Mercoledì 20 Marzo 2019 | 20:17

NEWS DALLA SEZIONE

Centrale Enel Brindisi
Cerano, principio di incendio nella torre nastro trasportatore, nessuna conseguenza

Cerano, principio di incendio nella torre nastro trasportatore, nessuna conseguenza

 
L'iniziativa
Torchiarolo, tavolata di 60 metri per San Giuseppe: sarà plastic free

Torchiarolo, tavolata di 60 metri per San Giuseppe: è plastic free

 
Dopo due anni
Fasano, morì dopo la dimissione: giudice ordina riesumazione

Fasano, morì dopo la dimissione: giudice ordina riesumazione

 
In pieno centro
S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

 
Al rione Bozzano
Brindisi, disoccupata 20enne salvata mentre tenta lanciarsi dal ponte

Brindisi, disoccupata 20enne salvata mentre tenta lanciarsi dal ponte

 
Denunciato
Carovigno, guida sotto effetto alcol e droga fa incidente e distrugge 4 auto

Carovigno, guida sotto effetto alcol e droga fa incidente e distrugge 4 auto

 
Ordinanza del Questore
San Donaci, droga e pregiudicati: chiuso circolo per un mese

San Donaci, droga e pregiudicati: chiuso circolo per un mese

 
Indagano i Cc
Fasano, gli sparano mentre fa la pipì per strada: ferito 40enne

Fasano, gli sparano mentre fa la pipì per strada: ferito 40enne

 
Maltrattamento di animali
Brindisi, trovati 6 cani rinchiusi in auto abbandonata: una denuncia

Brindisi, trovati 6 cani rinchiusi in auto abbandonata: una denuncia

 
Il caso
Brindisi, polizze a prezzi di saldo: una truffa non un affare

Brindisi, polizze a prezzi di saldo: una truffa non un affare

 
Champions League
CR7, dopo la vittoria la festa nel locale del fasanese Ancona

CR7, dopo la vittoria la festa nel locale del fasanese Ancona

 

Il Biancorosso

IL PERSONAGGIO
La signora Francesca colpisce ancoraPizze e focacce per gli auguri a Brienza

La signora Francesca colpisce ancora
Pizze e focacce per gli auguri a Brienza

 

NEWS DALLE PROVINCE

MateraInfortunio sul lavoro
Policoro, 34enne muore mentre taglia alberi. Allarme sindacati

Policoro, 34enne muore mentre taglia alberi. Allarme sindacati

 
LecceIl fatto nel 2015
Lecce, pm riapre il caso del suicidio di «dj Navi»

Lecce, pm riapre il caso del suicidio di «dj Navi»

 
BariCassazione
BARI, Lady Asl pagò ricerca microspie con soldi pubblici: risarcirà

Bari, Lady Asl pagò ricerca microspie con soldi pubblici: risarcirà

 
BatNel nordbarese
Margherita di Savoia, 200kg di cozze conservate e lavorate in un autoparco: sequestri

Margherita di Savoia, 200kg di cozze conservate e lavorate in un autoparco: sequestri

 
TarantoA taranto
Ex Ilva, genitori bimbi morti: «Inopportuno vertice su inquinamento»

Ex Ilva, genitori bimbi morti: «Inopportuno vertice su inquinamento»

 
FoggiaNel Foggiano
Lesina, procura indaga su imprenditore Casanova per abusi edilizi

Lesina, procura indaga su imprenditore Casanova per abusi edilizi

 
BrindisiCentrale Enel Brindisi
Cerano, principio di incendio nella torre nastro trasportatore, nessuna conseguenza

Cerano, principio di incendio nella torre nastro trasportatore, nessuna conseguenza

 
PotenzaLe previsioni
Economia: nel 2019-2023 Potenza crescita zero

Economia: nel 2019-2023 Potenza crescita zero

 

vandali

Al cimitero di Brindisi
rubate le porte del bagno

cimitero di brindisi

di ANTONIO PORTOLANO

BRINDISI - Persino le porte dei bagni! Mancavano solo quelle. Dopo i vasi, i tubi di rame, le madonnine delle cappelle, i ricordi per i bambini defunti, le lettere di ottone dalle lapidi per ricavare metallo da rivendere a nero - ed una serie infinita di altro genere di ruberie - cosa mancava ai «topi» del cimitero? L’ultima trovata è sta quella di far sparire le porte del bagno.

La scoperta, un «inedito» delle razzie al Camposanto, è avvenuta nella mattinata di sabato, quando i responsabili si sono trovati di fronte all’ennesima triste scoperta di un furto. Questa volta nel mirino è finito un locale adibito a bagni dal quale si sono misteriosamente volatilizzate tre porte.

Nel corso della razzia pare sia stata anche danneggiata una finestra. Ai responsabili non è rimasto molto da fare che prendere atto dell’ennesimo inqualificabile gesto e denunciare il fatto alla Polizia di Stato. Gli agenti si sono recati in viale Arno per i rilievi di rito accertando la sottrazione di ben tre porte.

Magari saranno rivendute per pochissimi spiccioli a chissà chi, ma tant’è.

D’altronde la risma dei «guitti del cimitero» non poteva essere certo quella di ladri con la «L» maiuscola visto l’oggetto della refurtiva. Non è la prima volta che il luogo della memoria del caro estinto viene profanato, razziato o danneggiato, senza il minimo rispetto per nulla, magari il riposo dei propri stessi cari. Ma ogni volta il livello del gesto è sempre più infimo, rendendo l’esatta misura della «qualità» umana di chi lo commette. Praticamente pari al nulla.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400