Martedì 16 Luglio 2019 | 16:27

NEWS DALLA SEZIONE

Assenteismo
Foggia, la giudice «furbetta del cartellino» condannata dalla Corte dei conti

Foggia, la giudice «furbetta del cartellino» condannata dalla Corte dei conti

 
Indagano i cc
Foggia, migranti presi a sassate mentre vanno a lavorare nei campi: 2 feriti

Foggia, migranti presi a sassate mentre vanno a lavorare nei campi: 2 feriti

 
Nel campo nomadi di Foggia
Facevano prostituire minorenni: Procura Bari chiede rinvio a giudizio per 4 rumeni

Facevano prostituire minorenni: Procura Bari chiede rinvio a giudizio per 4 rumeni

 
Il video
Meraviglia a Peschici, un delfino e i suoi cuccioli nuotano tra i bagnanti

Meraviglia a Peschici, un delfino e i suoi cuccioli nuotano tra i bagnanti

 
Sulla Statale 16
Lesina, auto impatta contro furgone: un morto e un ferito

Lesina, auto impatta contro furgone: un morto e un ferito

 
Dopo la grandine
Maltempo: regione avvia procedura per stato di calamità nel Gargano

Maltempo: regione avvia procedura per stato di calamità nel Gargano

 
Il caso
Strage di San Marco in Lamis, Regione Puglia si costituisce parte civile

Strage di San Marco in Lamis, Regione Puglia si costituisce parte civile

 
Dal gip
Foggia, costringeva la moglie a vivere con le tapparelle abbassate: 44enne allontanato per maltrattamenti

Foggia, costringeva la moglie a vivere con le tapparelle abbassate: 44enne allontanato

 
il salvataggio
Vieste, i cani bagnino Maya e Axel salvano due ragazzi dalla furia del mare

Vieste, i cani bagnino Maya e Axel salvano due ragazzi dalla furia del mare

 
Lavoro in campagna
Caporalato sul Gargano, sequestrati 10 furgoni «killer» per i braccianti

Caporalato sul Gargano, sequestrati 10 furgoni «killer» per i braccianti

 
Tentata rapina
Foggia, aggredisce e scippa collana ad anziana colf: arrestato

Foggia, aggredisce e scippa collana ad anziana colf: arrestato

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, squadra parte in ritiro: non ci sarà Brienza

Bari, squadra parte in ritiro: non ci sarà Brienza

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceOrganizzato da Prog On
«Canterbury Tales»: Martano capitale del Prog per una sera, con il concerto di Richard Sinclair

«Canterbury Tales»: Martano capitale del Prog per una sera, con il concerto di Richard Sinclair

 
FoggiaAssenteismo
Foggia, la giudice «furbetta del cartellino» condannata dalla Corte dei conti

Foggia, la giudice «furbetta del cartellino» condannata dalla Corte dei conti

 
TarantoNel tarantino
Sava, ex carabiniere uccise padre, sorella e cognato: chiesto ergastolo

Sava, ex carabiniere uccise padre, sorella e cognato: chiesto ergastolo

 
BatIl caso
Bisceglie, in 5 a giudizio per gestione Salsello, Procura di Lecce: «Accertamenti sull'indagine»

Bisceglie, in 5 a giudizio per gestione Salsello, Procura di Lecce: «Accertamenti sull'indagine»

 
PotenzaDai carabinieri
Merce pagata e mai consegnata: 4 denunce nel Potentino per truffe online

Merce pagata e mai consegnata: 4 denunce nel Potentino per truffe online

 
MateraUna coppia di 31enni
Matera, vendevano cocaina ed eroina ai tossici della città, compresi minorenni: 2 arresti

Matera, vendevano cocaina ed eroina ai tossicodipendenti della città, compresi minori: 2 arresti

 
BrindisiDalla polizia
Brindisi, minacciavano e impedivano acquisti alle aste giudiziarie: 4 arresti

Brindisi, minacciavano e impedivano acquisti alle aste giudiziarie: 4 arresti

 

i più letti

Giovedì prossimo

Chiavi della città di San Severo a ex ministro Minniti

A lui si deve l'istituzione del Reparto Prevenzione Crimine

Chiavi della città di San Severo a ex ministro Minniti

Ci sarà anche l’ex ministro dell’Interno Marco Minniti, che tra l’altro riceverà le chiavi della città, all’incontro sulla «vertenza sicurezza» e sull’attivà di contrasto alla criminalità organizzata, in programma giovedì prossimi nel foyer del teatro comunale «Giuseppe Verdi» di San Severo. Al confronto pubblico prenderanno parte, oltre al sindaco Francesco Miglio e all’on. Minniti, anche il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano ed il procuratore capo di Bari Giuseppe Volpe che è quindi anche capo della direzione distrettuale antimafia. «L’ex ministro Marco Minniti» spiega il primo cittadino «è stato l’insostituibile propulsore di tutta una serie di interventi messi in atto sul territorio di Capitanata, che si sono succeduti ai tanti atti delinquenziali accaduti a San Severo ed al quadruplice omicidio del 9 agosto di un anno fa. Grazie al suo impegno vi è stata l’istituzione in città del Reparto prevenzione crimine. L’incontro di giovedì quindi sarà l’occasione giusta per verificare insieme quanto è stato già fatto e per individuare interventi futuri finalizzati ad una migliore vivibilità della Capitanata tutta».
Intanto, per rafforzare il contrasto all’illegalità il Comune ha aderito alla «consulta provinciale per la legalità», istituita dalla Provincia di Foggia. L’obiettivo è quello di mettere in rete, tra tutti i comuni partecipanti alla consulta, le migliori pratiche e iniziative per contrastare fenomeni di illegalità e corruzione, che hanno prodotto i migliori risultati. «Con la istituzione della consulta provinciale per la legalità» spiegano i promotori dell’iniziativa «si intende sostenere, coordinare e promuovere nei comuni della provincia azioni di contrasto alla corruzione ed all’illegalità, nonché confrontarsi sulla necessità di affrontare in maniera condivisa le problematiche legate a comportamenti mafiosi ed illegali». Gli amministratori municipali sanseveresi hanno valutato positivamente gli scopi e le finalità perseguiti dalla «consulta provinciale per la legalità», rivolti a realizzare fini sociali, economici e culturali. La consulta infatti intende diventare nelle finalità della provincia di Foggia un contenitore di enti, associazioni, sindacati e rappresentanti istituzionali nell’intento di avviare la promozione su tutto il territorio dei valori e della cultura della legalità, considerati imprescindibili per una convivenza civile e per lo sviluppo reale e duraturo dell’economia di Capitanata. «La nostra adesione all’associazione» conclude l’assessore comunale alle politiche sociali, Simona Venditti «si inserisce nell’ampio e vario contesto delle azioni intraprese dall’amministrazione nella promozione di una cultura della legalità che, oltre all’attivazione di percorsi e strumenti repressivi, di controllo del territorio con l’operato delle forze dell’ordine, non può prescindere da iniziative di antimafia sociale».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie