Martedì 16 Ottobre 2018 | 18:02

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

Da Gdf e Dogane

Brindisi, sequestrate 22 tonnellate di pellet spacciato per made in Italy

Il rinvenimento a bordo di un campo proveniente dalla Grecia: il materiale era confezionato in 14mila sacchi

Brindisi,  sequestrate 22 tonnellate di pellet spacciato per made in Italy

Il carico sequestrato

I finanzieri del Gruppo Brindisi della Guardia di Finanza, unitamente ai funzionari della locale Agenzia delle Dogane, nell’ambito dei potenziati servizi estivi di vigilanza operati all’interno dell’area doganale del Varco Costa Morena, hanno sottoposto a sequestro oltre 22 tonnellate di pellet, giunti presso il porto brindisino per essere destinati alla commercializzazione in Italia come prodotto nazionale.
Durante un controllo a un automezzo rumeno proveniente dalla Grecia, a bordo del quale è stato rinvenuto il carico illecito, caratterizzato da elementi indicanti una falsa origine della merce idonei ad indurre in errore il consumatore, facendogli ritenere che il prodotto fosse genuinamente italiano.  Il trasporto era confezionato in oltre 1400 sacchetti da 15 chili ciascuno che, pur presentando la stampigliatura “pellet silano di puro legno – Italy”, provenivano da una fabbrica insediata in Romania ed amministrata da un soggetto di nazionalità italiana.
Sulla base dei riscontri eseguiti, le fiamme gialle ed i funzionari doganali hanno quindi sottoposto a sequestro il carico di pellet per violazione della norma sulla tutela del Made in Italy e per vendita di prodotti industriali con segni mendaci.
 
Il legale rappresentante della società produttrice, M.V., di 70 anni, originario della provincia di Cosenza, e l’autista del mezzo, N.I., di 55 anni, cittadino rumeno, sono stati denunciati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Brindisi «dimenticata» alla Fiera di Rimini

Brindisi «dimenticata» alla Fiera di Rimini

 
Brindisi, incendia l’auto del vicino di casa ma un video lo inchioda: arrestato

Incendia l’auto del vicino, inchiodato da un video

 
Export brindisino in calo dopo 2 anni di crescita

Export brindisino in calo dopo 2 anni di crescita

 
«Tra noi è finita, lasciami in pace»Aggredisce a morsi l'ex moglie

«Tra noi è finita, lasciami in pace». E morde l'ex moglie

 
Brindisi, scuole presidiate dai Cc: è guerra contro gli spacciatori

Brindisi, scuole presidiate dai Cc: è guerra contro gli spacciatori

 
A fuoco auto avvocato: è presidente Arci e si occupa di accoglienza migranti

A fuoco auto avvocato: è presidente Arci e si occupa di accoglienza migranti

 
Stralatiano: torna la corsa agonistica con una dedica a un atleta scomparso

Stralatiano: torna la corsa agonistica con una dedica a un atleta scomparso

 
Chi multa l'autovelox in divieto di sosta sulla statale?

Chi multa l'autovelox in divieto di sosta sulla statale?

 

GDM.TV

Rapinano ufficio postale a Lucera, arrestati un 19enne e un 22enne di Cerignola

Rapinano ufficio postale a Lucera, arrestati un 19enne e un 22enne 

 
Gala Niaf a Washington: gli ospiti ballano la pizzica con Emiliano

Gala Niaf a Washington: gli ospiti ballano la pizzica con Emiliano

 
Alessandra Amoroso a Bari: lei firma le copie del disco, i fan cantano

Alessandra Amoroso a Bari: lei firma le copie del disco, i fan cantano in strada

 
Getta sacco rifiuti in strada, assessore Ambiente glielo restituisce

Getta sacco rifiuti in strada, assessore Ambiente glielo restituisce

 
Le Cesine, sequestrati 3 quintali di marijuana e hashish: 2 arresti

Le Cesine, sequestrati 3 quintali di marijuana e hashish: 2 arresti

 
Bari, troppi tagli a scuola: ecco il raduno degli studenti in sciopero

Bari, troppi tagli a scuola?
E gli studenti scioperano

 
Le acque rosse vicino le salineSequestro choc a Margherita di Savoia

Le acque rosse vicino le saline
Sequestro choc a Margherita di Savoia

 
Arresto gambiano a Foggia: i video e le versioni contrastanti

Arresto gambiano a Foggia: i video e le versioni diverse. «Agenti circondati»

 

PHOTONEWS