Lunedì 26 Settembre 2022 | 21:30

In Puglia e Basilicata

ELEZIONI POLITICHE 2022

Centrodestra

43,79%

Fratelli d'Italia con Giorgia Meloni


Forza Italia


Lega per Salvini Premier


Noi Moderati / Lupi – Toti – Brugnaro – UDC

Centrosinistra

26,13%

Partito Democratico – Italia Democratica e Progressista


Alleanza Verdi e Sinistra


Impegno Civico Luigi Di Maio – Centro Democratico


+Europa

Terzo Polo

7,79%

Azione – Italia Viva – Calenda

M5S

15,43%

Movimento 5 Stelle

Centrodestra

44,02%

Fratelli d'Italia con Giorgia Meloni


Forza Italia


Lega per Salvini Premier


Noi Moderati / Lupi – Toti – Brugnaro – UDC

Centrosinistra

25,99%

Partito Democratico – Italia Democratica e Progressista


Alleanza Verdi e Sinistra


Impegno Civico Luigi Di Maio – Centro Democratico


+Europa

Terzo Polo

7,74%

Azione – Italia Viva – Calenda

M5S

15,55%

Movimento 5 Stelle

 

il personaggio

Ninì Campobasso: «Ho
100 anni e il meglio
deve ancora venire»

Ninì Campobasso

Decano del commercio barese

22 Marzo 2018

di DANIELA D'AMBROSIO

È stato battezzato Benedetto, come il giorno in cui è nato, il 21 marzo di un secolo fa. Ma per tutti è don Ninì Campobasso, decano del commercio barese. Alaska e Fox le due storiche pelliccerie che, a partire dagli anni '30, hanno accolto la migliore clientela di Bari e provincia per un acquisto, per un dono o per quella che è stata per anni e per la maggior parte delle donne la realizzazione di un sogno, nell'epoca in cui la pelliccia era uno status simbol e il sintetico e l'ecologico realtà impensabili oltre che inesistenti.

Ninì Cambobasso ieri ha festeggiato cent'anni, a casa sua, nel cuore del murattiano. Felice, circondato dai figli Benny e Flavia, dalla nuora Paola, dalle nipoti Daria, Diletta e Giordana, dalla pronipote Rossella e dall'affetto di familiari, ex collaboratori e amici, lucidissimo e sorridente, giustamente orgoglioso di rappresentare la memoria storica di quel secolo di vita cittadina che lo ha visto protagonista. Quando era un altro commercio, quando era un'altra Bari.

Nell'azienda Campobasso hanno lavorato oltre trenta dipendenti e un tagliatore di pelli fatto arrivare da New York. Lui stesso, don Ninì, ha girato il mondo per assicurarsi le migliori materie prime grezze, da preparare in laboratorio.

Il primo negozio in via Imbriani negli anni '30, poi la sede in via Sparano e poi ancora in via Putignani e via Argiro. Per tanti, tantissimi anni, fino a quando la crisi, la trasformazione del commercio, l'avvento delle multinazionali, il cambiamento integrale della vita cittadina non hanno convinto lo stesso don Ninì, così come altri storici commercianti, che il lavoro per come loro lo avevano vissuto e inteso non sarebbe mai più stato lo stesso. Una alla volta, le vetrine storiche hanno spento le luci e lasciato il passo a nuove attività. Diverse.

Oggi via Argiro e via Sparano sono altro rispetto alle strade che hanno ospitato i negozi di Nìnì Campobasso e l'evoluzione e il miglioramento guardano al recupero di fasti mai dimenticati, ricordati con rispetto e sempre portati ad esempio.

Alla festa di don Ninì hanno partecipato il presidente della Camera di Commercio, Alessandro Ambrosi, e l'assessore allo Sviluppo economico, Carla Palone.

«Oggi festeggiamo un centenario particolare - ha detto l’assessore che ha consegnato al festeggiato una pergamena ricordo - Don Ninì Campobasso infatti è una colonna del commercio, uno degli uomini che hanno dato lustro e sviluppo all'economia della città. Festeggiamo insieme a lui questo traguardo, augurandogli che ce ne siano moltissimi altri, augurandoci che il suo lavoro, come quello di altri altrettanto illustri commercianti, sia d'impulso alle giovani generazioni per creare realtà che potranno allo stesso modo passare alla storia».

«Bari è una città dalla vocazione commerciale - ha aggiunto - tale dobbiamo cercare tutti di mantenerla. Continueremo a lavorare in questa direzione perché la città sia sempre più bella e più attrattiva. È una promessa che oggi faccio a don Ninì, impegnandolo con questa promessa a essere sempre vicino al lavoro degli amministratori per moltissimi anni a venire».

«Ho già vissuto cent’anni - ha detto sorridendo don Ninì, mentre tagliava la sua torta di compleanno - ma, sono certo, il meglio deve ancora venire».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725