Domenica 07 Agosto 2022 | 17:19

In Puglia e Basilicata

collaborazione

Bari, Decaro incontra i sindaci neoeletti dei Comuni metropolitani

Bari, Decaro incontra i sindaci neoeletti dei Comuni metropolitani

«La Città metropolitana da questo momento è anche casa loro»

05 Luglio 2022

BARI - Il sindaco metropolitano, Antonio Decaro, ha incontrato, questa mattina, i nuovi sindaci dei Comuni di Alberobello, Bitonto, Cassano delle Murge, Castellana Grotte, Giovinazzo, Gravina in Puglia, Polignano a Mare, Santeramo in Colle e Terlizzi eletti alle ultime elezioni amministrative. L’incontro è stato finalizzato ad avviare una collaborazione istituzionale e a presentare l’attività di pianificazione strategica della Città metropolitana fondata su un modello di governance condiviso e policentrico sviluppato sul modello di co-pianificazione e co-progettazione degli interventi, nonché sulla valorizzazione delle specificità dei 41 Comuni metropolitani.  

Alla riunione hanno preso parte anche Michele Abbaticchio e Luigi Ranieri, referenti del sindaco metropolitano nell’attuazione degli interventi del PNRR e nella pianificazione strategica che hanno illustrato ai sindaci neoeletti lo stato dell’arte dei finanziamenti pubblici gestisti dall’Ente in favore dei singoli Comuni metropolitani. La Città metropolitana, in questi ultimi anni, è stata destinataria di ingenti fondi sviluppando progettazioni importanti su scala comunale e metropolitana grazie alla rete di sindaci e amministrazioni che si è rivelata un patrimonio pubblico di grande valore. La Città metropolitana insieme ai Comuni nei prossimi mesi avranno l’opportunità di gestire circa 300 milioni di euro da destinare al territorio metropolitano tra i fondi dei bandi “Pinqua – Qualità dell’abitare” e “Forestazione urbana” e, infine, quelli dei “Piani Integrati” e del Biciplan metropolitano. 

 «Abbiamo voluto incontrare i sindaci neo eletti per augurare loro buon lavoro – ha commentato il sindaco metropolitano Decaro -. Dagli auguri formali, doverosi, delle scorse settimane oggi passiamo agli auguri di fatto, perché sappiamo che c’è tanto lavoro da fare e soprattutto poco tempo per farlo. Per questo oggi abbiamo consegnato ad ognuno di loro un dossier con tutti i progetti che interessano i Comuni che amministrano da qualche giorno affinché possano conoscere il lavoro fatto fino ad oggi e scelgano come proseguire. La Città metropolitana da questo momento è anche casa loro. Qui troveranno sempre sostegno e professionalità pronte ad affiancare il loro lavoro sul territorio. Questa è la nostra idea di Città Metropolitana e di governo del territorio. Fino ad oggi abbiamo lavorato insieme, provando a contemperare le esigenze di tutti e avendo come obiettivo lo sviluppo dell’intera comunità. Le progettazioni, i fondi e le opere che siamo riusciti a realizzare in questi anni ci dicono che quella della governance strategica e comune è la strada giusta. Ora ad attenderci ci sono i fondi del PNRR ed è importante che nessuno su questo fronte resti indietro».

Il sindaco al ministro Franceschini: «Un successo bando borghi storici»

«In una lettera al ministro della Cultura Dario Franceschini, il presidente dell’Anci Antonio Decaro ha voluto sottolineare l’esito positivo del bando per la rigenerazione culturale e sociale dei borghi storici, finanziato con i fondi del PNRR su iniziativa del Mibac. «Non possiamo che esprimere la nostra soddisfazione per l'iniziativa - ha commentato Decaro - attorno alla quale, nonostante i tempi molto stretti, si è sviluppata un’ampia quanto inedita mobilitazione che ha coinvolto Comuni, associazionismo, imprese e diversi operatori locali, portando alla presentazione di 1.793 proposte progettuali che hanno interessato circa 2.500 Comuni». "Ora - ha aggiunto - auspicando che i più di 200 soggetti selezionati siano adeguatamente accompagnati e sostenuti nell’implementazione dei programmi garantendone l’efficacia, crediamo sia altrettanto necessario non dispendere il notevole patrimonio di progettazione condivisa che si è generato».

«Per queste ragioni - conclude - le chiediamo di avviare insieme alle Regioni una iniziativa che consenta di mettere a disposizione in tempi brevi delle ulteriori risorse economiche che consentano di sostenere i tanti progetti comunque di buona qualità che non hanno potuto essere finanziati per la limitatezza delle risorse a disposizione, scorrendo le graduatorie risultato del bando della Linea B».  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

EDITORIALI

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725