Giovedì 24 Gennaio 2019 | 09:11

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Lungomare San Girolamo, Melini: «Resta una brutta incompiuta»

Lungomare San Girolamo, Melini: «Resta una brutta incompiuta»

 
Il meeting
Congresso Cgil, Camusso incontra lavoratori Gazzetta del Mezzogiorno

Congresso Cgil, Camusso incontra lavoratori Gazzetta del Mezzogiorno

 
Sentenze tributarie pilotate
Bari, caso «Gibbanza» Cassazione annulla 2 condanne

Bari, caso «Gibbanza» Cassazione annulla 2 condanne

 
La denuncia
Rissa dopo riunione mercato Bari, presidente Fiva: «Mi hanno spinto»

Rissa dopo riunione mercato Bari, presidente Fiva: «Mi hanno spinto»

 
L'iniziativa
Bari, mercato di via Napoli vicino al cimitero: c'è il progetto

Bari, mercato di via Napoli vicino al cimitero: c'è il progetto

 
Per stalking
Picchiata perché russava e minacciata con video osé da pubblicare online: barese fa arrestare l'ex marito

Picchiata perché russava e minacciata con video osé da diffondere: barese fa arrestare ex marito

 
Il concorso di idee
Bari, ecco il progetto della costa sud. Decaro: la sfida dei prossimi 10 anni

Bari, ecco il progetto della costa sud. Decaro: la sfida dei prossimi 10 anni
Sisto (FI): bufala storica

 
Operazione Pandora
Mafia a Bari, a processo 100 affiliati dei clan Diomede-Mercante e Capriati

Bari, a processo 100 affiliati dei clan Diomede-Mercante e Capriati

 
Alle urne
Da domani settemila avvocati baresi al voto: così si rinnova l'ordine

Da domani settemila avvocati baresi al voto: così si rinnova l'ordine

 
Denunciati due fasanesi
Monopoli, radiatori e auto cannibalizzate: scoperta centrale di riciclaggio

Monopoli, radiatori e auto cannibalizzate: scoperta centrale di riciclaggio

 
In scooter sulla Statale 100
Bari, non si ferma all'alt e punta la pistola contro la polizia: preso 19enne

Bari, non si ferma all'alt e punta la pistola contro la polizia: preso 19enne

 

Arrestati due pregiudicati un anno fa responsabili di una violenta rapina a Bari

Arrestati due pregiudicati un anno fa responsabili di una violenta rapina a Bari
BARI – I carabinieri hanno arrestato Vincenzo D’Oronzo e Michele De Leo, entrambi di 36 anni, e Lorenzo Quarto, di 44 anni, tutti con precedenti penali, con l'accusa, a vario titolo, di rapina aggravata in concorso, lesioni personali e sequestro di persona.
Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, il 2 luglio del 2014, i tre, più altri complici non ancora identificati, pianificarono e eseguirono una rapina in danno di una coppia di coniugi del quartiere Libertà, a Bari.

I rapinatori, mediante un escamotage, riuscirono a entrare nello stabile e poi a guadagnare l’ingresso della abitazione della coppia presentandosi in borghese, ma mostrando un falso tesserino di appartenenza all’Arma dei Carabinieri. Dopo essere entrati nell’appartamento, legarono e imbavagliarono i due coniugi e il fratello di lei, in visita alla coppia. Dopo averli immobilizzati, i rapinatori non esitarono a picchiare il padrone di casa e il cognato nel tentativo di farsi consegnare denaro e preziosi.

Alla scena ha assistito, impotente, la donna che, dopo le sevizie subite dal marito e dal fratello, consegnò ai rapinatori 900 euro e un Rolex in acciaio. Fondamentali per l’esito delle indagini sono stati l’esame delle immagini di video sorveglianza della zona, le dichiarazioni raccolte dalle vittime della rapina e un’impronta digitale che gli specialisti della Sezione investigazioni scientifiche dei carabinieri sono riusciti a esaltare in un angolo del caminetto dell’abitazione delle vittime.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400