Giovedì 22 Agosto 2019 | 10:19

NEWS DALLA SEZIONE

L'operazione dei cc
Trani, trovato con una pistola e 1,5 grammi di cocaina: arrestato

Trani, trovato con una pistola e 1,5 grammi di cocaina: arrestato

 
Il caso
Miasmi a Barletta «salta» il Consiglio. A Trani controlli in azienda sospetta

Miasmi a Barletta «salta» il Consiglio. A Trani controlli in azienda sospetta

 
L'opificio
Trani, l’ex segheria diventerà un centro commerciale

Trani, l’ex segheria diventerà un centro commerciale

 
Il caso
Barletta appestata da puzza nauseante: cittadini costretti a chiudersi in casa

Barletta, puzza in città: la fonte è una azienda di scarti animali

 
Il furto
Barletta, ruba monete dalla cassetta delle offerte: arrestato

Barletta, ruba monete in chiesa dalla cassetta delle offerte: arrestato

 
Cervelli in fuga
Da Bisceglie in Olanda: la storia di Anna, biologa contro il cancro al fegato

Da Bisceglie in Olanda: la storia di Anna, biologa contro il cancro al fegato

 
In Sicilia
Turista pugliese bloccato nella riserva dello Zingaro: il salvataggio è spettacolare

Turista pugliese bloccato nella riserva dello Zingaro: il salvataggio è spettacolare

 
L'iniziativa il 22 agosto
Bisceglie dedica a Leopardi la scalinata dell'Infinito

Bisceglie dedica a Leopardi la scalinata dell'Infinito

 
I numeri
Burrata di Andria irresistibile: vendite cresciute del 17,5%

Burrata di Andria irresistibile: vendite cresciute del 17,5%

 
L'aggressione
«Quel pitbull senza guinzaglio stava sbranando il mio cagnolino», tragedia sfiorata a Barletta

«Quel pitbull senza guinzaglio stava sbranando il mio cagnolino», tragedia sfiorata a Barletta

 
Nel nordbarese
Andria, in un casolare abbandonato trovato materiale esplosivo

Andria, in un casolare abbandonato trovato materiale esplosivo

 

Il Biancorosso

IL PUNTO
Il Bari gioca la carta Schiavone ci sarà più qualità a centrocampo

Il Bari gioca la carta Schiavone
ci sarà più qualità a centrocampo

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiControlli nel Brindisino
Rosa Marina, Cc in discoteca: 19 lavoratori in nero. Il gestore: "Tutto sanato"

Rosa Marina, Cc in discoteca: venti lavoratori in nero. Il gestore: «Tutto sanato»

 
PotenzaI controlli
Laghi di Monticchio, chiuso ristorante: aveva lavoratore in nero

Laghi di Monticchio, chiuso ristorante: aveva lavoratore in nero

 
TarantoDomenico Bello
Mottola, trovato morto dopo 9 giorni 32enne scomparso

Mottola, trovato morto dopo 9 giorni 32enne scomparso

 
MateraLe fiamme
Montescaglioso, incendio nei boschi domato con 20 lanci dei Canadair

Montescaglioso, incendio nei boschi domato con 20 lanci dei Canadair

 
BariTrasportato in codice rosso
Bari, bimbo di 3 anni scivola da scoglio e rischia di annegare: è grave

Bari, bimbo di 3 anni scivola da scoglio e rischia di annegare: è grave

 
LecceMusica
Notte Taranta, domani a Martano l'ultima tappa del festival itinerante

Notte Taranta, con Aqp il Concertone sarà più green e plastic free

 
BatL'operazione dei cc
Trani, trovato con una pistola e 1,5 grammi di cocaina: arrestato

Trani, trovato con una pistola e 1,5 grammi di cocaina: arrestato

 
FoggiaL'idea di due gelatai
Zapponeta, per preparare gelati usano la bava di lumaca invece dell’acqua

Zapponeta, per preparare gelati bava di lumaca al posto dell’acqua

 

i più letti

Fra roghi e miasmi

Barletta, la terra «fuma» in via vecchia Canosa

Segnalato uno strano fenomeno nelle campagne: chi interviene?

Barletta, la terra «fuma» in via vecchia Canosa

BARLETTA - Chi passava dalle parti della via vecchia per Canosa ieri mattina ha pensato di trovarsi davanti a una riedizione riveduta e corretta della «terra fumante», così come successo nel settembre del 2017 in contrada Monachelle,a Trani, in una ex cava dismessa. Lì, come da indagini condotte dalla Procura di Trani, è stata verificata la fuoriuscita in atmosfera fumi derivanti dalla combustione di olii minerali e plastica, stoccati all’interno. Una miscela ...rinfrescante per salute e polmoni.

Che cosa causava, invece, la combustione, visibile ancora ieri mattina all’altezza di un tratto di terreno arato di fresco lungo la via vecchia per Canosa fra villette, centri sportivi e garage? Chissà.
Certo, sarebbe interessante saperlo. Come pure sarebbe più che interssante conoscere le cause del fenomeno. Comprese le ragioni per cui l’area dalla quale fuoriusciva il fumo fosse arata di fresco. Forse qualcuno aveva voluto nascondere le tracce della combustione? E perché?

Come da molte settimane si ripete, le zone attorno alla cinta urbana di Barletta sono contrassegnate da troppi roghi venefici. A una certa ora della sera, l’aria diventa più mefitica del solito. Nei giorni scorsi, è stato individuato un «incendiario», ma, data la vastità e la frequenza del fenomeno, ben difficilmente si tratta di un caso isolato.
Mercoledì 7 agosto, davanti al solito cocktail di fumo e cattivo odore che impregnava diverse zone della città, dal centro alle litoranee e fino in alla zona nord il sindaco Mino Cannito allertò il comandante dei vigili urbani, Savino Filannino, e il comandante dei vigili del fuoco, Domenico De Pinto. I focolai furono individuati in contrada Ariscianne (verso Trani) e a ridosso della strada delle Salinelle (verso Canosa). Sono state poi effettuate analisi per capire cosa era stato bruciato? E, se sì, quale ne è stato l’esito? Qualcuno vorrà controllare cosa è successo ieri a ridosso della via vecchia per Canosa?

Gli organi preposti ai controlli ambientali battano un colpo. I barlettani sono stanchi di essere intossicati. Durante l’inverno e pure in questa torrida estate. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie