Mercoledì 23 Gennaio 2019 | 21:09

NEWS DALLA SEZIONE

Lo scippo
Strappa orecchino ad anziana per rapina: arrestato a Barletta

Strappa orecchino ad anziana per rapina: arrestato a Barletta

 
Inchiesta da Lecce
Trani, magistrati arrestati: «Savasta modificò video per incastrare i cc»

Trani, magistrati arrestati: «Savasta modificò video per incastrare i cc»

 
La denuncia
Barletta, una città-cantiere a cielo aperto

Barletta, una città-cantiere a cielo aperto

 
Per le attività commerciali
Andria, caso gazebo: manca il parere della Sovrintendenza

Andria, caso gazebo: manca il parere della Sovrintendenza

 
Truffa aggravata
Barletta: chiedeva soldi per riviste del corpo, arrestato falso finanziere

Barletta: chiedeva soldi per riviste del corpo, arrestato falso finanziere

 
problemi alla viabilità
Trani, le strade cittadine tra degrado e incuria

Trani, le strade cittadine tra degrado e incuria

 
Nel Nordbarese
Trinitapoli, duello a colpi di pistola in strada, un morto e un ferito

Trinitapoli, sparatoria da Far West in strada, un morto e un ferito

 
Agricoltura beffata
Canosa, così si spreca l'acqua della diga Capaciotti

Canosa, così si spreca l'acqua della diga Capaciotti

 
Inchiesta da Lecce
Trani, arrestati due magistrati per corruzione e falso ideologico

Trani, arrestati due magistrati: processi venduti per soldi e diamanti. 
Imprenditore: così pagai milioni

 
Dalla Regione
Trani, fondi per il recupero del giardino Antonacci-Telesio

Trani, fondi per il recupero del giardino Antonacci-Telesio

 
Ambiente
Barletta, strani picchi di biossido d'azoto nell'aria

Barletta, strani picchi di biossido d'azoto nell'aria

 

Oggi i funerali

Canosa calcio in lutto, muore presidente per infarto

Pietro Basile, 54 anni, è stato stroncato da un malore per strada. Lascia moglie e due figli

Canosa calcio in lutto, muore presidente per infarto

Pietro Basile

L’infarto lo ha colto mentre era per strada, in via Oberdan. Un malore che non gli ha lasciato scampo. Inutile si è rivelato l’immediato arrivo dei sanitari del 118 con tanto di defibrillatori. Il suo cuore si è fermato irrimediabilmente. E’ morto così ieri mattina Pietro Basile, 54 anni, attuale presidente del Canosa Calcio. Ma non solo.
Basile è stato per decenni protagonista della politica canosina: sin da giovanissimo (insieme al papà Savino, già sindaco di Canosa) ha militato nelle formazioni della sinistra, fino al Pd, che ha lasciato «solo» per aderire al progetto vendoliano di Sel. E’ stato vicesindaco ed assessore sia con il compianto sindaco Gianni Lomuscio, nei primi anni del 2000, che con il sindaco Ernesto La Salvia, fino al 2016. La notizia della sua improvvisa scomparsa ha fatto ben presto il giro della città, tra incredulità e tanta tristezza.


Pietro Basile, sposato con Licia, padre di due figli, Anna e Sabino, è sempre stato presente nella vita sociale della città. E' stato fondatore e presidente dell'Asd Progetto Uomo che ancora oggi è un punto di riferimento per tutti i ragazzini che si avvicinano allo sport con le sue scuole calcio. Da oltre tre anni era presidente dell'Asd Canosa Calcio. Una passione che Pietro Basile ha sempre manifestato con la sua presenza in ogni fase della vita della società, dagli allenamenti alle trasferte alla costante presenza in tribuna allo stadio San Sabino o anche in panchina come dirigente accompagnatore.


Oggi il Canosa Calcio non scenderà in campo. Il presidente del Comitato regionale Lega Nazionale Dilettanti, Vito Tisci ha detto: «Non dimenticherò mai Pietro Basile, una persona della quale tutto il settore dilettantistico regionale sentirà certamente la mancanza». «Ho appreso con profondo senso di tristezza l'improvvisa e prematura scomparsa di Pietro Basile - ha detto il sindaco Roberto Morra - Come presidente del Canosa Calcio ha saputo rivitalizzare la passione di tanti concittadini verso i colori sociali della nostra squadra. Una persona con una non comune passione per la politica alimentata da un autentico amore per la sua città. Nonostante la giovane età, Pietro Basile ha sempre meritatamente ottenuto il rispetto di tutti, anche dei suoi avversari politici che oggi indistintamente si stringono intorno alla sua famiglia a testimonianza del grande spirito di lealtà con cui ha saputo interpretare il ruolo politico». Sospese le iniziative all’Infopoint della Pro Loco.
La salma sarà trasferita alle 12.30 dalla sala mortuaria dell’ospedale alla Cattedrale di San Sabino; funerali alle 16.30. Alla famiglia giunga anche il cordoglio della «Gazzetta».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400