Mercoledì 16 Gennaio 2019 | 20:02

NEWS DALLA SEZIONE

Hanno agito in quattro
Brindisi: sparano e svaligiano gioielleria di centro commerciale, nessun ferito

Brindisi, sparano e svaligiano gioielleria, poi fanno incidente: fermati in 3

 
Da Maria De Filippi
Carovigno, una 23enne invitata a C'è Posta per Te

Carovigno, una 23enne invitata a C'è Posta per Te

 
Nel pieno della movida
Brindisi, spari dopo una lite in un locale: ferito un 27enne

Brindisi, sparò a 27enne dopo lite in un locale, 20enne si costituisce

 
Ss 172 dir.
Via ai lavori sulla statale dei trulli: fine entro il 2020

Via ai lavori sulla statale dei trulli: fine entro il 2020

 
Lotta con il sindaco
Scuola, corsi serali al freddo, diffidata la Provincia

Scuola, corsi serali al freddo, diffidata la Provincia

 
L'iniziativa
Canale reale a Latiano diventerà parco fluviale: accordo Regione-Politecnico

Canale reale a Latiano diventerà parco fluviale: accordo Regione-Politecnico

 
Cucina
La Prova del Cuoco: uno chef brindisino per la sfida sulle seppie ripiene

La Prova del Cuoco: uno chef brindisino per la sfida sulle seppie ripiene

 
Istruzione
Brindisi, «Diritto allo studio» arrivano i fondi dalla Regione

Brindisi, «Diritto allo studio» arrivano i fondi dalla Regione

 
Nel Brindisino
Bagno a torso nudo nella fontana di Francavilla: segnalato 16enne

Bagno a torso nudo nella fontana di Francavilla: segnalato 16enne

 
Indagine di Brindisi
Ostuni, traffico finti Rolex: arrestato noto orefice per autoriciclaggio

Ostuni, traffico finti Rolex: arrestato l'orefice dei vip per autoriciclaggio
La replica del legale

 
Dopo 22 anni fermi i risarcimenti
Brindisi, naufragio «Kater»: agli eredi nessun risarcimento dei danni

Brindisi, naufragio «Kater»: agli eredi nessun risarcimento

 

Protocollo d'intesa

Brindisi, il 10 gennaio Regione e Politecnico di Bari firmano accordo su Canale Reale

Il provvedimento della Regione consiste in un finanziamento di 90 mila euro per uno studio pilota affidato al Politecnico di Bari. Presenti 8 sindaci

canale reale

BRINDISI - Si terrà in prefettura a Brindisi giovedì prossimo, 10 gennaio (alle ore 11) la firma di un protocollo di intesa tra la Regione Puglia e il Politecnico di Bari per l’avvio di uno studio e la successiva sottoscrizione e realizzazione di un ”Contratto di fiume” tra gli enti partecipanti.
L’iniziativa, voluta dalla Associazione Culturale “L’Isola che non c’è”, sarà presieduta dal Prefetto di Brindisi Valerio Valenti “per il ruolo fondamentale e la sensibilità che il massimo rappresentante del governo centrale ha avuto nei mesi scorsi su questo argomento”, mai affrontato prima d’ora, organizzando e coordinando un altro incontro propedeutico al progetto di rigenerazione del corso d’acqua che interessa i territori di otto Comuni del Brindisino e che ha portato al “Contratto di fiume”; idea avviata dal precedente assessore Curcuruto.
Saranno presenti all’incontro di giovedì: l’assessore Regionale Giovanni Giannini; il pro Rettore vicario del Politecnico di Bari, Loredana Ficarelli, i sindaci di Brindisi, Mesagne, Francavilla Fontana, Oria, Carovigno, Latiano, Villa Castelli, San Vito dei Normanni; il Commissario unico del Consorzio dell’Arneo, Borzillo; il presidente della Riserva naturale di Torre Guaceto, Mario Tafaro. Testimonial per l’Associazione l’ex presidente del Consiglio regionale Onofrio Introna. Moderatore dei lavori sarà il giornalista Franco Giuliano.

Sono stati inoltre invitati, proprio per il coinvolgimento che queste società pubbliche hanno rispetto al Canale Reale e ai territori che attraversa, i vertici: di Aqp, Adp, Legambiente, Anas, Federalberghi Brindisi.
L’evento del 10 gennaio rappresenta dunque un importante risultato che ha l’obiettivo - dopo la battaglia avviata nel mese di agosto da parte dell’Associazione e i lavori di bonifica e messa in sicurezza idraulica ad opera dell’Arneo dell’intero tratto del canale che da Villa Castelli sfocia nella riserva naturale di Torre Guaceto - di realizzare uno studio di rigenerazione dell’intera asta fluviale e dunque dei territori che (quel canale) attraversa.
La Giunta regionale ha approvato a questo scopo, nei giorni scorsi, la delibera sul “Contratto di fiume” ispirato proprio all’intervento di bonifica del Canale Reale (che coinvolge 8 Comuni del Brindisino). Il provvedimento della Regione consiste in un finanziamento di 90 mila euro per uno studio pilota affidato al Politecnico di Bari.
“Per questo - spiega l’Associazione che in questi mesi si è resa protagonista di diversi incontri: a Bari presso il Politecnico e la Regione; a Brindisi a Palazzo Nervegna, e infine a maggio scorso in prefettura - abbiamo proposto all’assessore regionale Giovanni Giannini e al pro Rettore vicario del Politecnico prof.ssa Loredana Ficarelli di partecipare a questo evento”. E dunque di coinvolgere il prefetto che si è detto disponibile ad ospitare e presiedere l’incontro.
Nel corso del quale il Politecnico potrebbe annunciare la data di pubblicazione dei risultati di un “workshop per la rigenerazione urbana della città di Latiano”; iniziativa organizzata dalla stessa Associazione a Latiano a luglio del 2017. Un esperimento unico nel suo genere (presentato presso la presidenza della Regione Puglia alla presenza del governatore, del rettore e del sindaco di Latiano), al quale parteciparono (ospiti per due settimane della Associazione e dell’hotel Tenuta Moreno e di numerose aziende private) 20 studenti dell’ultimo anno di Architettura e di Ingegneria del Politecnico coordinati dai docenti della stessa Università.
La pubblicazione di quegli atti potrebbe rappresentare adesso la base per una nuova stagione di attività della Associazione, il cui obiettivo è quello di invitare l’amministrazione comunale di Latiano ad adottare le linee guida di quello studio e giungere alla approvazione del “Piano Urbanistico generale” (Pug), strumento fondamentale per una pianificazione urbana della città compresa la rigenerazione del Canale Reale il cui tracciato lambisce (più che altrove) il territorio di questo Comune.
Per giungere a quest’altro risultato (la approvazione del Pug) “L’Isola che non c’è” ha annunciato l’avvio di una petizione popolare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400