Martedì 04 Agosto 2020 | 22:16

NEWS DALLA SEZIONE

nel foggiano
Cerignola, auto fuori strada nella notte: muore 21enne, salvi due amici

Cerignola, auto fuori strada nella notte: muore 21enne, salvi due amici

 
LA TRAGEDIA
Foggia, il ghetto di Mezzanone ha invaso anche il Cara

Foggia, il ghetto di Mezzanone ha invaso anche il Cara

 
l'episodio
Foggia, affiancano bracciante e gli sparano: ferito, indaga la polizia

Foggia, affiancano bracciante e gli sparano: ferito, indaga la polizia

 
nel foggiano
Ministro Azzolina a Cerignola: «Beni confiscati a mafia vittoria dello Stato»

Ministro Azzolina a Cerignola: «Beni confiscati a mafia vittoria dello Stato»

 
pubblica amministrazione
Foggia, comuni, uffici senza personale rischio fondi Ue

Foggia, uffici del Comune senza personale: a rischio fondi Ue

 
i retroscena
Rissa a Borgo Mezzanone, nel ghetto «comandano i ghanesi»

Rissa a Borgo Mezzanone, nel ghetto «comandano i ghanesi»

 
nel foggiano
Borgo Mezzanone, rissa fra migranti: baracche a fuoco, 3 feriti, uno è grave

Borgo Mezzanone, rissa fra migranti: baracche a fuoco, 3 feriti, uno è grave

 
Criminalità
Cerignola, l'omicidio Cirulli forse per uno sgarro ai boss

Cerignola, l'omicidio di Cirulli forse per uno sgarro ai boss

 
Il caso
Covid 19, i numeri neri di Cerignola, dopo festa di compleanno

Covid 19, i numeri neri di Cerignola dopo festa di compleanno

 

Il Biancorosso

SERIE C

Bari, una panchina per 4: Vivarini in pole position

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariLa decisione
Roghi nelle campagne di Mola, Colonna: «Droni per scovare i piromani»

Roghi nelle campagne di Mola, Colonna: «Droni per scovare gli incendiari»

 
PotenzaIn Basilicata
Tempa Rossa, domani test sulle valvole di sicurezza

Tempa Rossa, domani test sulle valvole di sicurezza

 
TarantoLa richiesta
Arcelor Mittal, i sindacati: «Magazzini chiusi, difficile reperire Dpi»

Arcelor Mittal, i sindacati: «Magazzini chiusi, difficile reperire Dpi». Aziende lamentano ritardi nei pagamenti

 
MateraLa novità
Rete 5G: a Matera nascerà la Casa delle Tecnologie

Rete 5G: a Matera nascerà la Casa delle Tecnologie

 
LecceIL MISTERO
Caso Orlandi, l'Unisalento studia gli ultimi reperti

Caso Orlandi, l'Unisalento studia gli ultimi reperti

 
Batl'operazione
Spinazzola, braccianti sfruttati a 4 euro l'ora: 60enne arrestato, denunciati 2 imprenditori

Spinazzola, braccianti sfruttati a 4 euro l'ora: 60enne arrestato, denunciati 2 imprenditori

 
Foggianel foggiano
Cerignola, auto fuori strada nella notte: muore 21enne, salvi due amici

Cerignola, auto fuori strada nella notte: muore 21enne, salvi due amici

 
BrindisiVANDALISMO
Brindisi, brucia rifiuti illegalmente: denunciato dai Forestali

Brindisi, brucia rifiuti illegalmente: denunciato dai Forestali

 

i più letti

Sanità

Cerignola, muore a 38 anni in ospedale: i familiari vogliono chiarezza

I parenti della vittima hanno presentato denuncia. La Asl ha avviato un'inchiesta interna

Cerignola, muore a 38 anni in ospedale: i familiari vogliono chiarezza

CERIGNOLA - Una inchiesta penale e una interna sono state avviate dalla Procura di Foggia e dalla Asl dopo la denuncia presentata dai familiari di una donna di 38 anni, Stefania Fede, di Stornara, morta ieri mattina in seguito ad un arresto cardiaco nell’ospedale Tatarella di Cerignola.

La polizia ha sequestrato la cartella clinica della donna mentre la procura avrebbe già nominato un consulente medico legale per l’autopsia.

Annunciando in una nota l’avvio dell’indagine interna, la direzione generale della Asl di Foggia precisa che «la signora è stata seguita in rianimazione, struttura ad alta intensità assistenziale, con diligenza e professionalità».

Nella denuncia presentata dal fratello della donna, si legge che Stefania «il 16 ottobre scorso mentre era nel cortile del suo appartamento ha avuto un malore» è stata quindi soccorsa ad accompagnata in ambulanza al pronto soccorso dell’ospedale di Cerignola. «In base a quanto ci hanno detto i sanitari - racconta il fratello - ha avuto un arresto cardiaco» ed è stata quindi rianimata con una massaggio cardiaco. Secondo i medici Stefania - si ricostruisce nella denuncia - doveva essere trasferita agli Ospedali Riuniti di Foggia perché poteva essere affetta da problemi di natura neurologica. Dopo circa un’ora la donna ha avuto però una nuova crisi, che ha impedito il trasferimento. «I medici - ripercorre il fratello nella denuncia - ci hanno comunicato che era stata indotta al coma farmacologico. Mia sorella è stata in coma farmacologico fino alla mattina del 19 ottobre, quando hanno iniziato a farla svegliare. Ho visto mia sorella attraverso i vetri e altri familiari hanno parlato con lei quella mattina. Sembrava stesse bene. Era vigile, stubata e sembrava che stesse andando tutto bene. Doveva anche essere trasferita presso altro reparto».

Questo fino a ieri mattina quando i medici hanno contattato urgentemente i familiari per comunicare loro il decesso. «Si tratta di un fatto di estrema gravità, per il quale chiediamo alla Procura della Repubblica di fare chiarezza - ha dichiarato il legale della famiglia, l’avvocato Michele Sodrio. La mia cliente non aveva alcuna malattia, né soffriva di alcuna patologia cronica».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie