Domenica 29 Novembre 2020 | 21:32

NEWS DALLA SEZIONE

la protesta
Bari, i ristoratori chiedono incontro urgente a Emiliano: «Chiusura a Natale inaccettabile»

Bari, i ristoratori chiedono incontro urgente a Emiliano: «Chiusura a Natale inaccettabile»

 
Emergenza contagi
Bari, alunno positivo al Covid: sospese attività didattiche in presenza in scuola secondaria

Bari, alunno positivo al Covid: sospese attività didattiche in presenza in scuola secondaria

 
L'emergenza
Locorotondo, focolaio Covid in Rsa: terzo decesso. Il sindaco: «È guerra»

Locorotondo, focolaio Covid in Rsa: terzo decesso. Il sindaco: «È guerra»

 
emergenza Covid
Mola di Bari, pronta postazione «drive in» per eseguire tamponi rapidi postazione

Mola di Bari, pronta postazione «drive in» per eseguire tamponi rapidi

 
tragedia sfiorata
Bari, fiamme e fumo al Cara di Palese: paura fra i migranti ma nessun ferito

Bari, fiamme e fumo al Cara di Palese: paura fra i migranti ma nessun ferito

 
Controlli della Polizia
Gravina, giocavano alle slot in circolo: 7 multati, sequestrate apparecchi

Gravina, giocavano alle slot in circolo: 7 multati, sequestrate apparecchi

 
Il caso
Covid, nel focolaio di Altamura 44enne muore in casa: «Era positiva dimenticata dal sistema»

Covid, nel focolaio di Altamura 44enne muore in casa: «Positiva dimenticata dal sistema» Sindaco: «Sanità in tilt»

 
L'attività di vigilanza
Controlli Covid nel Barese: 383 multati per violazione DPCM. Prefetta: occhio ai contagi in famiglia

Controlli Covid nel Barese: 383 multati per violazione DPCM. Prefetta: occhio ai contagi in famiglia

 
La mappa
Coronavirus, nel Barese attivate 14 postazioni drive-through per tamponi

Coronavirus, nel Barese attivate 14 postazioni drive-through per tamponi

 
Oltreoceano
San Nicholas: a New York è conto alla rovescia per la chiesa nel cuore di Manhattan

San Nicholas: a New York è conto alla rovescia per la chiesa nel cuore di Manhattan

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari-Catanzaro 1-0, vittoria importante dei biancorossi: decide il match Antenucci

Bari-Catanzaro 1-0, vittoria importante dei biancorossi: decide il match Antenucci

 

NEWS DALLE PROVINCE

Covid news h 24pericolo contagio
Accadia, focolaio Covid in casa di risposo: 44 postivi e una 95enne deceduta

Accadia, focolaio Covid in casa di risposo: 44 postivi e una 95enne deceduta

 
BatL'episodio
Barletta chiusura cimitero, insulti e minacce al sindaco: solidarietà a Cannito

Barletta chiusura cimitero, insulti e minacce al sindaco: solidarietà a Cannito

 
Barila protesta
Bari, i ristoratori chiedono incontro urgente a Emiliano: «Chiusura a Natale inaccettabile»

Bari, i ristoratori chiedono incontro urgente a Emiliano: «Chiusura a Natale inaccettabile»

 
NewsweekLa provocazione
Martano, campagna del Comune: «Covid, mettere le mascherina non è una pigna nel c...»

Martano, campagna del Comune: «Covid, mettere le mascherina non è una pigna nel c...»

 
TarantoL'appello di una 30enne
Covid, Giulia dall'ospedale di Taranto: «Aiutatemi, ho bisogno del plasma»

Covid, Giulia dall'ospedale di Taranto: «Aiutatemi, ho bisogno del plasma»

 
Brindisinel Brindisino
S.Pancrazio, parroco antidroga accerchiato e insultato: «Denuncio chi bestemmia»

S.Pancrazio, parroco antidroga accerchiato e insultato: «Denuncio chi bestemmia»

 
MateraNel Materano
Bernalda, la protesta di un disabile: «In casa avevo operai in attesa dell'esito del tampone»

Bernalda, la protesta di un disabile: «In casa avevo operai in attesa dell'esito del tampone»

 

i più letti

questa mattina

Bari, protesta braccianti agricoli davanti sede della Regione

Il motivo del sit-in, guidato dal sindacalista dell’Usb Aboubakar Soumahoro, è la recente determina regionale sulla gestione del campo di Torretta Antonacci a San Severo, l’ex «gran ghetto» di Rignano

Bari, protesta braccianti agricoli davanti sede della Regione

BARI - «Gli insediamenti dei braccianti non sono zoo dove si vanno a guardare gli animali incatenati, noi non siamo animali, siamo esseri umani e vogliamo vivere liberi».

Circa 300 braccianti agricoli, tutti migranti di origini africane, provenienti dai 'ghettì foggiani di Borgo Mezzanone e Torretta Antonacci, hanno protestato davanti alla Presidenza della Regione Puglia sul lungomare di Bari, al grido di «libertà, dignità, diritti».

Sono arrivati a bordo di cinque bus. Il motivo della protesta, guidata dal sindacalista dell’Usb Aboubakar Soumahoro (nella foto, tratta tral suo profilo Fb), è la recente determina regionale sulla gestione del campo di Torretta Antonacci a San Severo, l’ex 'gran ghettò di Rignano dove nei mesi scorsi la Regione ha installato 106 moduli abitativi dopo l’incendio che aveva distrutto il precedente insediamento.

«Non vogliamo essere gestiti, non siamo un centro di accoglienza - hanno detto i braccianti -. La Regione Puglia ha deciso di ostacolare l’emancipazione e l’autodeterminazione dei braccianti, dando la gestione dell’insediamento ai signori dell’assistenzialismo imprenditoriale, che si arricchiscono mentre i braccianti fanno la fame. E’ come dire di voler affidare Bari Vecchia ad associazioni di volontariato perché le famiglie che sono lì sono incapaci di auto-emanciparsi. E’ un giro di soldi, ma questi soldi non li mangerete mai più sulla nostra pelle. Non vogliamo più essere usati come bancomat per attingere ai finanziamenti comunitari». 

«DURANTE COVID, NOI A LAVORO» - «Siamo qui per dire al presidente Conte e alla ministra Bellanova che le lacrime bisogna versarle qui, dove ci sono donne e uomini che si svegliano alle 4 del mattino, si spaccano la schiena per una paga minima e fino ad oggi nessun datore di lavoro li ha voluti regolarizzare».

Lo ha detto il sindacalista Aboubakar Soumahoro dell’Usb, partecipando a una protesta organizzata a Bari, davanti alla Presidenza della Regione, dai braccianti migranti arrivati in 300 dal Foggiano. "La lotta al caporalato - ha detto - si fa nel fango con gli stivali, no al chiuso delle stanze lussuose con l’aria condizionata».

«In questi mesi di pandemia - ha aggiunto Soumahoro - siamo stati lasciati da soli a lavorare nei campi, non abbiamo visto una ministra, un ministro, un presidente della Regione, tutti erano barricati in casa mentre noi abbiamo continuato a lavorare, a produrre il cibo che finiva sulle tavole dei presidenti della Regione, dei ministri, del presidente del Consiglio, senza mascherine e senza nulla di nulla».

«Allora il Governo deve fare una cosa semplice - ha detto -. Ci è stato detto di continuare a lavorare perché il settore agricolo è essenziale. Abbiamo prodotto il cibo, ma perché non vogliono dare un permesso di soggiorno per motivo sanitario convertibile al lavoro ai braccianti che hanno cibato la comunità in questi mesi di pandemia. Chiediamo il permesso di soggiorno per tutti».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie