Lunedì 23 Novembre 2020 | 23:34

NEWS DALLA SEZIONE

Calcio
Il Lecce asfalta la Reggiana: vince 7-1 in casa al Via del Mare

Il Lecce asfalta la Reggiana: vince 7-1 in casa al Via del Mare

 
Giallorossi
Lecce, parla il ds della Reggiana: «Una corazzata. Mancosu e Coda super»

Lecce, parla il ds della Reggiana: «Una corazzata. Mancosu e Coda super»

 
Il portiere
Gabriel innamorato di Lecce: «Qui mi sento come in Brasile»

Gabriel innamorato di Lecce: «Qui mi sento come in Brasile»

 
Serie B
Lecce calcio, staff e calciatori tutti negativi al Covid

Lecce calcio, staff e calciatori tutti negativi al Covid

 
Serie B
Lecce calcio, Mancosu. Gabriel e Calderoni rinnovano contratto

Lecce calcio, Mancosu. Gabriel e Calderoni rinnovano contratto

 
Serie B
Lecce calcio, Corvino: «È un grande gruppo ma per vincere deve trasformarsi in un branco»

Lecce calcio, Corvino: «È un grande gruppo ma per vincere deve trasformarsi in un branco»

 
Il virus
Lecce calcio, altri due calciatori positivi al Covid 19

Lecce calcio, due calciatori ancora positivi al Covid 19

 
Giallorossi
La sosta della «B» aiuta il Lecce: Listkowski e Pettinari rientrano

La sosta della «B» aiuta il Lecce: Listkowski e Pettinari rientrano

 
Giallorossi
Tachtsidis, Paganini e Henderson: il «grande centro» fa felice il Lecce

Tachtsidis, Paganini e Henderson: il «grande centro» fa felice il Lecce

 
Giallorossi
Lecce, i giallorossi hanno l'attacco più prolifico del torneo

Lecce, i giallorossi hanno l'attacco più prolifico del torneo

 
Serie B
Lecce calcio, infortunio per il capitano Mancosu: frattura alla mano

Lecce calcio, infortunio per il capitano Mancosu: frattura alla mano

 

Il Biancorosso

SERIE C
Casertana-Bari 0-2: i biancorossi si rialzano dopo il ko con la Ternana

Casertana-Bari 0-2: i biancorossi si rialzano dopo il ko con la Ternana

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceIl caso
Covid 19, positiva addetta ai pasti: chiusa scuola dell'infanzia a Lecce

Covid 19, positiva addetta ai pasti: chiusa scuola dell'infanzia a Lecce

 
BariIl caso
Covid, rientra l'allarme in casa di riposo ad Alberobello: ora solo 1 positivo

Covid, rientra l'allarme in casa di riposo ad Alberobello: ora solo 1 positivo

 
FoggiaIl caso
Sparatoria in un quartiere popolare di Foggia: un ferito

Sparatoria in un quartiere popolare di Foggia: un ferito FOTO

 
TarantoL'evento
Vela, sarà Taranto a ospitare la prima tappa europea della SailGP 2021

Vela, sarà Taranto a ospitare la prima tappa europea della SailGP 2021

 
BatA Barletta
Natale al tempo del Covid 19, Boccia: «Con 700 morti al giorno è fuori luogo parlare di cenoni»

Natale col Covid, Boccia: «Con 700 morti al giorno fuori luogo parlare di cenoni. Aree provinciali? Non cambia»

 
PotenzaIl caso
Potenza, i pilomat «vandalizzati» costano cari al Comune

Potenza, i pilomat «vandalizzati» costano cari al Comune

 
BrindisiVita amministrativa
Brindisi, bufera al Comune: sul bilancio Forza Itala e il Pd ai ferri corti

Brindisi, bufera al Comune: sul bilancio Forza Itala e il Pd ai ferri corti

 
Potenzadati regionali
Covid in Basilicata, 281 nuovi positivi su circa 2mila test durante il week end e altri 4 decessiA Matera tamponi drive in con la Marina

Covid Basilicata, + 281 positivi su circa 2mila test durante week end e + 4 decessi. A Matera tamponi drive in con la Marina

 

i più letti

Serie B

Domani Cosenza-Lecce, Trinchera: «È a Corvino che mi sono ispirato»

Parla responsabile dell’area tecnica dei calabresi, Stefano Trinchera, salentino doc. Domani si troverà di fronte da avversario il «maestro»

Domani Cosenza-Lecce, Trinchera: «È a Pantaleo Corvino che mi sono ispirato»

LECCE - Domani, nella sfida tra il Cosenza, del quale è il direttore sportivo per la quarta stagione di fila, ed il Lecce, società nella quale ha giocato e nel cui ambito ha ricoperto il ruolo di responsabile dell’area tecnica, Stefano Trinchera, salentino doc, si troverà di fronte da avversario, per la prima, quel Pantaleo Corvino che considera alla stregua di un maestro. «Sono stato un suo calciatore nel 1995, nel Casarano, società nella quale stava emergendo prepotentemente come direttore sportivo - racconta Trinchera -

L’ho sempre seguito a distanza, mantenendo con lui un ottimo rapporto, in quanto è un grande manager del mondo del calcio, del quale conosce come pochi le dinamiche e le varie sfaccettature. Quando ho scelto di intraprendere la mia attuale carriera, mi sono ispirato a lui. Per me, affrontare il Lecce da rivale è sempre stata una grande emozione, in quanto è il club della mia terra, del quale ho fatto parte da atleta e da dirigente, ma anche perché con l’attuale società c’è stima reciproca. In questo caso, però, per me il match sarà ancora più carico di significati, in virtù del fatto che una delle colonne del sodalizio di via colonnello Costadura, in questa fase, è proprio Pantaleo».

Il Cosenza ha sin qui pareggiato le 4 gare disputate ed ha 4 punti, avendo quale primo obiettivo la permanenza, mentre il Lecce, che ambisce ai quartieri alti della classifica, ha collezionato un successo e 2 pareggi, a fronte di una sconfitta, e di punti ne ha 5. «Dopo 360’ non è certo possibile fare delle valutazioni - afferma Trinchera - La stagione deve ancora decollare ed è lungi dall’avere espresso indicazioni di rilievo. Le compagini più attese non hanno raggiunto il livello che compete loro. Questo vale per i giallorossi allenati da Corini, come per altri complessi molto quotati come il Monza. Non ho alcun dubbio circa il fatto che i team più attrezzati sgomiteranno per le primissime posizioni nella volata finale».
Trinchera è pronto a scommettere sulla forza della rosa allestita da Corvino: «La mia è una valutazione, non un attestato di stima nei confronti di Pantaleo, che non ne ha certo bisogno. Individualmente, quello giallorosso è l’organico più forte ed è composto da calciatori che sono quasi tutti potenzialmente titolari. Basta verificare i nomi degli uomini che sono entrati a gara in corso mercoledì, contro la Cremonese. Sono elementi che sarebbero prime scelte nella maggior parte delle compagini di serie B».

Circa le prospettive della sfida tra Cosenza e Lecce, Trinchera non si nasconde. «La nostra è una formazione dalla grande compattezza, che lotta e sa soffrire, solida in difesa e con attaccanti di buona caratura, che hanno gamba - rimarca - Non abbiamo ancora vinto e vogliamo sbloccarci. Il complesso salentino, dal canto suo, avrà il medesimo obiettivo e proverà a centrarlo con l’ottimo palleggio che caratterizza il suo gioco e con la qualità delle tante individualità sulle quali può contare. Mi aspetto una partita aperta e combattuta, tra due schieramenti che tenteranno di superarsi a vicenda».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie