Sabato 25 Gennaio 2020 | 21:49

NEWS DALLA SEZIONE

Le dichiarazioni
Brindisi, Al Bano con Boccia a convegno su futuro centrale Enel: «Rispettiamo questa terra»

Brindisi, Al Bano con Boccia a convegno su futuro centrale Enel: «Rispettiamo questa terra»

 
L'annuncio
Emiliano a Brindisi: «Enel dismette un gruppo a carbone nella centrale di Cerano»

Emiliano a Brindisi: «Enel dismette un gruppo a carbone nella centrale di Cerano»

 
Nel Brindisino
Ceglie Messapica, due cadaveri trovati in una casa: indagano i carabinieri

Ceglie Messapica, 2 cadaveri trovati in una casa: dopo una furiosa lite, le vittime si sono accoltellate a vicenda

 
Nel Brindisino
Mesagne, manomette contatore e ruba elettricità per 8mila euro: arrestato

Mesagne, manomette contatore e ruba elettricità per 8mila euro: arrestato

 
L'iniziativa
Sos influenza, parte domani da Brindisi il «Vitamina Day»

Sos influenza, parte domani da Brindisi il «Vitamina Day»

 
nel brindisino
Ceglie Messapica, in casa pistole, gioielli, quadri e 5mila euro: arrestato

Ceglie Messapica, in casa pistole, gioielli, quadri e 5mila euro: arrestato

 
Il caso
Brindisi, Pd moroso: udienza di sfratto per sede del Pd

Brindisi, Pd moroso: udienza di sfratto per sede del Pd

 
Operazione della Polizia
Carovigno, pistola e passamontagna in camera da letto: arrestato 30enne

Carovigno, pistola e passamontagna in camera da letto: arrestato 30enne

 
Nel Brindisino
Fasano, ha il divieto di avvicinamento e incendia auto degli amici dell'ex compagna: arrestato

Fasano, incendiava auto degli amici dell'ex compagna: arrestato stalker

 
sulla ss 379
Auto esce fuori strada e finisce contro alberi nel Brindisino: grave 18enne di Ostuni

Ostuni, auto finisce fuori strada e si schianta contro alberi: grave 18enne

 
Intimidazione
Brindisi, bomba esplode nella notte: danneggiato un bar

Brindisi, bomba esplode nella notte: danneggiato un bar

 

Il Biancorosso

serie c
Bari e la «condanna» a vincere, Vivarini: «Non c'è altro verbo»

Bari e la «condanna» a vincere, Vivarini: «Non c'è altro verbo»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiLe dichiarazioni
Brindisi, Al Bano con Boccia a convegno su futuro centrale Enel: «Rispettiamo questa terra»

Brindisi, Al Bano con Boccia a convegno su futuro centrale Enel: «Rispettiamo questa terra»

 
LecceIl video
San Cataldo, sulla spiaggia di Frigole ecco che spunta una foca monaca

San Cataldo, sulla spiaggia di Frigole ecco che spunta una foca monaca

 
FoggiaIl furto
San Severo, beccati da un contadino mentre rubano in un capannone: 3 arresti

San Severo, beccati da un contadino mentre rubano in un capannone: 3 arresti

 
BatNel Nordbarese
Barletta, tragedia in casa: 62enne muore schiacciato da lastra di ferro

Barletta, tragedia in casa: 62enne muore schiacciato da lastra di ferro

 
Tarantoil caso
Cannabis light, archiviata inchiesta partita da Taranto: «Sul Thc la legge non è chiara»

Cannabis light, archiviata inchiesta partita da Taranto: «Sul Thc la legge non è chiara»

 
MateraSolidarietà
«Matera cibus», raccolti 350 quintali di eccedenze alimentari

«Matera cibus», raccolti 350 quintali di eccedenze alimentari

 

i più letti

Dalla Mobile

Droga e armi in casa
arrestato un 34enne

Droga e armi in casaarrestato un 34enne

Nuovo brillante risultato acquisito dagli investigatori della Squadra Mobile (ed in particolare dagli operatori della specializzata Sezione Antidroga coadiuvati dai colleghi dell’Unità Anticorruzione) nell’ambito dell’attività finalizzata a contrastare la cessione al minuto di sostanze stupefacenti nell’intero territorio della provincia.

L’operazione è stata condotta nella giornata di venerdì e ha portato all’arresto del 36enne brindisino Michele Turco, già sottoposto agli arresti domiciliari nella propria abitazione ubicata al rione Sant’Elia. Nell’appartamento, a seguito di mirata perquisizione, gli Agenti della Mobile (guidati dal dirigente Antonio Sfameni) hanno rinvenuto dei ritagli circolari di buste di cellophane tipici delle confezioni contenenti le dosi di droga (i cosiddetti “pupieddi”), guanti in lattice, forbicine e nastro adesivo. Estendendo la perquisizione alle pertinenze condominiali, il personale della Mobile ha trovato, in un borsone da viaggio sotto due sedie in legno nel terrazzo, vicino ad un attrezzo per il barbecue di pertinenza del Turco, due involucri di cellophane contenenti sostanza stupefacente del tipo marijuana, per un peso complessivo di 4,437 kg; inoltre, in una grande borsa in tela poggiata sul pianerottolo sopra un tavolo di plastica, tra gli oggetti in essa contenuti sono stati rinvenuti in una scatola di cartone quattro confezioni di cellophane con all’interno cocaina purissima (e ancora da tagliare) del peso complessivo di 237,3 grammi, unitamente ad un bilancino elettronico di precisione e una bilancia (anch’essa elettronica) probabilmente impiegata per pesare le più grandi confezioni di marijuana. In più, sempre sul pianerottolo, su uno stendino posto accanto alla borsa ove era stata trovata la cocaina, vi era un zainetto con all’interno una borsa da donna in similpelle colma di riso; un accorgimento in genere impiegato per mantenere asciutta la droga.

Ma non è finita qui. Gli investigatori dell’Antidroga e dell’Anticorruzione, infatti, frugato con attenzione all’interno della grande borsa in tela, sono riusciti ad individuare anche un sacchetto di cellophane aperto all’interno del quale sono state scoperte ben 13 cartucce: 9 di calibro 380 e 4 di calibro 7,65 e, in una busta di carta lucida della spesa, avvolte in panni, due pistole semiautomatiche (una con caricatore contenente 5 cartucce calibro 7,65 e l’altra con 6 cartucce calibro 380) in relazione alle quali i successivi accertamenti tecnici della Polizia Scientifica stabiliranno se hanno trovato impiego in qualche azione delittuosa.

In conseguenza di ciò, Michele Turco è stato tratto arresto e, dopo la redazione dei necessari atti ed il rituale avviso al Pm di turno, è stato associato presso la Casa Circondariale di Brindisi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria inquirente.
L’operazione, come detto, rientra nella più ampia attività posta in essere per contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti, visto anche l’elevato consumo di droghe tra i giovani. Un’attività che rientra tra le principali priorità del Ministero dell’Interno e che è oggetto di continue sensibilizzazioni da parte del Capo della Polizia alle proprie articolazioni territoriali per l’implementazione di mirati e specifici servizi per prevenire e reprimere simili condotte illecite. Proprio per arginare lo specifico fenomeno, nel territorio brindisino, come anticipato, sono numerose le iniziative di contrasto attuate secondo le direttive impartite in merito dal Questore dott. Maurizio Masciopinto. Non a caso, la Squadra Mobile, dall’inizio dell’anno, ha attuato una mirata strategia repressiva culminata in frequenti azioni dinamiche di controllo del territorio con apposita finalità di prevenire il contatto dei giovani con gli insidiosi “veleni” che hanno ormai da tempo invaso il territorio. Tale articolata e stringente attività dinamica ha permesso, dall’inizio dell’anno e fino ad ora, di arrestare in flagrante o di denunciare un numero oltremodo elevato di presunti spacciatori di droga.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie