Lunedì 25 Marzo 2019 | 02:31

NEWS DALLA SEZIONE

La storia
Andria, sfrattata la bancarella dei Mansi, la famiglia della bimba uccisa

Andria, sfrattata la bancarella dei Mansi, la famiglia della bimba uccisa

 
Il caso
Canosa, «Datemi i soldi per la droga» e minaccia gli anziani genitori: arrestato

Canosa, «Datemi i soldi per la droga» e minaccia gli anziani genitori: arrestato

 
Parla un imprenditore
Andria, cartelloni pubblicitari non a norma: la denuncia

Andria, cartelloni pubblicitari non a norma: la denuncia

 
Il caso
Andria, vertenza Villa Gaia accuse e polemiche a colpi di carte bollate

Andria, vertenza Villa Gaia accuse e polemiche a colpi di carte bollate

 
Analisi e scenari
Commercio agroalimentare nella Bat: «l’export cresce poco»

Commercio agroalimentare nella Bat: «l’export cresce poco»

 
È intervenuta la polizia
Barletta, tenta di uccidere il fratello accoltellandolo dopo lite, 53enne in cella

Barletta, tenta di uccidere il fratello accoltellandolo dopo lite, 53enne in cella

 
Nel nordbarese
Margherita di Savoia, 200kg di cozze conservate e lavorate in un autoparco: sequestri

Margherita di Savoia, 200kg di cozze conservate e lavorate in un autoparco: sequestri

 
Casa Leopold
Un orfanotrofio per il Burundi: nel progetto una famiglia di Canosa

Un orfanotrofio per il Burundi: nel progetto una famiglia di Canosa

 
Il Puttilli
Barletta, si allontana la riapertura parziale dello Stadio

Barletta, si allontana la riapertura parziale dello Stadio

 
L'inchiesta di Lecce
Trani, magistrati arrestati, imprenditore denuncia: «Pagai per la libertà»

Trani, magistrati arrestati, imprenditore denuncia: «Pagai per la libertà»

 
Le dichiarazioni
Barletta, sciopero clima, le parole di Don Serio: «Giovani sognatori e profetici»

Barletta, sciopero clima, le parole di Don Serio: «Giovani sognatori e profetici»

 

Il Biancorosso

DOPO I 5 ANNI DI DASPO
La difesa dello steward della Turris"False accuse e tanta cattiveria"

La difesa dello steward della Turris
"False accuse e tanta cattiveria"

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatLa storia
Andria, sfrattata la bancarella dei Mansi, la famiglia della bimba uccisa

Andria, sfrattata la bancarella dei Mansi, la famiglia della bimba uccisa

 
Lecce
Leuca, intercettata da Gdf barca a vela con 25 migranti

Leuca, intercettata da Gdf barca a vela con 25 migranti

 
TarantoAmbiente
Ex Ilva, Conte : «Sappiamo che il problema di Taranto è serio»

Ex Ilva, Conte : «Sappiamo che il problema di Taranto è serio»

 
FoggiaAnche lei premiata da Mattarella
È Rebecca, 10 anni da Lucera, l'Alfiere della Repubblica più giovane d'Italia

È Rebecca, 10 anni da Lucera, l'Alfiere della Repubblica più giovane d'Italia

 
MateraDroga
Coltivava marijuana in casa: arrestato 40enne nel Materano

Coltivava marijuana in casa: arrestato 40enne nel Materano

 
BrindisiIl caso
Cimitero privatizzato a Ceglie Messapica, la Lega: «È una cosa sospetta»

Cimitero privatizzato a Ceglie Messapica, la Lega: «È una cosa sospetta»

 
Altre notizie HomeTra sacro e profano
Sannicandro di Bari, ecco i pentoloni di ceci per festeggiare San Giuseppe

Sannicandro di Bari, ecco i pentoloni di ceci per festeggiare San Giuseppe

 

In Austria

Barlettana vince 9 maratone in 10 giorni

La donna dei record si chiama Angela Gargano e ha vinto la MSC Rogner Marathon 10 Tagen, una competizione in 10 maratone organizzata in Austria

Barlettana vince 9 maratone in 10 giorni

Angela Gargano, ultramaratoneta barlettana, è una forza della natura. Il suo motto è correre oltre la fatica. Forte di questa caratteristica più unica che rara ha vinto la «MSC Rogner Marathon 10 Tagen» tenutasi a Bad Blumau (Austria) nelle scorse settimane.
In questa graziosa cittadina, ricca di sorgenti termali, si sono svolte 10 maratone consecutive in 10 giorni. I concorrenti macinavano 42,195 km al giorno per un totale complessivo di 421,950 km. Veniva stilata una classifica giornaliera, e una generale con la somma totale dei tempi impiegati per ciascuna maratona.
L’ultramaratoneta della Città della Disfida, tesserata per Barletta Sportiva, ha vinto nove volte su 10 risultando prima nella classifica finale femminile.
In 200 hanno gareggiato, ma soltanto 9 uomini e 2 donne sono riusciti a concludere la serie completa. Il percorso consisteva in 10 giri di poco più di 4 km, ondulato, sterrato e immerso nel verde di un parco per la prima metà, asfaltato e cittadino nella seconda metà.
In queste maratone in serie sono dure soprattutto le prime, poi le endorfine inondano il torrente circolatorio, il corpo si adatta e la fatica diventa più sopportabile. Bisogna sapersi ben nutrire, tenendo presente che, per quanto possa essere corretta l’alimentazione, non è in grado di rimpiazzare le calorie bruciate. Sono i depositi a venire in soccorso, che devono essere integri all’inizio delle gare. Si perde peso, si diventa diafani e trasparenti. E’ indispensabile avere un sistema cardio-circolatorio allenato e un apparato locomotore resistente. E spesso non basta, perché una banale e dolorosa lesione ungueale o della pelle dei piedi può mandare tutto all’aria. Soprattutto bisogna avere una grande testa. Stanchezza, dolori muscolari e articolari non esistono, basta non pensarci. Se ci si pensa si è perduti. E Angela corre e corre.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400