Martedì 20 Novembre 2018 | 23:11

NEWS DALLA SEZIONE

Sull'A14
Canosa, assalto con bande chiodate a portavalori di gioielli sull'A14

Canosa, assalto con bande chiodate a portavalori carico di gioielli 

 
I luoghi della cultura
Bat, musei aperti nei festivi? «Scarso personale, ma resta la protesta»

Bat, musei aperti nei festivi? «Scarso personale, ma resta la protesta»

 
Il caso
Trani, l'Osapp denuncia: «Agente aggredito in carcere da detenuto»

Trani, l'Osapp denuncia: «Agente aggredito in carcere da detenuto»

 
La vicenda
Barletta, ascensore fantasma in stazione: tanti i disagi per i disabili

Barletta, ascensore fantasma in stazione: tanti i disagi per i disabili

 
Ius soli
Margherita, la cittadinanza onoraria a 22 stranieri

Margherita, la cittadinanza onoraria a 22 bimbi stranieri

 
Niente aperture festive
Trani, Castello svevo chiuso di domenica: risorse finite

Trani, Castello Svevo chiuso di domenica: risorse finite

 
L'indagine
Casa ceduta per appuntamenti, denunciata coppia a Trani

Casa ceduta per appuntamenti, denunciata coppia a Trani

 
Guardia Costiera in azione
Cibo scaduto e congelato male: sequestri in locali a Bisceglie e Trani

Cibo scaduto e congelato male: sequestri in locali a Bisceglie e Trani

 
A Barletta
Un libro per aiutare Chiara, dopo l'incidente in Erasmus

Un libro per aiutare Chiara, dopo l'incidente in Erasmus

 
La tragedia di Andria
Scontro treni, Ferrotramvia: rispettate norme sicurezza, risarciti già 16 mln

Scontro treni, Ferrotramviaria: rispettate norme sicurezza, risarciti già 16 mln

 
Le indagini
Andria, sequestrato patrimonio per oltre 500mila euro a due coniugi

Andria, sequestrato patrimonio per oltre 500mila euro a due coniugi

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

la sentenza

Bat, provinciali, riammesso
il «Fronte democratico»

Il Tar ha accolto il ricorso del gruppo che fa capo a Emiliano

Bat, provinciali, riammesso il «Fronte democratico»

Elezioni provinciali del 31 ottobre: ci sarà anche la lista «Fronte democratico per la Bat». È quanto ha stabilito il Tar di Puglia, ieri sera, riammettendo la lista che fa riferimento al Governatore Emiliano, alle Elezioni del Consiglio della Provincia di Barletta Andria Trani. Resta in «corsa» anche la lista del centrodestra, «Insieme per la Bat»: rigettato il ricorso al Tar della consigliera andriese Laura Di Pilato.

La sezione seconda del Tribunale Amministrativo Regionale per la Puglia, presidente Giuseppina Adamo, estensore Donatella Testini e referendario Lorenzo Ieva, si è espresso sul ricorso presentato da Giuseppe Corrado (candidato della lista) e Nadia Landolfi (delegata della lista) avverso la determinazione dell’ufficio elettorale della Provincia di Barletta Andria Trani, che aveva escluso, in un primo momento, la lista «Fronte democratico per la Bat» dalla competizione elettorale, sollevando la «non competenza» del segretario generale del Comune di Margherita di Savoia nell’autenticazione delle sottoscrizioni della lista.

Il Tar ha accolto il ricorso presentato dalla lista che fa capo al Governatore Emiliano e all’ex presidente della Bat, Francesco Spina. «Dalla documentazione versata in atti a cura della parte ricorrente, è dato evincere che l’autenticazione delle sottoscrizioni di che trattasi è avvenuta, a cura del Segretario Generale reggente del Comune di Margherita di Savoia, nello stesso Comune, in data 10 ottobre 2018. Ne deriva che l’organo autenticante, in ragione della competenza territoriale all’uopo legittimamente esercitata, era pienamente investito del potere di autenticazione».

«La lista, conseguentemente, dovrà essere riammessa alla partecipazione alla competizione elettorale» ha concluso il Tar condannando la Provincia (che non si è costituita in giudizio) alle spese processuali. «Anche questa volta la magistratura rende giustizia e afferma il principio di legalità - ha commentato l’ex presidente della Bat, Spina - Una brutta pagina di vita amministrativa con aberranti decisioni che il Tar Puglia ha cancellato con una significativa condanna alle spese. Auspico che Presidente Bat e segretario generale accertino responsabilità individuali per la responsabilità erariale conseguente alle gravi e maldestre condotte ormai note a tutta l’opinione pubblica»

La stessa sezione del Tar ha dichiarato inammissibile la richiesta di esclusione della lista «Insieme per la Bat», avanzata dalla consigliera Di Pilato. Quindi tutte in corsa, le tre liste (Fronte democratico per la Bat, Insieme per la Bat, e lista del Pd) il 31 ottobre, per eleggere, però, il solo consiglio provinciale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400