Venerdì 17 Gennaio 2020 | 22:04

NEWS DALLA SEZIONE

calciomercato
Lecce, Falco in bilico: emergenza senza fine

Lecce, Falco in bilico: emergenza senza fine

 
mercato
Lecce, le mani su Acquah: un guerriero per Liverani

Lecce, le mani su Acquah: un guerriero per Liverani

 
Serie A
Lecce calcio, Tabanelli passa a titolo definitivo al Frosinone

Lecce calcio, Tabanelli passa a titolo definitivo al Frosinone

 
Serie A
Lecce calcio, Sticchi Damiani: «Difendere la Serie A a tutti i costi»

Lecce calcio, Sticchi Damiani: «Difendere la Serie A a tutti i costi»

 
Serie A
Lecce

Parma batte il Lecce 2-0 e prosegue la corsa alla zona europea

 
serie a
Lecce, addio a La Mantia: attaccante ceduto all'Empoli

Lecce, addio a La Mantia: attaccante ceduto all'Empoli

 
il caso
Lecce, ex bomber Chevanton a processo per evasione di un milione di euro

Lecce, ex Chevanton a processo per evasione di 1mln di euro

 
Calcio
Lecce, arriva dal Cagliari il centrocampista Deiola

Lecce, arriva dal Cagliari il centrocampista Deiola

 
Calcio
Lecce, Babacar, Lapadula e Tabanelli a rischio contro il Parma

Lecce, Babacar, Lapadula e Tabanelli a rischio contro il Parma

 
serie a
Il Lecce vuole Ionita, ma c'è anche un piano B

Il Lecce vuole Ionita, ma c'è anche un piano B

 
serie a
Lecce, dopo la sconfitta con l'Udinese suona l'allarme

Lecce, dopo la sconfitta con l'Udinese suona l'allarme

 

Il Biancorosso

mercato
Ancora nessun botto: il Bari col freno tirato

Ancora nessun botto: il Bari col freno tirato

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiLa tragedia
Ostuni, si ribalta il trattore in un canale di scolo: muore 56enne

Ostuni, si ribalta il trattore in un canale di scolo: muore 56enne

 
TarantoA Taranto
«ArcelorMittal», monta la protesta degli autotrasportatori

«ArcelorMittal», monta la protesta degli autotrasportatori

 
PotenzaLa relazione Dia
In Basilicata aumentano i tentativi di «infiltrare» l’economia legale

In Basilicata aumentano i tentativi di «infiltrare» l’economia legale

 
Leccenel Leccese
Infiltrazioni mafiose: in Salento sciolto comune di Scorrano

Infiltrazioni mafiose: in Salento sciolto comune di Scorrano

 
Barila procura
Bari, chiesto processo per ex giudice Bellomo: accusato anche di calunnia a Conte

Bari, chiesto processo per Bellomo: accusato anche di calunnia a Conte

 
Batnel nordbarese
Bisceglie, petardo esplode davanti farmacia ex europarlamentare Silvestris: si indaga

Bisceglie, petardo esplode davanti farmacia ex europarlamentare: si indaga

 
MateraIl caso
Metaponto, nel portafogli aveva 53 pasticche «da stupro»: denunciato

Metaponto, nel portafogli aveva 53 pasticche «da stupro»: denunciato

 

i più letti

Serie B

Cosenza rialza subito il Lecce: «Questo è un gruppo importante»

Il Lecce si è allenato nella mattinata di ieri. Sono rimasti a riposo il terzino Riccardo Fiamozzi ed il portiere Mauro Vigorito, che ha eseguito una ecografia che ha escluso guai seri

Lecce calcio

LECCE - LECCESuona la carica in vista del match casalingo con il Venezia, Ciccio Cosenza, tornato in campo ad Ascoli, al centro della retroguardia, stante l’assenza di Fabio Lucioni. «Siamo attesi da una gara difficile - sostiene - Ho seguito il team veneto in televisione nella sfida persa con il Benevento ed ho visto una formazione che dispone di qualità e di grande fisicità. I nostri prossimi rivali vorranno riscattarsi, ma il nostro è un gruppo importante, che ha i mezzi per fare bene. Giocheremo dinanzi al pubblico amico e siamo decisi a riscattarci».

Ad Ascoli, il Lecce non è stato brillante come contro Benevento e Salernitana. «C’è stata meno qualità - ammette Cosenza - ma bisogna ripartire dalle cose positive che ci sono state, ovvero da quanto abbiamo creato nel primo tempo e dal fatto che abbiamo concesso poco».

Che sarebbe sceso in campo contro l’undici marchigiano, Cosenza lo ha appreso poco prima della contesa. «Non sapevo che Lucioni fosse nuovamente indisponibile - dice - Ma siamo tutti dei professionisti e dobbiamo essere sempre pronti a fare la nostra parte, anche perché mister Liverani quando prova gli schemi mescola sempre le carte e ci tiene tutti sulla corda. È stato bello ed emozionante tornare in campo nella serie cadetta dopo tanti anni. Il fatto di avere indossato la fascia di capitano è stato un onore, ma il mio attaccamento alla maglia ed il ruolo che sento di avere nel gruppo sono sempre gli stessi».
Dopo tre tornei nei quali è stato inamovibile, ora deve giocarsi il posto. «La concorrenza aiuta a migliorarsi - rimarca Ciccio Cosenza - Ho il massimo rispetto dei ruoli. Da quello dell’allenatore che deve operare le scelte a quello dei compagni che provano a meritare di scendere in campo. Mi giocherò tutte le carte che ho a disposizione con la massima determinazione, ma anche con serenità. Non devo dimostrare nulla».

Al «Del Duca», il Lecce ha subito l’ennesima rete nata da una disattenzione e giunta dopo metà ripresa, come contro Benevento e Salernitana. «Per evitare di incassare gol del genere bisogna alzare la soglia della concentrazione ed essere più scaltri - sottolinea Cosenza - Dobbiamo fare tesoro degli errori commessi. Il mister ha analizzato l’andamento della gara, sia gli aspetti positivi che quelli negativi, soffermandosi e lavorando particolarmente sugli errori onde evitare che si ripetano».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie