Venerdì 30 Settembre 2022 | 18:24

In Puglia e Basilicata

scuola

«Impianti di aerazione in classe? Non c’è tempo. Finestre aperte»

Bitritto, dipendente di una scuola positivo: istituto annulla attività in presenza

I presidi pugliesi polemizzano contro le linee guida sulla pandemia giudicate inattuabili

11 Agosto 2022

Antonella Fanizzi

BARI - I rappresentanti delle aziende che vendono purificatori e sanificatori d’aria bussano alle porte delle scuole. Se il dirigente è in ferie, lasciano il nominativo oppure inviano una mail. «Sono già stato contattato, ma credo che il Covid non si possa fermare sparando nelle aule un po’ di aria pulita», conferma Antonello Natalicchio, che ieri era nella sua stanza dalla quale guida e coordina le attività dell’istituto professionale di Molfetta (conta 1.250 iscritti), in provincia di Bari. Natalicchio, che è anche il portavoce regionale dei dirigenti scolastici per la Flc-Cgil, è disincantato: «Nelle stesse linee guida, frutto di un confronto fra gli esperti con l’obiettivo di mitigare le infezioni dal virus alla ripresa delle attività scolastiche, viene chiarito che la prima cosa da fare è aprire le finestre. Una misura di buonsenso che addirittura è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale».

CONTINUA A LEGGERE SULL'EDIZIONE CARTACEA O SULLA NOSTRA DIGITAL EDITION

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725