Domenica 18 Aprile 2021 | 19:17

NEWS DALLA SEZIONE

Il video
Covid, un’automedica per l’Ospedale di Altamura: il dono «mette in moto» la solidarietà

Covid, un’automedica per l’Ospedale di Altamura: il dono «mette in moto» la solidarietà

 
La curiosità
Bari, il Manifesto della Comunicazione Non Ostile letto dai bimbi

Bari, il Manifesto della Comunicazione Non Ostile letto dai bimbi

 
Il progetto
Molfetta, sensori di Co2 per fermare i contagi nelle scuole

Molfetta, sensori di Co2 per fermare i contagi nelle scuole

 
Il caso
Adelfia, in preda all’alcol picchia la zia di 82 anni e viene arrestato

Adelfia, in preda all’alcol picchia la zia di 82 anni e viene arrestato

 
Da Bari a Taranto
Paziente fragilissima di 45 anni muore in struttura l'appello: «Spiegatemi com’è morta mia figlia»

Paziente fragilissima di 45 anni muore in struttura l'appello: «Spiegatemi com’è morta mia figlia»

 
La testimonianza
Bari, quel piccolo manuale per riuscire a vaccinarsi

Bari, quel piccolo manuale per riuscire a vaccinarsi

 
la polemica
Parco Giustizia, Decaro contro Sisto: «Decida da che parte stare»

Parco Giustizia, Decaro contro Sisto: «Decida da che parte stare»

 
Il ricordo
Addio a Colajemma, le parole di Uccio De Santis: «Salutami Mariolina, ci farai ridere da lassù»

Addio a Colajemma, le parole di Uccio De Santis: «Salutami Mariolina, ci farai ridere da lassù»

 
Il caso
Modugno, baby scippatore scaraventa a terra anziana: lei finisce in ospedale, lui in manette

Modugno, baby scippatore scaraventa a terra anziana: lei finisce in ospedale, lui in manette

 
Lotta al virus
Vaccini, Asl Bari mette a disposizione equipe multidisciplinare per gli autistici

Asl Bari, spazi attrezzati e colorati per vaccini a misura dei pazienti autistici

 
La decisione
Bari, Fabrizia Lapecorella nominata presidente del Comitato per gli Affari Fiscali dell'Ocse

Bari, Fabrizia Lapecorella nominata presidente del Comitato per gli Affari Fiscali dell'Ocse

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari-Palermo: segui con noi la diretta

Bari-Palermo: segui con noi la diretta

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceIl caso
Lecce, minaccia e maltratta compagna: arrestato 55enne

Lecce, minaccia e maltratta compagna: arrestato 55enne

 
BariIl video
Covid, un’automedica per l’Ospedale di Altamura: il dono «mette in moto» la solidarietà

Covid, un’automedica per l’Ospedale di Altamura: il dono «mette in moto» la solidarietà

 
BatIl caso
L'allarme del procuratore Nitti: «La Bat è preda delle mafie»

L'allarme del procuratore Nitti: «La Bat è preda delle mafie»

 
MateraIl virus
Salgono a 9 i paesi in rosso in Basilicata: guardia alta su altri 6

Salgono a 9 i paesi in rosso in Basilicata: guardia alta su altri 6

 
PotenzaIl caso
Franco Pepe, il re della pizza «sbarca» in Basilicata al San Barbato di Lavello

Franco Pepe, il re della pizza «sbarca» in Basilicata al San Barbato di Lavello

 
FoggiaIl caso
Foggia, accoltellato nel ghetto: 3 ferite di striscio a petto, il giovane se la caverà

Foggia, accoltellato nel ghetto: 3 ferite di striscio a petto, il giovane se la caverà

 
BrindisiIl caso
Brindisi, il rush finaledei 5 candidati sindaco

Pressioni su ex dirigente del Comune: indagato il sindaco di Brindisi

 
TarantoIl caso
Taranto, bimba di 4 anni perde la vita per diagnosi in ritardo: condannato pediatra

Taranto, bimba di 4 anni perde la vita per diagnosi in ritardo: condannato pediatra

 

i più letti

la decisione

Policlinico Bari, non c’è più rischio legionella: chiesto dissequestro edifici

I sigilli furono apposti ai padiglioni Chini e Asclepios lo scorso 23 novembre, nell’ambito dell’inchiesta della Procura su quattro decessi avvenuti tra 2018 e 2020

Bari, morti per legionella, il gip: «Policlinico ha 90 giorni per fare bonifica»

BARI - Negli impianti idrici dei padiglioni Chini e Asclepios esistono «numerose criticità» che «in difetto di continua manutenzione potrebbero comportare un incremento del rischio di legionella». Tuttavia dopo la riorganizzazione delle attività di monitoraggio e l’esecuzione di alcuni interventi urgenti la situazione è tornata sotto controllo: non ci sono più rischi per i pazienti.

Per questo il commissario straordinario del Policlinico, Vitangelo Dattoli, ha chiesto al gip Giovanni Abbattista di disporre il dissequestro delle due strutture: al momento il batterio killer non c’è più, ma serviranno interventi strutturali sulle reti idriche che richiedono molti mesi e molti soldi.

I due edifici sono stati sequestrati con facoltà d’uso il 23 novembre, nell’ambito dell’inchiesta della Procura di Bari sui quattro decessi avvenuti tra 2018 e 2020: secondo l’accusa la responsabilità sarebbe dei manager che, pur a conoscenza del problema, non sarebbero intervenuti. La richiesta di togliere i sigilli è l’ultima iniziativa di Dattoli come reggente del Policlinico, dove a partire da martedì dovrebbe rientrare il dg Giovanni Migliore cui il Riesame ha annullato l’interdizione emessa a dicembre dal gip: le linee guida anti legionella, ha scritto il Tribunale della Libertà, costituiscono soltanto raccomandazioni e lasciano «una evidente discrezionalità tecnica» a chi deve metterle in pratica. E non si può affermare con certezza che i quattro decessi siano dipesi dalla legionella, o quantomeno che l’infezione sia avvenuta al Policlinico: per un caso manca l’autopsia, per un altro il ceppo del batterio rinvenuto nel paziente è diverso da quello rilevato nella rete idrica del reparto.

E così, in una relazione di quattro pagine allegata alla richiesta di dissequestro, il Policlinico ha riassunto quanto fatto da dicembre a oggi per risolvere l’emergenza insieme agli esperti dell’Istituto superiore di sanità. Il Chini è stato svuotato dai reparti e ospita solo studi medici e ambulatori: martedì scorso è stata eseguita l’iperclorazione, il getto di cloro ad alta temperatura nella rete idrica che di norma consente di eliminare la legionella.

Ad Asclepios, dove a dicembre le analisi dell’Arpa hanno evidenziato 6 campioni oltre i limiti di legge, sono stati eseguiti interventi di «disinfezione, pulizia e flussaggio» che oggi consentono «il mantenimento della situazione di sicurezza». Ma in entrambi i padiglioni serviranno una serie di lavori, definiti «risolutivi», che sono in corso di valutazione.

Nel frattempo si procederà con i monitoraggi continui dei parametri. Ad Asclepios, che continua a ospitare degenti, i direttori dei reparti dovranno segnalare gli «eventi sentinella» (come alcune polmoniti) che potrebbero indicare infezioni da legionella. A breve sarà definito il Piano aziendale di controllo della legionellosi, messo a punto in collaborazione con l’Istituto superiore di sanità, per sostituire gli attuali protocolli ritenuti carenti dalle indagini dei Nas.

Ci vorrà invece più tempo, molti mesi, per il Piano di sicurezza delle acque che la Procura di Bari contesta di non aver predisposto: è necessario «pianificare e verificare tutti gli interventi essenziali per mettere in sicurezza la rete idrica» su impianti realizzati anche mezzo secolo fa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie