Venerdì 14 Dicembre 2018 | 03:32

NEWS DALLA SEZIONE

SERIE D
Ardito gioca Brescia-Lecce: «Una partita da tripla»

Ardito gioca Brescia-Lecce: «Una partita da tripla»

 
Lecce
Liverani: testa già al Brescia, il pari non fa calare l'euforia

Liverani: testa già al Brescia, il pari non fa calare l'euforia

 
Serie B
Al Via del Mare: Lecce Perugia termina 0-0

Al Via del Mare: Lecce Perugia termina 0-0

 
Serie B
Calcio Lecce, Liverani: «mi fido dei miei ragazzi»

Calcio Lecce, Liverani: «mi fido dei miei ragazzi»

 
Sabato contro il Perugia
Lecce, l'ex Olive: «La squadra non rinuncerà al mercato. Gruppo coeso»

Lecce, l'ex Olive: «La squadra non rinuncerà al mercato. Gruppo coeso»

 
L'intervista
Ex difensore Brio promuove il Lecce: «Personalità e grande tifo»

Ex difensore Brio promuove il Lecce: «Personalità e grande tifo»

 
Carpi-Lecce 0-1
Lecce, gol di La Mantia decide match a Carpi

Lecce, gol di La Mantia decide match a Carpi

 
La decisione
Curva Nord Lecce intitolata a calciatori Lorusso e Pezzella

Curva Nord Lecce intitolata a calciatori Lorusso e Pezzella

 
Serie B
Lecce attento: «A Carpi come se fosse il match più importante della stagione»

Lecce attento: «A Carpi come se fosse il match più importante della stagione»

 
Serie B
Brini spiana la strada al Lecce: «È forte e può crescere ancora»

Brini spiana la strada al Lecce: «È forte e può crescere ancora»

 
Serie B
Lecce calcio, sulla strada giusta a caccia dell’equilibrio

Lecce calcio, sulla strada giusta a caccia dell’equilibrio

 

Serie B

Cosenza rialza subito il Lecce: «Questo è un gruppo importante»

Il Lecce si è allenato nella mattinata di ieri. Sono rimasti a riposo il terzino Riccardo Fiamozzi ed il portiere Mauro Vigorito, che ha eseguito una ecografia che ha escluso guai seri

Lecce calcio

LECCE - LECCESuona la carica in vista del match casalingo con il Venezia, Ciccio Cosenza, tornato in campo ad Ascoli, al centro della retroguardia, stante l’assenza di Fabio Lucioni. «Siamo attesi da una gara difficile - sostiene - Ho seguito il team veneto in televisione nella sfida persa con il Benevento ed ho visto una formazione che dispone di qualità e di grande fisicità. I nostri prossimi rivali vorranno riscattarsi, ma il nostro è un gruppo importante, che ha i mezzi per fare bene. Giocheremo dinanzi al pubblico amico e siamo decisi a riscattarci».

Ad Ascoli, il Lecce non è stato brillante come contro Benevento e Salernitana. «C’è stata meno qualità - ammette Cosenza - ma bisogna ripartire dalle cose positive che ci sono state, ovvero da quanto abbiamo creato nel primo tempo e dal fatto che abbiamo concesso poco».

Che sarebbe sceso in campo contro l’undici marchigiano, Cosenza lo ha appreso poco prima della contesa. «Non sapevo che Lucioni fosse nuovamente indisponibile - dice - Ma siamo tutti dei professionisti e dobbiamo essere sempre pronti a fare la nostra parte, anche perché mister Liverani quando prova gli schemi mescola sempre le carte e ci tiene tutti sulla corda. È stato bello ed emozionante tornare in campo nella serie cadetta dopo tanti anni. Il fatto di avere indossato la fascia di capitano è stato un onore, ma il mio attaccamento alla maglia ed il ruolo che sento di avere nel gruppo sono sempre gli stessi».
Dopo tre tornei nei quali è stato inamovibile, ora deve giocarsi il posto. «La concorrenza aiuta a migliorarsi - rimarca Ciccio Cosenza - Ho il massimo rispetto dei ruoli. Da quello dell’allenatore che deve operare le scelte a quello dei compagni che provano a meritare di scendere in campo. Mi giocherò tutte le carte che ho a disposizione con la massima determinazione, ma anche con serenità. Non devo dimostrare nulla».

Al «Del Duca», il Lecce ha subito l’ennesima rete nata da una disattenzione e giunta dopo metà ripresa, come contro Benevento e Salernitana. «Per evitare di incassare gol del genere bisogna alzare la soglia della concentrazione ed essere più scaltri - sottolinea Cosenza - Dobbiamo fare tesoro degli errori commessi. Il mister ha analizzato l’andamento della gara, sia gli aspetti positivi che quelli negativi, soffermandosi e lavorando particolarmente sugli errori onde evitare che si ripetano».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400