Lunedì 14 Ottobre 2019 | 12:27

NEWS DALLA SEZIONE

città e memoria
Palazzo Tresca, quell'edificio a Barletta va salvato

Palazzo Tresca, quell'edificio a Barletta va salvato

 
nel Nordbarese
Trinitapoli, lampeggiano per segnalare posto di blocco: 5 automobilisti multati

Trinitapoli, lampeggiano per segnalare posto di blocco: 5 automobilisti multati

 
i numeri
Turismo, Trani da record: ottobre tutto esaurito

Turismo, Trani da record: ottobre tutto esaurito

 
L'inchiesta
Traffico di influenze, padre Renzi indagato: soldi da imprenditore barlettano D'Agostino

Padre Renzi indagato: «Soldi da D'Agostino per presentarlo a politici pugliesi»

 
nel Nordbarese
Trani, chiusa per 15 giorni pizzeria dell'uomo che ha minacciato 3 ragazzini con una pistola

Trani, chiusa per 15 giorni pizzeria dell'uomo che ha minacciato 3 ragazzini con una pistola

 
L’epilogo
Magistrati arrestati a Trani, D’Introno si costituisce: è in carcere

Magistrati arrestati a Trani, D’Introno si costituisce: è in carcere

 
Il giallo
Crollo di Barletta, scomparsa la maglia dedicata alle 5 vittime: «Una vergogna»

Crollo di Barletta, scomparsa la maglia dedicata alle 5 vittime: «Una vergogna»

 
Strage Andria-Corato
Scontro treni, pm conosceva avvocato: doveva astenersi, Csm conferma censura

Scontro treni: «Pm conosceva avvocato, doveva astenersi», Csm conferma censura

 
nel nordbarese
Trani, ragazzini giocano con petardo e lui li minaccia con pistola: arrestato

Trani, ragazzini giocano con petardo e lui li minaccia con pistola: arrestato

 
Il rogo
Andria, fiamme distruggono deposito di legname: indagano i carabinieri

Andria, fiamme distruggono deposito di legname: indagano i carabinieri

 

Il Biancorosso

contro la ternana
Il Bari non sbaglia più: vittoria che sa di svolta

Il Bari non sbaglia più: vittoria che sa di svolta

 

NEWS DALLE PROVINCE

Leccenel salento
Nardò, 16enne cade facendo parkour: in coma

Nardò, 16enne cade facendo parkour: in coma

 
Brindisinel Brindisino
Erchie, tormenta l'ex moglie per convincerla a lasciare la casa coniugale: divieto di avvicinamento

Erchie, tormenta l'ex moglie per convincerla a lasciare la casa coniugale: divieto di avvicinamento

 
PotenzaI dati
Criminalità, per il Sole 24 Ore la Basilicata è «quasi tranquilla»

Criminalità, per il Sole 24 Ore la Basilicata è «quasi tranquilla»

 
Tarantol'indagine
Martina Franca, spaccio di droga, chiamata «Babà», era diventato un lavoro: 3 in carcere

Martina Franca, spaccio di droga, chiamata «Babà», era diventato un lavoro: 3 in carcere

 
Foggianel foggiano
Orta Nova, in 4 tentano colpo in banca: ferita una guardia giurata

Orta Nova, in 4 tentano colpo in banca: ferita una guardia giurata

 
Barinel Barese
Molfetta, moria di gatti a Madonna della Rosa

Molfetta, moria di gatti a Madonna della Rosa

 
MateraIl caso
Sparatoria nella notte a Policoro, due feriti: scatta un fermo

Mafia: duplice tentato omicidio a Policoro, fermato 49enne

 

i più letti

La manifestazione

Trani, cane trascinato dall’auto: gli animalisti all’attacco

La richiesta è che l’animale sia sottratto alla custodia del proprietario

Trani, cane trascinato da un'auto, Bottaro: «Bestia non la passerai liscia»

TRANI - Una manifestazione animalista ad Andria sabato 29 tra le 14 e le 18, per chiedere con forza che il cane trascinato per chilometri da un’auto sulla vecchia Statale 16 fra Trani e Barletta, lo scorso 19 giugno, sia sottratto alla custodia del proprietario, che abita proprio in quella città.

Organizzatore dell’evento è Enrico Rizzi, presidente del Nucleo operativo italiano tutela animali onlus e promotore del Partito animalista, recentemente in lizza alle Europee. Obiettivo, «fare pressione sulle istituzioni affinché tolgano immediatamente il cane alla famiglia responsabile dell’efferato gesto».

L’idea della trasferta ad Andria è nata «a seguito dell’eccezionale mobilitazione sui social - fa sapere Rizzi -: chiederemo di concretizzare l’azione scendendo in piazza, perché solo così potremo essere ascoltati, come già accaduto in passato». Rizzi ha previsto due partenze di pullman, uno da Roma ed uno da Brindisi, ma invoca partecipazione da parte della gente, anche con mezzi propri. Il fatto che si arrivi direttamente ad Andria è perché, all’esito della denuncia formalmente sporta presso la Procura della Repubblica dal consigliere comunale Raffaella Merra, dal sindaco, Amedeo Bottaro, e dall’assessore all’ambiente, Michele di Gregorio, è risultato che il proprietario del veicolo (di cui era stata mostrata la targa nel video che riprendeva l’episodio) effettivamente è lo stesso del cane: si tratta di un cittadino andriese, che quel giorno era nell’auto con sua moglie.

Al veterinario presso cui condussero subito l’animale ferito dopo che furono fermati dall’autrice del video, che riuscì a superarli e bloccarli, riferirono che avevano legato momentaneamente l’animale al bagagliaio della loro vettura, dimenticandosene poi nel momento in cui erano ripartiti. Una giustificazione che, secondo Rizzi, «non regge poiché, se da una parte si dichiara di amare alla follia quel cane, dall’altra è impossibile che non una, ma addirittura due persone se ne dimentichino al momento di ripartire con la vettura, trascinandoselo dietro di sé».
Tali circostanze, peraltro, dovrà chiarirle l’autorità giudiziaria, nelle cui mani adesso è il fascicolo relativo all’accaduto, e che ascolterà gli interessati, l’autrice del video e raccoglierà elementi per ricostruire le circostanze alla base del deprecabile episodio.

A detta di Rizzi, «è inconcepibile che gli stessi animalisti, a fronte delle giustificazioni rese dal proprietario del cane, si siano divisi tra innocentisti e colpevolisti».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie