Lunedì 18 Febbraio 2019 | 19:43

NEWS DALLA SEZIONE

Gestione affidata all'Ager
Rifiuti in Puglia, intesa sull''organico: 100 euro a tonnellata, niente trucchi sulle impurità

Rifiuti in Puglia, intesa sull'organico: 100 euro a tonnellata, niente «trucchi» su impurità. Stea: verso riduzione Tari

 
Trasporti
Lavori aeroporto Foggia, Emiliano: «Basta ritardi, la misura è colma»

Lavori aeroporto Foggia, Emiliano: «Basta ritardi, la misura è colma»

 
Dopo la protesta
Ex Ilva, deputati M5s contestati a Taranto: «Traditori». La replica: «Mai parlato di chiusura»

Ex Ilva, deputati M5s contestati a Taranto: «Traditori». La replica: «Mai parlato di chiusura»

 
Vicino al Duomo
Lecce, banda di baby bulli aggredisce 13enni: indaga la Polizia

Lecce, banda di baby bulli aggredisce 13enni: indaga la Polizia

 
La lettera del sindaco
Palagiustizia Bari, Decaro: «Mi aspetto risposte da Bonafede»

Palagiustizia Bari, Decaro: «Mi aspetto risposte da Bonafede»

 
La rabbia del sindaco
Giovinazzo, imbrattano con spray il palazzo vescovile: «Gesto da mocciosi»

Giovinazzo, imbrattano con spray il palazzo vescovile: «Gesto da mocciosi»

 
La discussione alla camera
Acqua, la riforma grillina smantellerà pure Aqp

Acqua, la riforma grillina smantellerà pure Aqp

 
Nel Nordbarese
Trani, 2700 bombole GPL non collaudate: maxisequestro della GdF

Trani, 2700 bombole GPL non collaudate: maxisequestro della GdF

 
La nomina
Basilicata, Berlusconi presenta il candidato unico del centro destra: è Bardi

Basilicata, Berlusconi presenta il candidato unico del centro destra: è Bardi

 
Lotta allo spaccio
San Severo, in camera 10 kg di droga e un’arma clandestina: arrestato 28enne

San Severo, in camera 10 kg di droga e un’arma clandestina: arrestato 28enne

 
La mobilitazione
Borgo Mezzanone, in 50 bloccano strade per protesta: «Crollano le case»

Borgo Mezzanone, bloccano strade con cassonetti per protesta: «Crollano le case»

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceNel Leccese
Distruggono macchia mediterranea per costruire edifici, due denunce a Porto Cesareo

Distruggono macchia mediterranea per costruire edifici, due denunce a Porto Cesareo

 
HomeDopo la protesta
Ex Ilva, deputati M5s contestati a Taranto: «Traditori». La replica: «Mai parlato di chiusura»

Ex Ilva, deputati M5s contestati a Taranto: «Traditori». La replica: «Mai parlato di chiusura»

 
BariLa lettera del sindaco
Palagiustizia Bari, Decaro: «Mi aspetto risposte da Bonafede»

Palagiustizia Bari, Decaro: «Mi aspetto risposte da Bonafede»

 
BrindisiLotta alla droga
Carovigno, "spiaggiati" a Punta Penna Grossa 14 kg di marijuana

Carovigno, "spiaggiati" a Punta Penna Grossa 14 kg di marijuana

 
MateraDopo la frana
Pomarico, servizio di vigilanza davanti alle scuole

Pomarico, servizio di vigilanza davanti alle scuole

 
HomeLa nomina
Basilicata, Berlusconi presenta il candidato unico del centro destra: è Bardi

Basilicata, Berlusconi presenta il candidato unico del centro destra: è Bardi

 
FoggiaLotta allo spaccio
San Severo, in camera 10 kg di droga e un’arma clandestina: arrestato 28enne

San Severo, in camera 10 kg di droga e un’arma clandestina: arrestato 28enne

 

IL BARLETTANO DAGOSTINO

Fatture false, il «re degli outlet» valuta se usare pace fiscale

Il Gup di Firenze accorda il rinvio udienza a Dagostino per ravvedimento

Inchiesta outlet, il «re» barlettano presenta carte false ai giudici per tornare libero

Il tribunale di Firenze

Nel procedimento per fatture false e autoriciclaggio, dove è coinvolto a Firenze, l’imprenditore degli outlet Luigi Dagostino ha chiesto e ottenuto dal gup di Firenze Silvia Romeo il rinvio dell’udienza preliminare per valutare se può utilizzare i vantaggi della cosiddetta 'pace fiscalè, la misura varata dal Governo in carica nella manovra di bilancio, nell’ambito del procedimento penale che lo vede imputato di emissione di fatture false per operazioni inesistenti e per autoriciclaggio in relazione al riacquisto di Villa Banti a Firenze.
La richiesta è stata fatta al giudice dal suo difensore, l'avvocato Alessandro Traversi, proprio «per dare modo a Dagostino di avere il tempo di valutare l’utilizzabilità delle nuove misure governative». La sanatoria fiscale ha come termine il 30 aprile. Il giudice ha aggiornato l’udienza al 28 maggio.


Il pm Christine von Borries si era opposta alla richiesta del difensore dicendo che avrebbe accettato il rinvio dell’udienza solo se la difesa di Dagostino avesse chiesto il processo in rito abbreviato o di negoziare una proposta di patteggiamento. Oggi, in teoria, era prevista la decisione del giudice sul rinvio a giudizio di Dagostino e degli altri imputati.
Il gup Romeo, alla luce delle recentissime novità in materia fiscale, ha invece accordato il rinvio dell’udienza preliminare a Dagostino, che tra l’altro - fa presente l’avvocato Traversi - nei prossimi due-tre mesi potrebbe contestualmente intraprendere altre iniziative, di 'ravvedimento operosò, con l’Agenzia delle Entrate. Sono modi per alleggerire la sua posizione di imputato. In passato aveva versato circa 4,7 mln di euro all’Agenzia proprio sotto forma di 'ravvedimento operosò.
Il nome di Luigi Dagostino compare anche nell’inchiesta della procura di Lecce che ha portato agli arresti dei magistrati Antonio Savasta e Michele Nardi. Ieri l’imprenditore, originario di Fasano (Brindisi), si è avvalso della facoltà di non rispondere davanti al gip di Lecce.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400