Martedì 23 Aprile 2019 | 00:38

NEWS DALLA SEZIONE

La sentenza
Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

 
Il messaggio
Lino Banfi a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

Lino Banfi torna a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

 
Lotta allo spaccio
Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

 
Crisi al comune
Andria attende il commissario: ed è subito polemica

Andria attende il commissario: ed è subito polemica

 
È incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 
Al secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
La sentenza
Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

 
Maltrattamenti
Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

 
Nel nordbarese
Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

 
Tra Corato e Bisceglie
Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

 
Il punto
Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

 

Il Biancorosso

IL COMMENTO
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala
che porta molto più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariLa raccolta differenziata
Bari, arriva il porta a porta: da domani kit nei rioni San Paolo e Stanic

Bari, arriva il porta a porta: da domani kit nei rioni San Paolo e Stanic

 
TarantoIl caso
Taranto, ricoverato dopo incidente si getta dalla finestra dell'ospedale: morto 29enne

Taranto, ricoverato dopo incidente si getta dalla finestra dell'ospedale: morto 29enne

 
BrindisiMolestie in famiglia
Turturano, minaccia di morte l'ex moglie: arrestato 46enne

Tuturano, minaccia di morte l'ex moglie: arrestato 46enne

 
LecceA Ugento
Lecce, picchia e spara ad un 28enne poi punta l'arma contro i cc: arrestato

Lecce, picchia e spara ad un 28enne poi punta l'arma contro i cc: arrestato

 
BatLa sentenza
Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

 
FoggiaSpaccio
San Severo, la droga tra i panini: arrestato un fornaio

San Severo, la droga tra i panini: arrestato un fornaio

 
PotenzaLa nuova giunta
Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

 
MateraDai Carabinieri
Ferrandina, spacciava in circolo ricreativo: arrestato 27enne

Ferrandina, spacciava in circolo ricreativo: arrestato 27enne

 

la sentenza

Bat, provinciali, riammesso
il «Fronte democratico»

Il Tar ha accolto il ricorso del gruppo che fa capo a Emiliano

Bat, provinciali, riammesso il «Fronte democratico»

Elezioni provinciali del 31 ottobre: ci sarà anche la lista «Fronte democratico per la Bat». È quanto ha stabilito il Tar di Puglia, ieri sera, riammettendo la lista che fa riferimento al Governatore Emiliano, alle Elezioni del Consiglio della Provincia di Barletta Andria Trani. Resta in «corsa» anche la lista del centrodestra, «Insieme per la Bat»: rigettato il ricorso al Tar della consigliera andriese Laura Di Pilato.

La sezione seconda del Tribunale Amministrativo Regionale per la Puglia, presidente Giuseppina Adamo, estensore Donatella Testini e referendario Lorenzo Ieva, si è espresso sul ricorso presentato da Giuseppe Corrado (candidato della lista) e Nadia Landolfi (delegata della lista) avverso la determinazione dell’ufficio elettorale della Provincia di Barletta Andria Trani, che aveva escluso, in un primo momento, la lista «Fronte democratico per la Bat» dalla competizione elettorale, sollevando la «non competenza» del segretario generale del Comune di Margherita di Savoia nell’autenticazione delle sottoscrizioni della lista.

Il Tar ha accolto il ricorso presentato dalla lista che fa capo al Governatore Emiliano e all’ex presidente della Bat, Francesco Spina. «Dalla documentazione versata in atti a cura della parte ricorrente, è dato evincere che l’autenticazione delle sottoscrizioni di che trattasi è avvenuta, a cura del Segretario Generale reggente del Comune di Margherita di Savoia, nello stesso Comune, in data 10 ottobre 2018. Ne deriva che l’organo autenticante, in ragione della competenza territoriale all’uopo legittimamente esercitata, era pienamente investito del potere di autenticazione».

«La lista, conseguentemente, dovrà essere riammessa alla partecipazione alla competizione elettorale» ha concluso il Tar condannando la Provincia (che non si è costituita in giudizio) alle spese processuali. «Anche questa volta la magistratura rende giustizia e afferma il principio di legalità - ha commentato l’ex presidente della Bat, Spina - Una brutta pagina di vita amministrativa con aberranti decisioni che il Tar Puglia ha cancellato con una significativa condanna alle spese. Auspico che Presidente Bat e segretario generale accertino responsabilità individuali per la responsabilità erariale conseguente alle gravi e maldestre condotte ormai note a tutta l’opinione pubblica»

La stessa sezione del Tar ha dichiarato inammissibile la richiesta di esclusione della lista «Insieme per la Bat», avanzata dalla consigliera Di Pilato. Quindi tutte in corsa, le tre liste (Fronte democratico per la Bat, Insieme per la Bat, e lista del Pd) il 31 ottobre, per eleggere, però, il solo consiglio provinciale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400