Venerdì 17 Settembre 2021 | 22:06

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Covid

Puglia, primo leggero calo di positivi, continua la campagna vaccinale: 31mila adesioni tra 78enni e 79enni

Censito anche un record di guariti (oltre duemila) ma i ricoveri continuano ad aumentare

Scendono i ricoveri: la Puglia cambia strategia, solo 3 ospedali anti-Covid

Bari- In Puglia si registra un primo leggero calo dei positivi Covid e un record di guariti (oltre duemila), ma i ricoveri continuano ad aumentare. Sono 2.127 i pazienti assistiti negli ospedali, +27 rispetto a ieri, ma è nelle terapie intensive che si registra il record di positivi al Coronavirus: sono 264, mai così tanti, e oggi ci sono stati 41 nuovi ingressi, solo in Lombardia ce ne sono stati di più (58). Piccoli segnali di «raffreddamento» della curva epidemiologica arrivano dai numeri del bollettino giornaliero: oggi sono stati registrati 1.527 nuovi casi su 12.234 test, per un tasso di positività del 12,5%, mentre ieri era del 15,3% e nei giorni scorsi si sono toccati anche picchi del 18-19%. I 1.527 contagi sono così distribuiti: 521 in provincia di Bari, 147 in provincia di Brindisi, 163 nella provincia Bat, 93 in provincia di Foggia, 242 in provincia di Lecce, 348 in provincia di Taranto, 3 casi di residenti fuori regione, 10 casi di provincia di residenza non nota. Sono stati registrati anche 35 decessi: 11 in provincia di Bari, 1 in provincia di Brindisi, 3 in provincia Bat, 3 in provincia di Foggia, 5 in provincia di Lecce, 12 in provincia di Taranto. In tutto sono morte in Puglia 4.761 persone. Sono 139.513 i pazienti guariti mentre ieri erano 137.164 (+2.349); sono 46.776 i casi attualmente positivi mentre ieri erano 46.494 (-282). Il totale dei casi positivi Covid in Puglia dall’inizio dell’emergenza è di 191.050.

I medici di medicina generale possono ritirare le dosi di vaccino negli hub vaccinali

Da oggi intanto i medici di medicina generale possono ritirare le dosi di vaccino negli hub vaccinali della Puglia per procedere con le vaccinazioni a domicilio degli over 80 e pazienti fragili. I medici devono fare richiesta alle Asl del quantitativo di cui hanno bisogno e possono passare a ritirarlo dopo 48 ore. Per questo servizio le Asl stanno fornendo ai medici di medicina generale dei contatti mail dedicati. Intanto proseguono le vaccinazioni degli over 80 in ambulatorio e a domicilio, da parte delle Asl, dei pazienti fragili e dei caregiver. La scorta di vaccino AstraZeneca - fa sapere la Regione - è allo stato di circa 39.000 dosi.
«Queste dosi - viene spiegato - sono programmate per la vaccinazione in settimana dei caregiver di pazienti fragili e disabili attraverso le reti specialistiche, le comunità penitenziarie non ancora vaccinate, gli ospiti di strutture semi residenziali, le comunità civili e religiose come previsto dal piano nazionale. Con le poche dosi residue in alcune Asl è stato programmato un anticipo degli ultrasettantenni in quei comuni ad altissima incidenza di malattia o, per razionalizzare il lavoro dei vaccinatori, in alcuni piccoli Comuni come avvenuto già nella Provincia di Foggia e alle Isole Tremiti». 

31mila richieste di vaccini per 78enni e 79enni 

Sono 31.423 i pugliesi delle classi 1942 e 1943 (79enni e 78enni) che hanno aderito in poco più di 24 ore alla campagna vaccinale contro il Covid 19 e hanno conosciuto data, ora e luogo della loro vaccinazione, attraverso il sito web regionale 'lapugliativaccina.regione.puglia.it', il numero verde e il servizio Farmacup. La platea di riferimento è pari a 61.241 persone, quindi il 51,13% ha già aderito. Le vaccinazioni inizieranno il 12 aprile.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie