Giovedì 21 Marzo 2019 | 13:34

NEWS DALLA SEZIONE

Nel Brindisino
Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

 
Centrale Enel Brindisi
Cerano, principio di incendio nella torre nastro trasportatore, nessuna conseguenza

Cerano, principio di incendio nella torre nastro trasportatore, nessuna conseguenza

 
L'iniziativa
Torchiarolo, tavolata di 60 metri per San Giuseppe: sarà plastic free

Torchiarolo, tavolata di 60 metri per San Giuseppe: è plastic free

 
Dopo due anni
Fasano, morì dopo la dimissione: giudice ordina riesumazione

Fasano, morì dopo la dimissione: giudice ordina riesumazione

 
In pieno centro
S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

 
Al rione Bozzano
Brindisi, disoccupata 20enne salvata mentre tenta lanciarsi dal ponte

Brindisi, disoccupata 20enne salvata mentre tenta lanciarsi dal ponte

 
Denunciato
Carovigno, guida sotto effetto alcol e droga fa incidente e distrugge 4 auto

Carovigno, guida sotto effetto alcol e droga fa incidente e distrugge 4 auto

 
Ordinanza del Questore
San Donaci, droga e pregiudicati: chiuso circolo per un mese

San Donaci, droga e pregiudicati: chiuso circolo per un mese

 
Indagano i Cc
Fasano, gli sparano mentre fa la pipì per strada: ferito 40enne

Fasano, gli sparano mentre fa la pipì per strada: ferito 40enne

 
Maltrattamento di animali
Brindisi, trovati 6 cani rinchiusi in auto abbandonata: una denuncia

Brindisi, trovati 6 cani rinchiusi in auto abbandonata: una denuncia

 
Il caso
Brindisi, polizze a prezzi di saldo: una truffa non un affare

Brindisi, polizze a prezzi di saldo: una truffa non un affare

 

Il Biancorosso

IL PERSONAGGIO
La signora Francesca colpisce ancoraPizze e focacce per gli auguri a Brienza

La signora Francesca colpisce ancora
Pizze e focacce per gli auguri a Brienza

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaFondi Europa-Regioni
Basilicata, in arrivo 5 mln per un nuovo Hospice a Potenza

Basilicata, in arrivo 5 mln per un nuovo Hospice a Potenza

 
BariL'aggressione
Monopoli, lancia scrivania contro i medici del pronto soccorso: arrestato 44enne

Monopoli, lancia scrivania contro i medici del pronto soccorso: arrestato 44enne

 
Materail «diplomificio» dello jonio
Policoro, ottenere il diploma? Un sogno al costo di 2.500 euro annui

Policoro, ottenere il diploma? Un sogno al costo di 2.500 euro annui

 
LecceNel Leccese
Trepuzzi: furto al Comune nella notte, rubati 7 computer

Trepuzzi: furto al Comune nella notte, rubati 7 computer

 
BrindisiNel Brindisino
Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

 
BatAnalisi e scenari
Commercio agroalimentare nella Bat: «l’export cresce poco»

Commercio agroalimentare nella Bat: «l’export cresce poco»

 
FoggiaCieli aperti
Foggia, droni a go-go Amendola vuole più sicurezza

Foggia, droni a go-go Amendola vuole più sicurezza

 
TarantoNel tarantino
Castellaneta Marina, sequestrato ristorante sulla spiaggia completamente abusivo

Castellaneta Marina, sequestrato ristorante in spiaggia abusivo

 

Disagi per gli utenti

A Ostuni uffici postali allo sbando, disservizi quotidiani

Una signora ha denunciato di aver saltato un esame diagnostico per il mancato recapito

ufficio postale

Ancora disservizi delle Poste Italiane per l’utenza della <Città bianca> con raccomandate e atti giudiziari non consegnati, sparpagliati tra la sede centrale di via Pepe e le tre succursali chiuse di pomeriggio.
Una grave situazione che penalizza non solo la gente normale ma anche e soprattutto gli impiegati, gli avvocati, i docenti ed insegnanti, i commercianti e chi lavora di mattina.
Un problema per tutti coloro che non vengono trovati presso l’indirizzo indicato e che ricevono la comunicazione di ritiro presso una delle succursali che rimangono aperte solo nelle ore della mattina (chiuse di pomeriggio quando chi lavora è libero) e non possono, così, ritirare quanto inviato.
Molta l’utenza, spazientita, che si reca presso la sede centrale (aperta anche di pomeriggio) per ritirare la lettera o l’atto e si sente rispondere che questa va ritirata presso quella o quell’altra succursale aperta solo di mattina.
Il grande problema è in atto da mesi e, in estate, aumenta in quanto l’utenza
forestiera e vacanziera che usufruisce dei servizi postali, porta a lunghe code mentre i cittadini residenti sono costretti a dover perdere una intera mattinata presso le succursali per ritirare quanto dovuto.
La domanda è: <Cosa dovrebbe fare chi lavora durante le ore della mattina per ritirare una raccomandata o un atto giudiziario? Deve prendersi un giorno di ferie o chiudere l’attività ogni volta che deve recarsi ad una delle tre succursali postali per fare le lunghe file e ritirare un atto?>.
Una assurdità impensabile e chi protesta non sa neanche con chi prendersela in quanto gli addetti agli sportelli declinano le responsabilità rimandando tutto ai vertici della sede centrale del recapito di Brindisi.
A questo si aggiunge la situazione (ormai una costante) della consegna in ritardo delle bollette dell’Enel e del telefono tant’è che rimangono inascoltate le innumerevoli proteste della gente che, al nostro giornale denunciano il disservizio nel recapito della normalissima corrispondenza che arriva in ritardo (un giorno si e 2-3 no) sia per un ridotto numero di portalettere e sia per l’uso di lavoratori di altri comuni che non conoscono le vie, i quartieri e le zone della città, hanno problemi ad individuare le strade.
Le vecchie 20 zone di recapito risultano oggi modificate e accorpate. Date in abbinamento (in <gestione>) a pochi <postini> i quali vengono oberati di un surplus e, pur con tanti sacrifici oltre l’orario di lavoro, questi non riescono ad evitare gli inconvenienti. Una situazione che ha creato e sta provocando disagi, proteste, polemiche e malumori tra l’utenza che si vede arrivare nella propria cassetta delle lettere, corrispondenza vecchia e bollette di luce, telefono, gas e tasse varie in ritardo e con termini scaduti.
E’ emblematico quanto esposto da una signora che ha detto: <Avevo prenotato un esame alla Asl e, con una normale lettera, mi era stato indicato il giorno ma questo non l’ho potuto fare perché la posta mi ha recapitato la comunicazione in ritardo. Qui non si tratta di bigliettini di auguri. Nessuno alla Asl mi ha creduto sul fatto che non ho ricevuto per tempo la lettera e non è stata colpa mia se non mi sono presentata il giorno stabilito. La lettera mi è arrivata tardi mentre Poste Italiane parla di efficienza ma, vi posso assicurare, non è così e, nel mio caso, mi ha prodotto un grave disservizio e tanti problemi sia per giustificare la mia assenza e sia per dover ri-prenotare l’esame diagnostico e doverlo fare in ritardo>.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400