Giovedì 21 Febbraio 2019 | 16:30

NEWS DALLA SEZIONE

A ceglie messapica
Incendiarono 5 auto e il prospetto di un palazzo nel Brindisino: catturato uno dei responsabili

Incendiarono 5 auto e il prospetto di un palazzo nel Brindisino: catturato uno dei responsabili

 
l'emergenza
Brindisi, allarme povertà: alla Caritas aumentano le richieste

Brindisi, allarme povertà: alla Caritas aumentano le richieste

 
Il caso
Brindisi, sfiammata del Petrolchimico: nessun superamento dei limiti

Brindisi, sfiammata del Petrolchimico: nessun superamento dei limiti

 
A Mesagne
Rapinò bar con mazza da baseball, rintracciato 19enne

Rapinò bar con mazza da baseball, rintracciato 19enne

 
Lotta alla droga
Carovigno, "spiaggiati" a Punta Penna Grossa 14 kg di marijuana

Carovigno, "spiaggiati" a Punta Penna Grossa 14 kg di marijuana

 
Il caso
Brindisi, migrante aggredito dal branco per rubargli pochi spiccioli

Brindisi, migrante aggredito dal branco per rubargli pochi spiccioli

 
Nel Brindisino
Cisternino: era ricercato da 7 anni per droga, arrestato nella notte 39enne

Cisternino: era ricercato da 7 anni per droga, arrestato nella notte 39enne

 
Coppa Italia 2019
Basket, il Brindisi vola in finale: battuto il Sassari 86-87

Basket, il Brindisi vola in finale per i Final Eight: battuto Sassari 86-87

 
Ai domiciliari
Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

 
Provoca il cancro
Al Perrino in anatomia patologica è allarme formaldeide

Al Perrino in anatomia patologica è allarme formaldeide

 
Sulla via di San Vito
Brindisi, cc scoprono casolare con 50 africani tra droga e degrado, un arresto

Brindisi, scoperti 50 africani in casolare tra droga e degrado: un arresto

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariI fatti nel 2017
Monopoli, tentò di uccidere moglie e ferì la figlia: chiesti 20 anni

Monopoli, tentò di uccidere moglie e ferì la figlia: chiesti 20 anni

 
HomeLa decisione
Puglia, il Consiglio approva la fusione tra Presicce e Acquarica

Puglia, il Consiglio approva la fusione tra Presicce e Acquarica

 
BrindisiA ceglie messapica
Incendiarono 5 auto e il prospetto di un palazzo nel Brindisino: catturato uno dei responsabili

Incendiarono 5 auto e il prospetto di un palazzo nel Brindisino: catturato uno dei responsabili

 
TarantoArrestato pregiudicato
Litiga con i genitori, polizia trova in camera una pistola

Litiga con i genitori, polizia trova in camera una pistola

 
FoggiaHanno agito in quattro
Tir carico di sigarette assaltato nel Foggiano, nessun ferito

Tir carico di sigarette assaltato nel Foggiano, nessun ferito

 
PotenzaL'intervista
Lezioni di esorcismo a scuola, sacerdote: «Sarebbe servito»

Lezioni di esorcismo a scuola, sacerdote: «Sarebbe servito»

 
BatLa denuncia
Barletta, stazione senza ascensore: non ha mai funzionato

Barletta, stazione senza ascensore: non ha mai funzionato

 
Materail Truffatore è barese
Si fa dare 3 Rolex da negoziante fingendo di essere figlio di un amico: arrestato a Matera

«Mio padre è tuo amico», si fa dare 3 Rolex da rivenditore: arrestato a Matera

 

buone notizia

Bollo auto non pagato
per i brindisini si potrà sanare
sino ad ottobre del 2017

bollo auto

di PIERLUIGI POTI'

BARINDIS - I circa 14mila brindisini - destinatari degli avvisi di pagamento relativi all’omesso versamento dei bolli auto negli anni 2012, 2013 e 2014 (con contestuale minaccia, in caso di mancata ottemperanza, di radiazione dell’auto) - possono finalmente tirare un grosso sospiro di sollievo, pensando a come trascorrere un Natale in piena serenità.
La tanto attesa sanatoria, infatti, è in dirittura d’arrivo e verrà ufficializzata la settimana a venire (precisamente, martedì 20 dicembre) in occasione del prossimo Consiglio regionale: in quella sede, in particolare, troverà efficacia e attuazione l’emendamento bipartisan presentato alla legge di bilancio dai consiglieri Cosimo Borraccino, Saverio Congedo, Raffaele Piemontese e Fabiano Amati e avente ad oggetto lo spostamento della scadenza per poter ottemperare agli arretrati al 30 ottobre 2017 (anzichè entro i sessanta giorni successivi all’avvenuta notifica).

Una proroga non da poco - attestante la possibilità di racimolare in un arco di tempo (dieci mesi) decisamente più elastico la somma di denaro necessaria e, quindi, di beneficiare di una sorta di rateizzazione del debito -, laddove gran parte dei 14mila “mal pagatori” brindisini (molti dei quali morosi per necessità legate alla crisi economica più che per scelta e volontà di fare i furbi) avrebbe dovuto sottostare ad un ingente esborso (in media 700-800 euro, ma in alcuni casi anche 1.000-1.500 euro) a ridosso delle festività natalizie. Il che sarebbe equivalso a lasciare subito - e per intero - la tredicesima mensilità appena percepita.

Scendendo nel dettaglio, saranno due le misure che verranno adottate per rendere il più indolore possibile il “salasso”: lo slittamento al 30 ottobre, in particolare, interesserà coloro che hanno già ricevuto l’avviso di pagamento con contestuale radiazione d’ufficio, mentre quanti sono ancora in attesa della notifica potranno avvalersi della procedura cosiddetta di “rottamazione” della cartella esattoriale, con l’opportunità di estinguere il debito senza corrispondere le sanzioni, gli interessi di mora e le spese di notifica, con l’ulteriore beneficio di poter pagare (peraltro a rate) la sola sorte capitale (ovvero, il solo importo dei bolli auto evasi nel triennio 2012-2014) entro il 31 dicembre.
In conseguenza di quest’ultimo aspetto, scenderà inevitabilmente l’introito che ne deriverà alla Regione, inizialmente stimato - calcolando che la questione interessa qualcosa come 120mila cittadini in tutta la Puglia e che la media, come detto, è di 700-800 euro pro-capite - in circa 100 milioni di euro.
Una pagina, insomma, di buona politica che consentirà a migliaia di brindisini (e pugliesi) di trascorrere un Natale in tranquillità e di spendere in altro modo la mensilità aggiuntiva di dicembre.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400