Martedì 22 Gennaio 2019 | 11:59

NEWS DALLA SEZIONE

Operazione dei Cc
Brindisi, spacciava davanti a scuola media: arrestato 27enne

Brindisi, spacciava davanti a scuola media: arrestato 27enne

 
Il caso
Brindisi, macchia scura nelle acque del Porto: al via i controlli

Brindisi, macchia scura nelle acque del Porto: al via i controlli

 
Nel pomeriggio
A fuoco bus pieno di studenti, panico a San Pacrazio Salentino

A fuoco bus di studenti, panico a San Pacrazio Salentino: nessun ferito

 
A causa di un guasto
Brindisi, volo Ryanair in ritardo di 5 ore per un guasto: l’ira dei passeggeri

Brindisi, volo Ryanair in ritardo di 5 ore: l’ira dei passeggeri

 
Arte
Ostuni e Mesagne: Andy Warhol arriva in mostra

Ostuni e Mesagne: Andy Warhol arriva in mostra

 
Nel Brindisino
Fasano, fatturato in tempo record, l'azienda manda i dipendenti in crociera

Fasano, fatturato in tempo record, l'azienda manda i dipendenti in crociera

 
Comune costituito parte civile
Abuso d'ufficio e falso ideologico: due ex sindaci di Brindisi a processo

Abuso d'ufficio e falso ideologico: due ex sindaci di Brindisi a processo

 
Hanno agito in quattro
Brindisi: sparano e svaligiano gioielleria di centro commerciale, nessun ferito

Brindisi, sparano e svaligiano gioielleria, poi fanno incidente: fermati in 3

 
Da Maria De Filippi
Carovigno, una 23enne invitata a C'è Posta per Te

Carovigno, una 23enne invitata a C'è Posta per Te

 
Nel pieno della movida
Brindisi, spari dopo una lite in un locale: ferito un 27enne

Brindisi, sparò a 27enne dopo lite in un locale, 20enne si costituisce

 
Ss 172 dir.
Via ai lavori sulla statale dei trulli: fine entro il 2020

Via ai lavori sulla statale dei trulli: fine entro il 2020

 

L'incontro

"Sangue Rosa", la violenza sulle donne in un convegno a Oria

Domenica sera si parlerà del fenomeno, costantemente in crescita

"Sangue Rosa", la violenza sulle donne in un convegno a Oria

La dott.ssa Pinto con il marito

Il tema è attuale. Ne sentiamo parlare quasi ogni giorno sui vari tg, nazionali o locali. Anzi, ne sentiamo così tanto parlare che ci stiamo addirittura abituando alla violenza sulle donne come se fosse inevitabile nella nostra vita. Cosa fare, allora? Rimanere indifferenti a questo andazzo! Aspettare che questa violenza si plachi miracolosamente da sola! Oppure parlarne, nel tentativo di provare a esorcizzarla, sviscerando le molteplici cause che la provocano ma anche l’alimentano in questa controversa e smarrita società.
«Da tutto questo, lungi da me credere che, da sola, possa, presuntuosamente, frenare questa ineluttabile china che ha preso il fenomeno divenendo di fatto emergenza sociale. Ma, perché non tentare di dare il mio modesto contributo e, con l’aiuto di professionisti a vario titolo coinvolti, mettere insieme esperienze diverse tali da affrontare il delicato argomento che ci vede tutti implicati: uomini e donne».


È quanto sostiene la dottoressa Enza Pinto, neurologa e psicoterapeuta del «Perrino», organizzatrice di un convegno che si svolgerà domenica alle 18 e 30 nel teatro della chiesa San Barsanofio.
«Ma come giungere a ciò? - si chiede l’organizzatrice, sostenuta dal marito Corrado De Iudicibus -. Sì perché, l’obiezione che si fa a queste iniziative è che non servono a niente. Si parla astrattamente della problematica mai addivenendo a soluzioni percorribili. Ho pensato, allora, di affrontare il tema attraverso una visione del tutto nuova, moderna ed efficace, allo stesso tempo, privilegiando il punto di vista comunicativo, seguendo strade oggi per lo più inesplorate, evitando così il parlarsi addosso autoreferenziale nei tanti convegni paludati che sono ascoltati quasi esclusivamente dagli addetti del settore. Ma come raggiungere questo obiettivo? Ho riflettuto e sono arrivata ad una risoluzione. Nell’era della comunicazione così fortemente differenziata, per stimolare l’interesse degli astanti, bisogna sfruttare la tecnologia audiovisiva odierna attraverso l’uso della multimedialità per veicolare contenuti spinosi che, altrimenti, non toccherebbero le coscienze di una popolazione così variegata».


Per questo l’evento sarà intervallato da momenti di danza «tormentata» con Mariateresa Camposeo e il suo gruppo di musicisti. Dalla struggente musica del pianoforte suonata dal maestro Vincenzo Pescatore coadiuvato al canto dalla soave soprana Natalia Proto e dalla recitazione commovente di un brano suggestivo dell’attrice e scrittrice Anna Rosa Russo. In più ci saranno momenti di proiezione di brevi filmati di toccanti esistenze femminili.
«Sono riuscita a coinvolgere il mio amico Ferruccio Calò e suo figlio Marco di Reale Mutua come sponsor della manifestazione - afferma ancora la Pinto -. Poi ho invitato il caporedattore della Gazzetta Vincenzo Sparviero a moderare. Interverrà naturalmente il sindaco di Oria Maria Lucia Carone per i saluti istituzionali. Poi, la sig.ra Elena Manzoni di Chiosca (sorella del più noto Piero, autore della famosa “merda d’artista”) ci raggiungerà da Milano in testimonianza della figlia Pippa Bacca, nome d’arte di Giuseppina Pasqualino di Marineo, violentata e strangolata a morte in Turchia nel 2008, mentre metteva in pratica un progetto ambizioso che, ahimè, si rivelò dalle tragiche conseguenze».


«Il mio intervento si intitolerà “Il crepuscolo dell’altra metà del cielo” - afferma ancora l’organizzatrice -. L’intervento di don Francesco Sternativo si intitolerà “State molto attenti a far piangere una donna” rifacendosi al talmud ebraico. L’intervento di Pietro Battipede, ex vice questore e scrittore, la cui ultima fatica letteraria dal titolo emblematico “Io non ho più paura”, tratterà della “Violenza offensiva e difensiva”. Infine, Antonio Romanello, psicologo-psicoterapeuta, didatta e co-responsabile Scuola Change, sede del Centro Studi di Terapia Familiare e Relazionale di Roma, interverrà col titolo “Credevo fosse amore”. Quest’ultimo ha recentemente curato per le ed. Alpes di Roma, il volume “Cambiare pelle”.
L’appuntamento è per le 18 e 30 di domenica nel teatro della parrocchia di San Barsanofio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400