Martedì 18 Giugno 2019 | 18:36

NEWS DALLA SEZIONE

Dal geologo Dellisanti
Minervino Murge, scoperta nuova grotta carsica

Minervino Murge, scoperta nuova grotta carsica

 
Arrestato aggressore
Barletta, vigilessa aggredita da ambulante: solidarietà del sindaco

Barletta, vigilessa aggredita da ambulante: solidarietà del sindaco

 
L'incidente
Trani, sedicenne precipitato da Villa Comunale: è mistero sulle cause

Trani, sedicenne precipitato da Villa Comunale: è mistero sulle cause

 
Tragedia sfiorata
Sedicenne cade a Trani dal muro della Villa sul mare: paura e fratture

Sedicenne cade a Trani dal muro della Villa sul mare: paura e fratture

 
Il ritrovamento
San Ferdinando, Nascondeva nel box un fucile: arrestato incensurato

San Ferdinando, nascondeva nel box un fucile: arrestato incensurato

 
L'iniziativa
Barletta, vincolo di tutela per l’ex Cartiera e per Palazzo Tresca

Barletta, vincolo di tutela per l’ex Cartiera e per Palazzo Tresca

 
Giustizia truccata
Trani, magistrati arrestati: altre denunce, arresti prorogati

Trani: «Potrebbero inquinare le prove», arresti prorogati per Savasta e Nardi

 
Pallavolo
Canosa, l'eurocampionessa Sansonna è cittadina benemerita

Canosa, l'eurocampionessa Sansonna è cittadina benemerita

 
Nordbarese
Non ci sono soldi sul conto: sindaco Trani rinuncia al Riesame

Non ci sono soldi sul conto: sindaco Trani rinuncia al Riesame

 
Il caso
Trani, Villa Maggi «in sicurezza»: ora è ridotta a cumulo di detriti

Trani, Villa Maggi «in sicurezza»: ora è ridotta a cumulo di detriti

 
Sanità
Trani, prelievi di cornee a cuore fermo: il primo nella Asl Bat

Bisceglie, prelievi di cornee a cuore fermo: il primo nella Asl Bat

 

Il Biancorosso

LA CURIOSITA'
De Laurentiis e Simeri a MykonosTutto sulle vacanze del Bari

De Laurentiis e Simeri a Mykonos. Tutto sulle vacanze del Bari

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaMaltempo
Bombardamento di grandine a Potenza: auto rimaste in panne

Bombardamento di grandine a Potenza: auto rimaste in panne

 
BariViolenza
Bari, abusavano di una 16enne: condannati 70enne e 47enne

Bari, abusavano di una 16enne: condannati 70enne e 47enne

 
HomeIl caso
Ex Ilva, operaio muore di tumore, un collega: «La fabbrica uccide»

Ex Ilva, operaio muore di tumore, lo sfogo di un collega: «La fabbrica uccide»

 
LecceSalento
Abuso d'ufficio, indagato ex presidente Provincia di Lecce Gabellone

Abuso d'ufficio, indagato ex presidente Provincia di Lecce Gabellone

 
BrindisiMinacce e lesioni
Brindisi, litiga con la fidanzata e le rompe il naso: denunciato

Brindisi, litiga con la fidanzata e le rompe il naso: denunciato

 
Foggianel Foggiano
Poggio Imperiale, morta Nonna Peppa, la donna più anziana d'Europa

Poggio Imperiale, morta Nonna Peppa, la donna più anziana d'Europa

 
MateraNel Materano
Boom case vacanza nel Metapontino, terza località in Italia

Boom case vacanza nel Metapontino, terza località in Italia

 
BatDal geologo Dellisanti
Minervino Murge, scoperta nuova grotta carsica

Minervino Murge, scoperta nuova grotta carsica

 

i più letti

Il concerto

Il 30 marzo arriva a Barletta Goran Bregovic

Il musicista sarà al Teatro Curci con Three Letters from Sarajevo

Il 20 marzo arriva a Barletta Goran Bregovic

Bregovic il partigiano del folk. Quant’è necessaria, urgente, vitale, civile, poetica, rivoluzionaria, combattente, rabbiosa, gioiosa la musica di Goran Bregovic (il musicista bosniaco è attesissimo sabato 30 marzo al teatro Curci). “Three Letters from Sarajevo” è una dichiarazione di resistenza che rivela la stessa commozione donataci dal grande poeta Izet Sarajlić. Sì perché la musica è poesia, soprattutto quando riesce a far danzare insieme vita e morte, culture e razze diverse, un macramè di anime danzanti alla ricerca della tradizione. Goran e la sua musica è l’esempio di come dalla contaminazione culturale possa nascere la bellezza, l’incontro di popoli, storie, religioni, sono vitali per costruire un mondo a forma di pace.
E dove non arriva la politica spesso può arrivare solo l’arte, soprattutto la musica. Il dolore di Sarajevo è stato lenito proprio dalla poesia, dalla musica, mescolare la cultura musulmana, cattolica e cristiana ortodossa può dar vita a dei valori ben saldi legati proprio alla stessa parola vita.

Non è un caso se Bregovic chiuda i suoi concerti Bella ciao, la nostra canzone di resistenza e speranza: le ferite della guerra fraticida di Sarajevo non si possono dimenticare e così che ha senso cantare ancora quel dolore e rinnovare un patto di pace e gioia. Croato e servo, folk e rock, elettronico e tarantolato, sapientemente folle grazie al suo istinto gitano, sacramente laico, uomo di frontiera, demiurgo di valori quali l’accoglienza, un concertatore di pace e poesia. Nel sangue di Bregovic non scorre solo il sangue balcanico ma è l’intera cultura Europea che pulsa e manda ossigeno ai polmoni, c’è anche l’influenza partenopea, altro esempio di multiculturalità. Il pubblico lega Bregovic inevitabilmente al Kusturica di “Underground”, vincitore della Palma d’oro a Cannes nel 1995, e di “Gatto nero gatto bianco” del 1998. In scena una straordinaria band di 18 elementi, così suddivisa: Muharem Redžepi – Goc (Grancassa tradizionale), Voce, Bokan Stankovic – Prima Tromba, Dragic Velickovic – Seconda Tromba, Stojan Dimov – Sax, Clarinetto. Aleksandar Rajkovic – primo Trombone, Glockenspiel, Milos Mihajlovic – Secondo Trombone. Ci sono poi le voci bulgare Ludmila Radkova Trajkova e Daniela Radkova. In più un sestetto di voci maschili: Dejan Pesic – 1° tenore, Ranko Jovic – 2° tenore, Milan Panic – 2° tenore, Aleksandar Novakovic – baritono, Dusan Ljubinkovic – basso e Sinisa Dutina – basso. Per finire, un quartetto d’archi composto da Ivana Matejic – 1° violino, Bojana Jovanovic Jotic – 2° violino, Sasa Mirkovic – contralto, Tatjana Jovanovic Mirkovic – violoncello. Zingaro, popolare, festoso, ammaliante, nostalgico, struggente, irriverente, potente: tutto questo è il mondo di Bregovic. In scaletta dovrebbero trovare spazio canzoni come War, Vino Tinto, Bartolomejska, Dreams, Natura, Christian Letter, Made in Bosnia, Muslim Letter, S.O.S., Jewish Letter, Mazel Tov, Melanholija, Gas Gas, Erdelezi, Mesečina, In the Death Car, Hopa Cupa, Kalasjnikov, Kuduz e la nostra Bella Ciao.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie