Venerdì 17 Gennaio 2020 | 19:15

Il Biancorosso

mercato
Ancora nessun botto: il Bari col freno tirato

Ancora nessun botto: il Bari col freno tirato

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaUn marchio storico
Foggia, «Pasta Tamma» in vendita sulla via di Gragnano

Foggia, «Pasta Tamma» in vendita sulla via di Gragnano

 
TarantoA Taranto
«ArcelorMittal», monta la protesta degli autotrasportatori

«ArcelorMittal», monta la protesta degli autotrasportatori

 
PotenzaLa relazione Dia
In Basilicata aumentano i tentativi di «infiltrare» l’economia legale

In Basilicata aumentano i tentativi di «infiltrare» l’economia legale

 
Leccenel Leccese
Infiltrazioni mafiose: in Salento sciolto comune di Scorrano

Infiltrazioni mafiose: in Salento sciolto comune di Scorrano

 
Barila procura
Bari, chiesto processo per ex giudice Bellomo: accusato anche di calunnia a Conte

Bari, chiesto processo per Bellomo: accusato anche di calunnia a Conte

 
Batnel nordbarese
Bisceglie, petardo esplode davanti farmacia ex europarlamentare Silvestris: si indaga

Bisceglie, petardo esplode davanti farmacia ex europarlamentare: si indaga

 
BrindisiBuon compleanno
Nonna Maria spegne 105 candeline: la festa a San Michele Salentino

Nonna Maria spegne 105 candeline: la festa a San Michele Salentino

 
MateraIl caso
Metaponto, nel portafogli aveva 53 pasticche «da stupro»: denunciato

Metaponto, nel portafogli aveva 53 pasticche «da stupro»: denunciato

 

i più letti

Serie B

Il Foggia in campo spareggio salvezza

Il collegio di garanzia: sì ai playout contro la Salernitana

Foggia calcio, fiato sospeso sul futuro format con i ripescaggi

FOGGIA - Playout ripristinati nel campionato di calcio di B. Ieri sera il nuovo colpo di scena. Il Collegio di garanzia dello sport del Coni ha reso noto il suo parere sulla mancata disputa degli spareggi-salvezza, dopo la retrocessione del Palermo all’ultimo posto per illeciti amministrativi. Il Foggia, dunque, torna a sperare nella permanenza in B, in un’altra chance per evitare il ritorno in Serie C. Il club rossonero ha incassato un altro giudizio a suo favore dopo il pronunciamento della scorsa settimana del Tar del Lazio.

La sezione consultiva del Collegio di garanzia dello sport, composta dal presidente Giuseppe Albenzio e da Barbara Agostinis, Pierpaolo Bagnasco, Giovanni Bruno e Marcello Molè ha esaminato il caso – su richiesta della Federcalcio – e argomentato che «nella corretta esecuzione della delibera di cui al comunicato ufficiale numero 50 del 20 agosto 2018, i playout per l’individuazione della quarta squadra retrocessa nel campionato di Serie C, al termine del campionato 2018/2019 di Serie B, devono essere effettuati e devono svolgersi fra la quart’ultima e la quint’ultima squadra collocate in graduatoria dopo la retrocessione all’ultimo posto del Palermo, cioè fra il Foggia (prima terz’ultima ed ora quart’ultima, con 37 punti) e la Salernitana (prima quart’ultima e ora quint’ultima, con 38 punti), in presenza di un distacco fra le due che non supera i quattro punti».
Il Collegio di garanzia del Coni chiarisce inoltre che «l’applicazione del regolamento Figc determina, anche nel caso di sopravvenienza di una retrocessione all’ultimo posto in classifica per illecito amministrativo, lo scorrimento della graduatoria del campionato e, pertanto, la necessità di disputare i playout sulla base dell’assetto finale della classifica», e aggiunge che «in questo senso, ritenuto corretto da questo Collegio, si è già determinata la Federazione, applicando il criterio dello scorrimento della graduatoria, in esecuzione del provvedimento disciplinare di retrocessione del Palermo dal terzo all’ultimo posto della classifica, e ammettendo alla disputa dei playoff per la promozione in Serie A il Perugia, ancorché non in posizione utile prima della retrocessione del Palermo».

Club siciliano sul cui destino ora si dovrà pronunciare la Corte federale d’appello della Figc: domani pomeriggio l’udienza di secondo grado, a Roma. Se verrà confermata la retrocessione dei rosanero all’ultimo posto, sarà Foggia-Salernitana il playout. In caso contrario, l’avversario dei campani potrebbe essere il Venezia, al momento sest’ultimo.
Nel frattempo, la Lega di B è stata di fatto costretta a fare inversione ad U rispetto a quanto stabilito con la contestata delibera del 13 maggio scorso. Il presidente Mauro Balata ha disposto lo svolgimento delle gare dei playout, «visto il provvedimento del Tar del Lazio e il parere del Collegio di garanzia del Coni, e considerata la situazione di straordinaria urgenza dei provvedimenti menzionati, intervenuti nell’imminenza dell’avvio delle attività delle rappresentative nazionali in ambito Uefa e Fifa». Convocato per dopodomani il consiglio direttivo di Lega, «per le determinazioni conseguenti». Il Foggia, che ieri ha ripreso gli allenamenti, incrocia le dita e spera.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie