Venerdì 17 Gennaio 2020 | 22:07

NEWS DALLA SEZIONE

calciomercato
Lecce, Falco in bilico: emergenza senza fine

Lecce, Falco in bilico: emergenza senza fine

 
mercato
Lecce, le mani su Acquah: un guerriero per Liverani

Lecce, le mani su Acquah: un guerriero per Liverani

 
Serie A
Lecce calcio, Tabanelli passa a titolo definitivo al Frosinone

Lecce calcio, Tabanelli passa a titolo definitivo al Frosinone

 
Serie A
Lecce calcio, Sticchi Damiani: «Difendere la Serie A a tutti i costi»

Lecce calcio, Sticchi Damiani: «Difendere la Serie A a tutti i costi»

 
Serie A
Lecce

Parma batte il Lecce 2-0 e prosegue la corsa alla zona europea

 
serie a
Lecce, addio a La Mantia: attaccante ceduto all'Empoli

Lecce, addio a La Mantia: attaccante ceduto all'Empoli

 
il caso
Lecce, ex bomber Chevanton a processo per evasione di un milione di euro

Lecce, ex Chevanton a processo per evasione di 1mln di euro

 
Calcio
Lecce, arriva dal Cagliari il centrocampista Deiola

Lecce, arriva dal Cagliari il centrocampista Deiola

 
Calcio
Lecce, Babacar, Lapadula e Tabanelli a rischio contro il Parma

Lecce, Babacar, Lapadula e Tabanelli a rischio contro il Parma

 
serie a
Il Lecce vuole Ionita, ma c'è anche un piano B

Il Lecce vuole Ionita, ma c'è anche un piano B

 
serie a
Lecce, dopo la sconfitta con l'Udinese suona l'allarme

Lecce, dopo la sconfitta con l'Udinese suona l'allarme

 

Il Biancorosso

mercato
Ancora nessun botto: il Bari col freno tirato

Ancora nessun botto: il Bari col freno tirato

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiLa tragedia
Ostuni, si ribalta il trattore in un canale di scolo: muore 56enne

Ostuni, si ribalta il trattore in un canale di scolo: muore 56enne

 
TarantoA Taranto
«ArcelorMittal», monta la protesta degli autotrasportatori

«ArcelorMittal», monta la protesta degli autotrasportatori

 
PotenzaLa relazione Dia
In Basilicata aumentano i tentativi di «infiltrare» l’economia legale

In Basilicata aumentano i tentativi di «infiltrare» l’economia legale

 
Leccenel Leccese
Infiltrazioni mafiose: in Salento sciolto comune di Scorrano

Infiltrazioni mafiose: in Salento sciolto comune di Scorrano

 
Barila procura
Bari, chiesto processo per ex giudice Bellomo: accusato anche di calunnia a Conte

Bari, chiesto processo per Bellomo: accusato anche di calunnia a Conte

 
Batnel nordbarese
Bisceglie, petardo esplode davanti farmacia ex europarlamentare Silvestris: si indaga

Bisceglie, petardo esplode davanti farmacia ex europarlamentare: si indaga

 
MateraIl caso
Metaponto, nel portafogli aveva 53 pasticche «da stupro»: denunciato

Metaponto, nel portafogli aveva 53 pasticche «da stupro»: denunciato

 

i più letti

Turno infrasettimanale

Lecce annienta il Livorno: termina 0-3

Sulla panchina dei toscani c'è una vecchia conoscenza dei giallorossi: Cristiano Lucarelli

lecce calcio

Il Lecce surclassa un Livorno senza identità né gioco, alla seconda sconfitta in casa su due partite, e sbanca per 3-0 il Picchi. È la squadra di Fabio Liverani a fare la partita fin dal primo minuto, e a passare già al 15' pt con La Mantia che da angolo stacca di testa indisturbato portando in vantaggio i suoi. I pugliesi sfiorano poi il raddoppio alla mezz'ora con Palombi che colpisce il palo su girata di testa a portiere battuto, mentre al 35'pt è Diamanti su ribaltamento di fronte a divorarsi il pari calciando alto da solo davanti a Vigorito. Raddoppio che comunque arriva per gli ospiti in apertura di ripresa al 2' st: Palombi ruba palla sfruttando un pasticcio di Bogdan in alleggerimento e supera Mazzoni. Al 13' st tris del Lecce con Palombi che su azione di contropiede batte ancora Mazzoni mettendo a segno la sua personale doppietta.

LA GIORNATA DI IERI - Il Lecce torna in campo questa sera a Livorno a soli tre giorni dal primo successo in campionato, conquistato sabato contro il Venezia. I giallorossi hanno rotto il ghiaccio e al «Picchi» sono chiamati a offrire conferme, in termini di prestazione e di risultati.
Di fronte avranno la squadra allenata dall’ex Lucarelli, protagonista l’anno scorso in serie C, alla guida del Catania, dell’avvincente duello concluso con la promozione del Lecce in serie B.
Oggi sarà tutt’altra storia. «Non è una sfida Liverani-Lucarelli - dice il tecnico salentino - conosco da vent’anni Cristiano, ci saluteremo e poi ognuno per la sua strada».
Il Livorno ha conquistato il primo punto a Cosenza ed è ancora a caccia della prima vittoria. Liverani si aspetta un avversario compatto e attento in difesa e pronto a ripartire. «Si schierano con un 5-3-2, come Salernitana e Venezia. Dispongono di elementi del calibro di Murilo, Kozak, Giannetti, Diamanti, gente che frequenta o ha frequentato per anni serie A e B. Saranno agguerriti e vorranno vincere davanti al proprio pubblico». Prevede che ci sarà da soffrire ma anche che «ci saranno i momenti in cui potremo fare soffrire il Livorno, sempre mantendendo alta l’attenzione per non concedere spazio alla loro qualità».
Il bilancio delle prime quattro partite è positivo per l’allenatore. «La rosa mi piace, è competitiva, ma mi piacerebbe che la squadra fosse giudicata in relazione alla nuova realtà. Per sei anni il Lecce, in serie C, era obbligato a vincere. Oggi deve lottare per non retrocedere, sapendo che ogni gara presenta grandi difficoltà. Oggi affronti il Palermo, il Verona, il Venezia, che lo scorso anno è arrivato alle semifinali playoff, così come il Cittadella. Non si tratta di squadrette. È un messaggio che dovrebbe passare...».
Liverani conferma di pensare al turnover, considerate le tre gare in sette giorni. Ma non dà indicazioni su chi farà rifiatare né se il maggior numero di cambi sarà proposto questa sera oppure sabato al Via del Mare. «Qualcosa cambieremo ma non ho ancora preso decisioni definitive su come gestire le risorse. Le due punte di ruolo davanti al trequartista? È una possibilità», taglia corto.
In porta dovrebbe tornare Vigorito; in difesa si potrebbe rivedere Fiamozzi sulla fascia destra, mentre per i due posti al centro si gioca una maglia (con Cosenza, Meccariello e Marino) anche Venuti, utilizzato in quella posizione nel finale contro il Venezia. Palombi, sabato autore della doppietta decisiva, non dovrebbe essere in discussione. Armellino non è tra i convocati per un problema fisico.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie