Sabato 25 Settembre 2021 | 21:43

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

bollettino regionale

Puglia, 715 nuovi contagi su 4707 test (15,2%): boom di ricoveri. Altri 34 morti. Stop temporaneo ad AstraZeneca in Italia

Aumenta la pressione sui pronto soccorso pugliesi, nel weekend appena trascorso sono stati assistiti 617 pazienti sospetti Covid in appena 48 ore

Covid in Puglia, cala di poco curva contagi (+915) su quasi 10mila tamponi: 23 decessi e meno ricoveri (+3)

BARI - Puglia da oggi in zona rossa e, durante il week end,  è ulteriormente aumentata la pressione sui pronto soccorso pugliesi: sono stati assistiti 617 pazienti sospetti Covid in appena 48 ore e il numero dei ricoveri è schizzato di altri 69 unità facendo superare ikl tetto dei 1700 ospedalizzati, l dato più alto negli ultimi tre mesi. La diretta conseguenza di una crescita dei positivi: nella settimana appena conclusa, quella tra l’8 e il 14 marzo, in media sono stati registrati ogni giorno 1.442 nuovi contagi, il 20% in più rispetto alla settimana precedente. E’ stata anche superata la soglia dei 250 casi settimanali ogni 100mila abitanti.

Sul fronte dei nuovi positivi, sono stati registrati 715 nuovi contagi (357 in provincia di Bari, 71 in provincia di Brindisi, 19 nella provincia BAT, 116 in provincia di Foggia, 127 in provincia di Lecce, 24 in provincia di Taranto, 2 casi di residenti fuori regione. 1 caso di provincia di residenza non nota è stato riclassificato e attribuito) su 4.707 test. Il tasso di positività cala al 15,19% rispetto al 17,2% di ieri. 

Aumenta purtroppo, nelle ultime 24 ore, il numero dei decessi: ben 34 (7 in provincia di Bari, 2 in provincia BAT, 12 in provincia di Foggia, 7 in provincia di Lecce, 5 in provincia di Taranto, 1 residente fuori regione) rispetto ai 9 di ieri. 

Per quanto riguarda i ricoveri, come detto, continuano a crescere nelle ultime 24 ore rendendo la pressione sulle strutture ospedaliere oramai al lime: si passa da 1632 a 1701 (+69) pazienti che occupano i posti letto delle strutture sanitarie regionali. Cresce il numero dei guariti, dai 122.147 di ieri si passa ai 122.847 di oggi.

Scende il numero dei casi attualmente positivi: 39123 rispetto ai 39.142, delle ultime 24 ore. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 1.696.388 test.

STOP AD ASTRAZENECA IN ITALIA - L’Agenzia italiana del farmaco Aifa ha deciso di estendere in via del tutto precauzionale e temporanea, in attesa dei pronunciamenti dell’EMA, il divieto di utilizzo del vaccino AstraZeneca Covid19 su tutto il territorio nazionale. Tale decisione è stata assunta in linea con analoghi provvedimenti adottati da altri Paese europei. 

IL COMMENTO DI LOPALCO - «Abbiamo fiducia nelle autorità regolatorie come Aifa e Ema, queste sospensioni sono la dimostrazione che il sistema di vigilanza funziona e si attiva al minimo segnale di dubbio. Chiediamo ai pugliesi delle categorie delle forze dell’ordine e degli operatori del mondo dell’istruzione di avere pazienza perché in breve tempo, appena l'agenzia europea del farmaco Ema si sarà pronunciata sullo sblocco, le vaccinazioni saranno riprogrammate in modo da evitare la maggior parte dei disagi». Lo spiega l’assessore alla Sanità della Regione Puglia, Pierluigi Lopalco, in merito allo stop da parte di Aifa all’uso di Astrazeneca dopo le presunte reazioni avverse. Anche in Puglia sono sospese, quindi, le vaccinazioni del siero Astrazeneca.

«Le categorie già convocate per la vaccinazione con Astrazeneca saranno riprogrammate nei prossimi giorni a seguito delle prossime decisioni dell’Aifa, l’Agenzia italiana del farmaco, quindi - conclude l’assessore - non ci si deve presentare presso i centri vaccinali».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie