Lunedì 27 Maggio 2019 | 03:27

NEWS DALLA SEZIONE

A Monopoli e Corato
Telefonini in cabina: due denunciati nel Barese: «Mi dici come devo votare?»

Telefonini in cabina, due denunce: «Mi dici come devo votare?»

 
Elezioni
Europee, gli exit poll: Lega primo partito Pd avanti al M5S, seguono Fi e Fdi Puglia e Basilicata, al via gli scrutini

Europee, dati Puglia in controtendenza: M5S in testa, seguono Lega, Pd, Forza Italia e Fdi
Così alle altre elezioni Segui aggiornamenti

 
Il caso in Salento
Novoli, sbagliano il nome del candidato sindaco: sulla scheda un "De" in più

Novoli, sbagliato il nome del candidato sindaco sulla scheda: un «De» in più

 
In piazza
Canosa, incendiata auto di avvocato ex assessore regionale

Canosa, incendiata auto di avvocato ex assessore regionale

 
La sentenza
Xylella, sì del Tar alla zona-cuscinetto «Una scelta basata sui dati scientifici»

Xylella, sì del Tar alla zona-cuscinetto «Una scelta basata sui dati scientifici»

 
Curiosità
Bari, «le donne ora non possono entrare»: code e proteste in un seggio

Bari, «Le donne per ora devono aspettare»: proteste al seggio

 
Mala sanità
«Ceglie Messapica, cala il silenzio sull'ospedale»

Ceglie Messapica, fisiatra in aspettativa: niente riabilitazione dopo incidente

 
Ricerca
Fisica, i ricercatori dell’Università di Bari tornano al Polo Nord

Fisica, i ricercatori dell’Università di Bari tornano al Polo Nord

 
Gli arresti
Ferrandina, pestato a sangue con pietre e bastone da ex moglie ed ex suocero

Ferrandina, pestato a sangue con pietre e bastone da ex moglie ed ex suocero

 
La lettera
Cucchi, minacce a Brindisi: altri 9 carabinieri devono morire

Cucchi, minacce a Brindisi: altri 9 carabinieri devono morire

 
Giustizia svenduta
Trani, la Procura di Lecce indaga su un quarto magistrato

Corruzione a Trani, Procura Lecce indaga su un quarto magistrato

 

Il Biancorosso

L'INTERVISTA
Bellinazzo.: "Il Bari in serie A un affareVarrebbe tra i 70 e gli 80 milioni di euro"

Bellinazzo: «Bari in serie A un affare tra i 70 e gli 80 mln di euro»

 

NEWS DALLE PROVINCE

HomeA Monopoli e Corato
Telefonini in cabina: due denunciati nel Barese: «Mi dici come devo votare?»

Telefonini in cabina, due denunce: «Mi dici come devo votare?»

 
LecceIl caso in Salento
Novoli, sbagliano il nome del candidato sindaco: sulla scheda un "De" in più

Novoli, sbagliato il nome del candidato sindaco sulla scheda: un «De» in più

 
MateraAlcuni disagi
Matera, elettori non trovano più i seggi: erano stati cambiati

Matera, elettori non trovano più i seggi: erano stati cambiati

 
BatIn piazza
Canosa, incendiata auto di avvocato ex assessore regionale

Canosa, incendiata auto di avvocato ex assessore regionale

 
BrindisiMala sanità
«Ceglie Messapica, cala il silenzio sull'ospedale»

Ceglie Messapica, fisiatra in aspettativa: niente riabilitazione dopo incidente

 
TarantoIl caso
Mangiano funghi velenosi: famiglia intossicata nel Tarantino

Mangiano funghi velenosi: famiglia intossicata nel Tarantino

 
FoggiaIn largo Risorgimento
Stornarella, la lite tra parenti sfocia in rissa: arrestati 6 romeni

Stornarella, la lite tra parenti sfocia in rissa: arrestati 6 romeni

 
PotenzaControlli del Noe
Rifiuti, quattro ditte non in regola in Basilicata: multe e denunce

Rifiuti, quattro ditte non in regola in Basilicata: multe e denunce

 

i più letti

L'inchiesta di Lecce

Trani, mazzette ai magistrati, Nardi via da carcere Lecce: «Ci sono ergastolani da lui condannati»

Si è avvalso della facoltà di non rispondere l’imprenditore fasanese Luigi Dagostino, ex socio di Tiziano Renzi, padre dell’ex premier Matteo

Trani, arrestati due magistrati per corruzione e falso ideologico

I due magistrati Antonio Savasta e Michele Nardi

I legali del giudice del Tribunale di Roma Michele Nardi, arrestato il 14 gennaio scorso dalla magistratura salentina per corruzione in atti giudiziari assieme al collega Antonio Savasta, hanno chiesto il trasferimento del proprio assistito in un carcere diverso da quello di Lecce per motivi di sicurezza. La richiesta è stata inoltrata al gip di Lecce Giovanni Gallo, che ha emesso la misura cautelare, ed è subordinata alla richiesta di applicazione degli arresti domiciliari.
L’esigenza di trasferire il magistrato dal carcere di Borgo San Nicola in un’altra struttura detentiva, qualora il gip dovesse rigettare la richiesta di domiciliari, scaturirebbe, a quanto si apprende, dalla presenza nel penitenziario salentino di numerosi detenuti condannati all’ergastolo quando Nardi era giudice a latere in Corte d’Assise al maxi processo 'Dolmen' contro la mafia del nord Barese. I detenuti, personaggi di spicco della criminalità organizzata, potrebbero covare, secondo le ipotesi dei difensori, sentimenti di vendetta nei confronti del giudice.
Nardi e Savasta sono stati arrestati con le accuse di associazione per delinquere finalizzata alla corruzione in atti giudiziari, falso ideologico e materiale. I fatti contestati si riferiscono a quando entrambi prestavano servizio al Tribunale di Trani. L’accusa dei pm leccesi nei loro confronti è di aver fatto parte di un’associazione per delinquere finalizzata ad intascare tangenti per insabbiare indagini e pilotare sentenze giudiziarie e tributarie in favore di facoltosi imprenditori.

Si è avvalso della facoltà di non rispondere l’imprenditore fasanese Luigi Dagostino, ex socio di Tiziano Renzi, padre dell’ex premier Matteo, interdetto dalla professione per un anno la scorsa settimana dal gip di Lecce Giovanni Gallo nell’ambito dell’inchiesta che ha portato in carcere due ex magistrati tranesi, Antonio Savasta e Michele Nardi, poi in servizio a Roma. Dagostino, accompagnato dal difensore Luigi Covella, ha confermato le dichiarazioni rese durante l’indagine della Procura di Firenze, nel corso della quale lo scorso maggio venne arrestato, ma si è avvalso della facoltà di non rispondere sulle altre contestazioni.
Si è detta estranea ai fatti e ha fornito chiarimenti sulla sua posizione invece, l’avvocatessa di Bari Simona Cuomo, difesa dagli avvocati Andrea Sambati e Francesco Paolo Sisto, anch’essa destinataria di un provvedimento di interdizione per un anno dalla professione. Ha chiarito la sua posizione e si è difeso anche l’avvocato Ruggiero Sfrecola del Foro di Trani, interdetto anch’egli dalla professione per un anno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400