Lunedì 17 Giugno 2019 | 17:40

NEWS DALLA SEZIONE

L'incidente
Ceglie Messapica, parco giochi pericoloso: bimbo in ospedale

Ceglie Messapica, parco giochi pericoloso: bimba in ospedale

 
Il caso
Brindisi, cocaina nascosta nel reggiseno arrestata dai Cc una 19enne

Brindisi, cocaina nascosta nel reggiseno arrestata dai Cc una 19enne

 
Sport
Vela, regata Brindisi-Corfù: il vento sposta traguardo a Merlera

Vela, regata Brindisi-Corfù: vince il campione del mondo Morgan IV 

 
Tra 11 persone
Brindisi, maxi rissa per uno sguardo di troppo verso una ragazzina

Brindisi, maxi rissa per uno sguardo di troppo verso una ragazzina

 
Amara sorpresa
Francavilla, morde la focaccia e ci trova dentro uno scarafaggio cotto

Francavilla, morde la focaccia e ci trova dentro uno scarafaggio

 
Il video
Mitch di Baywatch avvistato al lido vip Pettolecchia: «La Puglia è bella»

Mitch di Baywatch avvistato al lido vip Pettolecchia: «La Puglia è bella»

 
Alla Bcc di Locorotondo
Cisternino, assaltano un bancomat ma i carabinieri li mettono in fuga

Cisternino, assaltano un bancomat ma i carabinieri li mettono in fuga

 
XXXIV Brindisi - corfù
Brindisi, le barche sono pronte: festa sul lungomare per la Regata

Brindisi, le barche sono pronte: festa sul lungomare per la Regata

 
Via ai lavori
Brindisi avrà un nuovo PalaEventi: firmata convenzione Regione-Comune

Brindisi avrà un nuovo PalaEventi: firmata convenzione Regione-Comune

 
Nel brindisino
Eroina in casa e allaccio abusivo all'Enel: arrestato 50enne a Francavilla

Eroina in casa e allaccio abusivo all'Enel: arrestato 50enne a Francavilla

 
Maltrattamenti
Ceglie Messapica, costretta per 18 anni a mangiare gli avanzi di marito e suocera

Ceglie Messapica, costretta per 18 anni a mangiare gli avanzi di marito e suocera

 

Il Biancorosso

CALCIO MERCATO
Il Monopoli sulle tracce di Barretoriparte dalla Puglia l'avventura ?

Il Monopoli sulle tracce di Barreto, riparte dalla Puglia l'avventura ?

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaIl rogo
Incendi alle Isole Tremiti, piromane in azione: avvistato con zaino rosso

Incendi alle Isole Tremiti, piromane in azione: avvistato con zaino rosso

 
BariL'inchiesta
Clan e scommesse on line, Malta nega estradizione: libero il barese Ricci

Clan e scommesse on line, Malta nega estradizione: libero il barese Ricci

 
TarantoLotta alla droga
Taranto, sorpreso con un chilo di hashish: arrestato 26enne

Taranto, sorpreso con un chilo di hashish: arrestato 26enne

 
PotenzaRegione Basilicata
Potenza, più soldi per i portaborse: il Consiglio studia una legge ad hoc

Potenza, più soldi per i portaborse: il Consiglio studia una legge ad hoc

 
MateraSanità lucana
Basilicata, arriva l'infermiere di famiglia: un progetto «apripista»

Basilicata, arriva l'infermiere di famiglia: un progetto «apripista»

 
LecceIl ritrovamento
San Cesario, passanti trovano gatto senza testa: è caccia ai colpevoli

San Cesario, passanti trovano gatto senza testa: è caccia ai colpevoli

 
BrindisiL'incidente
Ceglie Messapica, parco giochi pericoloso: bimbo in ospedale

Ceglie Messapica, parco giochi pericoloso: bimba in ospedale

 
BatL'incidente
Trani, sedicenne precipitato da Villa Comunale: è mistero sulle cause

Trani, sedicenne precipitato da Villa Comunale: è mistero sulle cause

 

i più letti

Operazione della mobile

Brindisi, rapina a Bancapulia: è caccia al terzo uomo

Arrestati i due presunti autori materiali del colpo da 99mila euro: incastrati dalle impronte e altro

Brindisi, rapina a Bancapulia: è caccia al terzo uomo

BRINDISI - Un terzo complice. È l’unico tassello che manca all’appello e su cui si concentrano le attenzioni della Squadra mobile dopo l’arresto del 23enne Antonio Lagatta e del 25 enne Alessio Giglio. Sarebbero loro gli autori materiali della rapina da 99mila euro ai danni delle guardie giurate dell’Ivri che il 16 agosto dell’anno scorso si accingevano a portare il danaro all’interno del portavalori dopo averlo prelevato dalla filiale di Bancapulia all’angolo tra le vie Appia e Germanico. I due spuntarono armati di pistola dall’interno di un Fiat Qubo e dopo la minaccia di «sparare in bocca» una guardia giurata si impossessarono del danaro fuggendo. A poco più di un anno di distanza dal colpo - e dopo che Lagatta e Giglio sono finiti rispettivamente nelle carceri di Lecce e Brindisi, grazie ai carabinieri, per essersi resi protagonisti della guerra tra bande in città con la fazione rivale capeggiata da Antonio Borromeo - sabato mattina gli investigatori, guidati dal vice questore Antonio Sfameni , hanno chiuso la parte più importante di una complessa indagine con la notifica della ordinanza di custodia cautelare in carcere firmata dal gip Tea Verderosa su richiesta dalla pm Simona Rizzo. La prova principe che incastra i due sospettati, che agirono in concorso con un terzo soggetto rimasto ignoto, sono le impronte digitali di entrambi (il pollice della mano destra di Giglio e il mignolo della mano sinistra di Lagatta) ritrovati al termine di un meticoloso lavoro della Scientifica all’interno del furgoncino da cui erano sbucati. A questi si aggiungerebbero dei peli rimasti incastrati nel nastro usato per foderare il furgone con teli di plastica - con lo scopo di non lasciare loro tracce - un fazzoletto di carta e un mozzicone di sigaretta. E i complessi rilievi antropometrici eseguiti secondo cui le fisionomie dei due arrestati sono compatibili con quelle degli autori del colpo. Attraverso la verifica delle immagini girate dalle telecamere presenti in zona gli investigatori della Squadra mobile brindisina hanno ricostruito anche tutto il percorso dei rapinatori nelle ore precedenti. Ora, oltre che per la guerra di mala anche colpi di kalashnikov - tra gli altri -, Lagatta e Giglio rispondono di altri pesanti reati, quelli ipotizzati dalla procura per questo caso, sono i seguenti: rapina aggravata in concorso, detenzione e porto in luogo pubblico di armi da fuoco, ricettazione di veicoli e danneggiamento a mezzo incendio di un’autovettura.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE