Mercoledì 10 Agosto 2022 | 11:17

In Puglia e Basilicata

La lettera

Xylella, Emiliano scrive a Centinaio: «300mln per rigenerazione»

xylella

«È palese che la dimensione dell’infezione necessita di ben più robusti finanziamenti per soddisfare le aspettative degli agricoltori danneggiati»

07 Novembre 2018

Redazione online

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha inviato oggi una lettera al ministro delle Politiche agricole, Gian Marco Centinaio, sulla questione della Xylella e sulla necessità di ulteriori finanziamenti tramite una nuova misura nazionale del valore complessivo di 300 milioni di euro per la rigenerazione dell’agricoltura nei territori colpiti.


«E' evidente - scrive Emiliano nella missiva - il vivo interesse degli agricoltori salentini nel continuare a mantenere viva l’olivicoltura del Salento sostituendo le piante malate con olivi resistenti al batterio. D’altro canto, è altrettanto palese che la dimensione dell’infezione necessita di ben più robusti finanziamenti per soddisfare le aspettative degli agricoltori danneggiati». «A tal proposito, in questi mesi - aggiunge - sono emerse diverse prospettive per poter sostenere tale esigenza vitale per l’agricoltura pugliese, tra queste una misura nazionale a valere sul PSRN, che alla stregua di quanto fu fatto per il terremoto in Emilia Romagna del 2012, preveda una riprogrammazione solidale dello stesso PSRN, per l'attivazione di una nuova misura nazionale per la rigenerazione dell’agricoltura nei territori colpiti dalla Xylella Fastidiosa. Data la portata del fenomeno, la misura dovrebbe prevedere una dotazione finanziaria di almeno 300 milioni cofinanziata dai PSR delle regioni del Centro Sud, dal PSRN quota nazionale e dall’Unione Europea. Il cofinanziamento regionale potrà fare affidamento al PSR della Regione Puglia».

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, «fa sua e propone al ministro Centinaio, con una lettera, oggi, la nostra proposta di ristoro per gli agricoltori e di ricostruzione di un territorio devastato dalla Xylella. Una proposta che gli abbiamo esposto in un incontro tenuto in presidenza il 23 luglio scorso. Questi ulteriori quasi quattro mesi persi ci rammaricano, perché di tempo in questa vicenda se ne è perso già tantissimo». Lo affermano in una dichiarazione gli europarlamentari pugliesi Raffaele Fitto e Paolo De Castro a commento della lettera inviata oggi da Emiliano al ministro all’Agricoltura, Gianmarco Centinaio.
«Avevamo la certezza - dicono - che la nostra soluzione fosse l'unica in grado di venire immediatamente incontro alle richieste di un settore in ginocchio da ormai troppi anni. Ora Emiliano e Centinaio sono gli unici soggetti istituzionali che possono davvero attivare tutte le procedure che abbiamo proposto. Ci auguriamo che non venga perso ulteriore tempo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725