Mercoledì 23 Giugno 2021 | 17:59

NEWS DALLA SEZIONE

Basket
Il mondo magico di Vitucci, il «forzato» del canestro

Il mondo magico di Vitucci, il «forzato» del canestro

 
La partita
Basket, il Brindisi si arrende ma fuori a testa altissima

Basket, il Brindisi si arrende ma fuori a testa altissima

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari in ritiro a Storo dal 16 al 30 luglio

Bari in ritiro a Storo dal 16 al 30 luglio

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'omaggio
Conversano, abiti bianchi in dono alle spose per solidarietà

Conversano, abiti bianchi in dono alle spose per solidarietà

 
PotenzaIl blitz
Vietri di Potenza, in casa munizioni, pistola e fucile: un arresto

Vietri di Potenza, in casa munizioni, pistola e fucile: un arresto

 
PotenzaCovid
Basilicata, 13 positivi su 684 tamponi analizzati

Basilicata, 13 positivi su 684 tamponi analizzati

 
BrindisiTesori dimenticati
«Il castello di Oria va restituito alla comunità»

«Il castello di Oria va restituito alla comunità»

 
Foggia
Foggia, condizionatori in tilt, il tribunale diventa una fornace

Foggia, condizionatori in tilt, il tribunale diventa una fornace

 
LecceAttentato
Galatone, bomba carta danneggia un'abitazione disabitata

Galatone, bomba carta danneggia un'abitazione disabitata

 
FoggiaClima torrido
Puglia bollente, a Loconia è record: 43,7 gradi. Foggia città più calda d’Italia con 41,3 gradi

Puglia bollente, a Loconia è record: 43,7 gradi. Foggia città più calda d’Italia con 41,3 gradi

 
TarantoIl caso
Ex Ilva: a Potenza l'avvocato Amara parla con i pm

Ex Ilva: a Potenza l'avvocato Amara parla con i pm

 

i più letti

trionfo

Basket, Brindisi vince a Roma e riparte

La squadra pugliese batte 87 a 63 in trasferta la Virtus Roma

Basket, Brindisi vince a Roma e riparte

Cronaca di una partita che non c’è mai stata. Sembrava un allenamento infrasettimanale, con tutto il rispetto, per una Roma che non è all’altezza di questo Brindisi. I pugliesi sciorinano un gioco spumeggiante, a tratti strappano applausi in un Palasport troppo grande per i giallorossi.
Ad affrontarsi, insomma, due squadre di diversa levatura. Roma è una neopromossa che dovrà sudare le tradizionali sette camicie per riuscire a salvarsi, Brindisi, invece, sa il fatto suo e rappresenterà, sicuramente, la mina vagante del torneo. Impossibile andare a giudicare, pertanto, ogni mini parziale.

Sin dall’avvio, infatti, i pugliesi hanno premuto sull’acceleratore andando sull’8-0 prima, sulla doppia cifra di vantaggio poi e controllando tranquillamente l risultato appoggiandosi spesso e volentieri sul ventello a proprio favore. Parlare poi di tecnica, in un contesto del genere, sarebbe francamente riduttivo nei confronti di chi, Brindisi, ha fatto il bello e cattivo tempo. Vitucci ha alternato difese ad uomini, provato schemi, offensivi e difensivi. Insomma in alcuni tratti della partita il divario, tra le due squadre, è parso davvero imbarazzante. L’impressione è ovviamente continuata con il passare dei minuti, anzi un po’ tutti credevano che Brindisi stesse giocando come fa il gatto con il topo. La zampata definitiva, però, non è arrivata. I biancoazzurri hanno continuato a giocare con un livello discreto senza accelerare e senza affondare le loro lame arroventate nella burrosa difesa romana.

Per la Virtus, insomma, un esordio negativo davanti ai propri tifosi, per Brindisi, invece, una partita nata bene e finita in crescendo. Emblematico il 49-69 al 30’ o il punteggio che continuava a dilatarsi pur facendo entrare le cosiddette seconde linee.

Banks e Brown per l’8-0 Brindisi in avvio. La reazione di Roma si affida ad Alibegovic ma i pugliesi sembrano giocare a loro piacimento. Thompson schiaccia (5-13), Brown dilaga, il punteggio si dilata (8-25) con un canestro da tre di Gaspardo. I capitolini reagiscono nel finale di tempo con Jefferson che mette quattro punti tutti insieme. Si chiude 14-27. Nel secondo quarto tripla di Campogrande, Roma non riesce a ridurre il divario, Brindisi sul +19 in totale controllo. Si chiude 27-43 una partita che non decolla. Nella ripresa la tripla di Banks regala il 32-58 ad una formazione che, ormai, vuole solo arrivare fino alla fine senza altri scossoni. Roma è ko (34-60), al 30’ il divario è evidente. Negli ultimi 10’ è «garbage time» con Brindisi che affonda il coltello nel burro vincendo letteralmente a spasso.

(Italpress)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie