Sabato 25 Settembre 2021 | 19:50

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Sequestrata area di 5mila mq

Mattinata, devastato il Parco
per un parcheggio abusivo

Tagliata ulivi, sbancato terreno agricolo, costruzioni abusive: la Procura mette i sigilli. Nella rimessa anche mezzi della ditta che si occupa della raccolta dei rifiuti

Mattinata, devastato il Parcoper un parcheggio abusivo

I Carabinieri forestali hanno sequestrato un'area di circa 5mila metri quadrati nel Parco del Gargano, destinata a parcheggio di camion e roulotte nel territorio di Mattinata. Il provvedimento di sequestro preventivo, emesso dalla procura di Foggia, ha interessato una vera e propria rimessa realizzata, senza alcun tipo di autorizzazione, dopo aver tagliato ulivi e sbacato terreno agricolo, costruendo anche di tettoie prive di autorizzazione paesaggistica, di permesso a costruire nonché di nullaosta dell’Ente Parco.

La Procura della Repubblica di Foggia ha quindi disposto il provvedimento sull'intera area, ubicata a Mattinata, in località Valle Carbonara – Sant’Anastasio, anche per la sussistenza del chiaro pericolo che la libera disponibilità della stessa possa consentire di completare le opere e aggravare le conseguenze del reato sotto il profilo urbanistico.

Al momento del controllo i Carabinieri hanno trovato parcheggiati anche tre compattatori della ditta Tecneco Servizi Generali SRL, che gestisce la raccolta dei rifiuti proprio per conto del Comune di Mattinata, oltre a due autocarri e venticinque roulotte.

Per la grave ferita inferta all'area protetta sono stati denunciati la proprietaria del terreno ed il marito, legale rappresentante della società che gestisce il parcheggio abusivo, risultati legati da stretti rapporti di parentela ad un noto pluripregiudicato del posto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie