alle domande dei componenti del comitato che ha vagliato la loro proposta in alternativa ad altre ipotizzate.
Intanto a Bari è giunto un rimorchiatore dalla Grecia funzionale al recupero della nave assieme a quello partito da Augusta. Quanto all’equipaggio a bordo del rimorchiatore intervenuto sabato scorso per cercare di disincagliare la Efe Murat e a sua volta arenatosi vicino alla nave, da terra viene fornito loro tutto il necessario e al momento non si registrano preoccupazioni di alcun tipo.

TRE FALLE - Ci sono tre falle, che non interessano il serbatoio del carburante, nello scafo del mercantile turco arenato da sabato scorso a meno di 200 metri dalla spiaggia e spinto dalla mareggiata su uno dei frangiflutti che proteggono il litorale cittadino. E’ quanto accertato nel corso dell’ispezione che è stata fatta oggi a bordo del cargo da uomini della Guardia costiera, vigili del fuoco e dagli esperti olandesi giunti in Italia per conto dell’armatore turco. E' anche emerso che a causa delle falle, la sala macchine è allagata. L’elicottero della Guardia costiera ha fatto diverse ricognizioni accertando che non vi sono sversamenti in mare di sostanze inquinanti e gli esperti ritengono che al momento non vi siano rischi in tal senso. Dal punto di vista strutturale, secondo gli esperti, la nave non presenta rischi immediati per la tenuta strutturale. E’ adagiata su un fondale sabbioso e inclinata sulla fiancata sinistra.

L’intervento più urgente resta quello di svuotare il serbatoio del carburante e, visto l’allagamento, liberare dall’acqua che si è mescolata a olii combustibili, la sala macchine.

Nel corso di una ulteriore riunione che si è tenuta nel pomeriggio in Capitaneria di porto sono state esaminate le opzioni per intervenire. La prima prevede di pompare il gasolio e portarlo con lunghe manichette in serbatoi posizionati sulla spiaggia, l’altra di posizionare un mezzo nautico con una cisterna a ridosso della nave e pompare il carburante al suo interno. In ogni caso, per entrambe le opzioni, bisognerà aspettare il miglioramento delle condizioni meteomarine: secondo le previsioni, il vento resterà forte fino a giovedì e poi ci dovrebbe essere un miglioramento. Entro domattina l’armatore dovrà presentare un piano concentrato esclusivamente sulle operazioni di svuotamento degli oli combustibili e dei liquidi che sarà esaminato per avere l’approvazione da tecnici Arpa, Protezione civile e della Capitaneria di porto. Domattina, inoltre, i tecnici olandesi incaricati dall’armatore faranno un nuovo sopralluogo a bordo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie