Domenica 26 Giugno 2022 | 00:51

In Puglia e Basilicata

organizzazione

Ostuni, le regole per tavolini e dehors per l'estate

Ostuni

Provvedimento della Commissione prefettizia per gli esercizi di Villanova e Camerini

18 Maggio 2022

Redazione Brindisi

OSTUNI - Stagione estiva quasi ai nastri di partenza, con i titolari di bar e ristoranti del territorio ostunese pronti a sistemare tavolini, sedie e dehors all’aperto per accogliere i turisti ma c’è un nuovo regolamento da osservare per poter ottenere le autorizzazioni. Sono state infatti approvate, dalla Commissione straordinaria alla guida dell’Amministrazione comunale, le direttive per il rilascio delle «concessioni demaniali marittime temporanee-stagionali» utilizzabili dai titolari di esercizi commerciali delle frazioni marine di Villanova e Camerini per l’occupazione di suolo pubblico.

Si potranno quindi disporre ombrelloni, tavolini, sedie, paraventi, tende, fioriere ed altri elementi d’arredo tenendo presente che «le aree da concedere dovranno essere immediatamente antistanti l’accesso dell’esercizio commerciale corrispondente; l’occupazione non potrà in ogni caso superare i 50 metri quadrati e dovrà essere effettuata per il periodo giugno-ottobre 2022. Il rilascio della concessione è inoltre subordinato al parere del Comando di Polizia locale circa la compatibilità con la viabilità ed avverrà secondo le procedure previste dalla legge che verrà attuata dal dirigente del Servizio demanio».

È quanto si legge nel provvedimento assunto dalla Commissioni con i poteri della Giunta comunale e tenuto conto anche di quanto emerso nelle scorse stagioni , onde evitare il ripetersi di situazioni incresciose e pregiudizievoli per la viabilità, per il passeggio ed anche per gli stessi operatori commerciali. Il tutto nel rispetto anche della necessità di «disapplicare - si legge sempre nel provvedimento - il divieto di nuove concessioni demaniali marittime così come statuito dall’Adunanza plenaria del Consiglio di Stato n. 17 del 9-11-2021 che ha appurato l’incompatibilità comunitaria della disciplina nazionale di riferimento per contrasto sia con gli artt. 49 e 56 Tfue sia con l’art. 12 della direttiva 2016/123». Intanto, anche per questa imminente stagione estiva sono pervenute al Comune, da parte dei titolari di attività commerciali (bar, ristoranti, pizzerie, e altri esercizi) delle località di Villanova e Camerini, richieste per poter posizionare attrezzare al meglio gli spazi antistanti il proprio esercizio con tavolini e sedie, che inevitabilmente andranno ad occupare strade, marciapiedi e piazze ricadenti in tutto o in parte in area demaniale marittima.

Il tema è molto sentito in una città turistica come Ostuni, dove è sempre stata forte l’esigenza di favorire il più possibile le attività connesse al turismo. Le concessioni disponibili interessano aree di modesta estensione e per le quali non appare necessario espletare procedure di gara fra più soggetti in quanto sono immediatamente antistanti i vari esercizi commerciali e quindi non utilizzabili da altri operatori economici. Da palazzo di città, quindi, sono state emanate le direttive in questione, valide per il periodo giugno-ottobre, proprio al fine di potenziare l’offerta turistico-balneare, valutando l’effettiva necessità e opportunità di rilasciare le concessioni salvaguardando prioritariamente la necessità di garantire la libera concorrenza fra gli esercizi commerciali presenti nelle aree marine. Anche se va ricordato che, nel caso specifico di Villanova, resta ancora irrisolto il problema della rimozione della alghe maleodoranti che infestano il porticciolo rendendolo inagibile. I lavori sono in atto da settimane, ma non sono stati ancora ultimati e nessun titolari di ristorante aprirebbe in presenza di cattivi odori dovuti alle alghe putride o nelle vicinanze di un cantiere ancora in atto per rimuoverle.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -

BAT

 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725