Venerdì 18 Gennaio 2019 | 19:47

NEWS DALLA SEZIONE

Nel Brindisino
Fasano, fatturato in tempo record, l'azienda manda i dipendenti in crociera

Fasano, fatturato in tempo record, l'azienda manda i dipendenti in crociera

 
Comune costituito parte civile
Abuso d'ufficio e falso ideologico: due ex sindaci di Brindisi a processo

Abuso d'ufficio e falso ideologico: due ex sindaci di Brindisi a processo

 
Hanno agito in quattro
Brindisi: sparano e svaligiano gioielleria di centro commerciale, nessun ferito

Brindisi, sparano e svaligiano gioielleria, poi fanno incidente: fermati in 3

 
Da Maria De Filippi
Carovigno, una 23enne invitata a C'è Posta per Te

Carovigno, una 23enne invitata a C'è Posta per Te

 
Nel pieno della movida
Brindisi, spari dopo una lite in un locale: ferito un 27enne

Brindisi, sparò a 27enne dopo lite in un locale, 20enne si costituisce

 
Ss 172 dir.
Via ai lavori sulla statale dei trulli: fine entro il 2020

Via ai lavori sulla statale dei trulli: fine entro il 2020

 
Lotta con il sindaco
Scuola, corsi serali al freddo, diffidata la Provincia

Scuola, corsi serali al freddo, diffidata la Provincia

 
L'iniziativa
Canale reale a Latiano diventerà parco fluviale: accordo Regione-Politecnico

Canale reale a Latiano diventerà parco fluviale: accordo Regione-Politecnico

 
Cucina
La Prova del Cuoco: uno chef brindisino per la sfida sulle seppie ripiene

La Prova del Cuoco: uno chef brindisino per la sfida sulle seppie ripiene

 
Istruzione
Brindisi, «Diritto allo studio» arrivano i fondi dalla Regione

Brindisi, «Diritto allo studio» arrivano i fondi dalla Regione

 
Nel Brindisino
Bagno a torso nudo nella fontana di Francavilla: segnalato 16enne

Bagno a torso nudo nella fontana di Francavilla: segnalato 16enne

 

Indagine di Brindisi

Ostuni, traffico finti Rolex: arrestato noto orefice per autoriciclaggio
La replica del legale

Giuseppe Pannofino, amministratore di fatto dello "Scrigno", posto ai domiciliari. Un anno fa i sei arresti fra Taranto, Brindisi e Napoli

Ostuni, traffico finti Rolex: arrestato noto orefice per autoriciclaggio

I finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Brindisi, coordinati dalla locale Procura della Repubblica, hanno dato esecuzione ad un provvedimento di custodia cautelare ai domiciliari, - emesso dal Tribunale del Riesame di Lecce - nei confronti di un noto orefice di Ostuni, Giuseppe Pannofino, 57 anni.

L'arresto rientra in una operazione . ribattezzata Frankenstein - che nell'aprile dell'anno scorso ha portato all'arresto di sei persone tra Brindisi, Taranto e Napoli, ritenute componenti di un gruppo dedito al riciclaggio e ricettazione di prestigiosi orologi di brand internazionali contraffatti (Rolex e Omega) che venivano successivamente commercializzati in tutta Italia e anche in diversi Stati Europei, tra cui Germania, Olanda e Belgio. Tra gli arrestati, appunto anche Pannofino ritenuto amministratore di fatto della gioielleria «Lo Scrigno» di Ostuni.

In particolare, il gruppo criminale, alterava - mediante assemblaggio - pezzi non autentici con movimenti e parti originali di costosissimi orologi che, corredati da scatole, garanzie, certificati di proprietà ed altri accessori (in modo da creare pezzi difficilmente riconoscibili da normali acquirenti come accertato dalle perizie di famose maisonorologiere) venivano poi rivenduti, dalla nota oreficeria ostunese ad ignari clienti e/o ad altre imprese, tra cui anche oreficerie di Bari.
 
Nel prosieguo dell'inchiesta il pm inquirente di Bridisi, Raffaele Casto aveva ottenuto per Pannofino l'aggravamento della misura cautelare dall'obbigo di dimora agli arresti domiciliari per autoriciclaggio aggravato, provvedimento ora confermato dal tribunale del Riesame dopo col rigetto da parte della cassazione del ricorso presentato da Pannofino. L'uomo, quindi, ieri sera è stato arrestato dai finanzieri del Nucleo di polizia economico-finanziaria e posto ai domiciliari.

Intanto arriva la replica del legale di Pannofino, Francesca G. Conte: «Posso sostenere con certezza, pur nel rispetto del lavoro della Magistratura, che il Dott. Pannofino è estraneo a questa vicenda nella quale egli stesso è “parte offesa” avendo subito, suo malgrado ed in assoluta buona fede, danni economici e di immagine. Questa difesa, al fine di porre la parola fine a questa vicenda, è impegnata nel reperire e fornire all’Autorità Giudiziaria competente idonea documentazione probatoria tesa a smentire funditus ogni ipotesi accusatoria. Il ripristino, peraltro tardivo, degli arresti domiciliari, dovuto all’appello proposto dalla Procura di Brindisi, nulla ha a che vedere con nuovi e gravi indizi di colpevolezza ma riguarda sempre gli stessi fatti collegati, piaccia o non piaccia, all’acquisto di alcuni(e solo alcuni) orologi Rolex di secondo polso da parte del Pannofino Giuseppe nell’assoluta inconsapevolezza della loro falsità. Nessun giro internazionale di orologi falsi, nessun assemblamento degli stessi, nessun coinvolgimento, in tutto ciò, della gioielleria Lo Scrigno».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400