Martedì 09 Agosto 2022 | 07:13

In Puglia e Basilicata

evento

Caldo, emozioni e ospiti al «Jova Beach Party» di Barletta

Caldo, emozioni e ospiti al «Jova Beach Party» di Barletta

Oggi il secondo appuntamento con lo show di Jovanotti

31 Luglio 2022

Maila Tritto

BARLETTA - Sensibile all’estate. È proprio il caso di dirlo, e in realtà il titolo calza alla perfezione. Non è, infatti, solo l’ultimo singolo di Lorenzo Cherubini in arte Jovanotti, ma è anche il suo leitmotiv che, proprio quest’estate, lo sta accompagnando in giro per le spiagge di tutta l’Italia con il suo atteso Jova Beach Party. E proprio oggi si conclude la «due giorni» sul lungomare Pietro Mennea di Barletta. E, neanche a dirlo, la prima tappa è già andata sold out. Il Comandante, con tutto il suo grande veliero, conclude quindi il suo show e lo fa nel segno della sostenibilità e del “green”. E torna dopo ben due anni, dal 2019, proprio su quelle stesse spiagge, riaprendo però il fronte delle polemiche ambientaliste. Diatribe e controversie a parte, l’evento è stato così atteso da parte di tanti giovani e altrettante famiglie. Ma non solo. Per questo evento erano attese decine di migliaia di persone per entrambi i giorni.

Nessun limite, quindi, anzi è questo il segno che ha lasciato lo stesso artista e cioè quello di unire tutti, in un unico abbraccio. Laddove la musica domina la scena (e il palco!). Ciliegina sulla torta ci sono stati anche alcuni ospiti, c’è infatti persino chi ha visto (da vicino!) artisti come Checco Zalone. Non sono mancati i tanti sorrisi accompagnati dai brani di Jovanotti così come i giochi che hanno indorato ancor di più il grande tour. Anzi, uno spettacolo che si snoda dal primo pomeriggio a notte inoltrata sul lungomare Mennea. Con un servizio di emergenza-urgenza e una serie di procedure di sicurezza che sono state attivate dalla Asl Bat.

Per questo evento è stata emanata una nuova ordinanza dall’Ufficio Traffico che ha regolamentato la circolazione dei veicoli. Ed è stato programmato per i due giorni sulla spiaggia libera alla fine della litoranea di Ponente. In realtà, questa ordinanza ha istituito i divieti di sosta con rimozione e i divieti di transito temporanei. L’ordinanza (che avrà vigore fino al primo agosto), quindi, ha consentito la realizzazione di corsie riservate ai mezzi di soccorso e pronto intervento e le aree di accoglimento del pubblico. Inoltre, con questo provvedimento sono state stabilite anche le aree di sosta e i percorsi dei bus navetta per il trasferimento degli spettatori dai parcheggi al luogo dell’evento (e viceversa).

Per raggiungere la spiaggia si può, quindi, disporre del servizio che è previsto ogni 30 minuti dalle 9 alle 19 solo dal posteggio dell’ospedale Dimiccoli. Per la risalita, invece, sempre ogni mezz’ora dalle 9.15 alle 19.15. E non solo. Oltre 6mila posti offerti a bordo dei treni regionali, dal primo pomeriggio a sera, per raggiungere l’evento. Per il ritorno, invece, due treni regionali straordinari da Barletta. «Abbiamo cercato di prevedere ogni scenario – sottolinea l’amministratore unico di Barsa, avv. Michele Cianci – ogni possibilità per permettere lo svolgimento più regolare possibile. Consideriamo l’occasione di questo bellissimo evento come una delle più cristalline per la nostra bella Barletta».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725